Autore Topic: Oasis: venga la pirateria online, non c'interessa  (Letto 1086 volte)

perellicippo

  • Visitatore
Oasis: venga la pirateria online, non c'interessa
« il: Aprile 15, 2010, 11:01:30 am »
Liam Gallagher, ex leader degli Oasis, non è preoccupato dalla pirateria. Intervistato da Shortlist, ha raccontato che la pirateria moderna non è molto diversa da quello che faceva lui da giovane: copiare le cassette degli amici e registrare le canzoni dalla radio. Non è proprio la stessa cosa, naturalmente, ma il concetto è più che simile.

 "Non m'interessa" ha detto, riferendosi alla pirateria. "Odio queste grandi, stupide rockstar che si lamentano. Perlomeno qualcuno sta scaricando la tua musica e ti dà  attenzione. Dovrebbero apprezzarlo, di cosa si lamentano? Hai cinque enormi ville, quindi stattene zitto".  Abbiamo edulcorato la traduzione, perché le dichiarazioni originali erano molto più "colorite".

L'aeffe:rmazione di Gallagher non è priva di fondamento: la musica pirata può far crescere il numero di fan, senza costi per il musicista o il produttore. Un album scaricato illegalmente potrebbe portare a un acquisto legale, ed eventualmente anche a quello degli album precedenti.  Proprio ieri, poi, abbiamo riportato di uno studio secondo il quale i danni causati dal P2P illegale non sono misurabili (Le major svergognate sui danni della pirateria).

Le opinioni di Liam sono condivise da suo fratello Noel: "Se uno vuole avere CD anonimi nella sua collezione, fatti suoi", da detto "sarebbe del tutto ridicolo per una rock-star chiedere ai genitori di pagare per gli album, se i figli non possono permetterselo. Se possono trovarlo gra:tis:, facciano pure".

I fratelli Gallagher, quindi, si uniscono alla schiera di ar:tis:ti che sostengono il file sharing, o almeno lo guardano con neutralità . Altri, invece, sono più propensi a vederlo come un crimine.

http://www.tomshw.it/cont/news/oasis-venga-la-pirateria-online-non-c-interessa/24848/1.html

AirPort

  • Visitatore
Re: Oasis: venga la pirateria online, non c'interessa
« Risposta #1 il: Aprile 15, 2010, 01:18:11 pm »
Liam Gallagher, ex leader degli Oasis, non é preoccupato dalla pirateria. Intervistato da Shortlist, ha raccontato che la pirateria moderna non é molto diversa da quello che faceva lui da giovane: copiare le cassette degli amici e registrare le canzoni dalla radio. Non é proprio la stessa cosa, naturalmente, ma il concetto é più che simile.

 "Non m'interessa" ha detto, riferendosi alla pirateria. "Odio queste grandi, stupide rockstar che si lamentano. Perlomeno qualcuno sta scaricando la tua musica e ti dà  attenzione. Dovrebbero apprezzarlo, di cosa si lamentano? Hai cinque enormi ville, quindi stattene zitto".  Abbiamo edulcorato la traduzione, perch?© le dichiarazioni originali erano molto più "colorite".

L'aeffe:rmazione di Gallagher non é priva di fondamento: la musica pirata può far crescere il numero di fan, senza costi per il musicista o il produttore. Un album scaricato illegalmente potrebbe portare a un acquisto legale, ed eventualmente anche a quello degli album precedenti.  Proprio ieri, poi, abbiamo riportato di uno studio secondo il quale i danni causati dal P2P illegale non sono misurabili (Le major svergognate sui danni della pirateria).

Le opinioni di Liam sono condivise da suo fratello Noel: "Se uno vuole avere CD anonimi nella sua collezione, fatti suoi", da detto "sarebbe del tutto ridicolo per una rock-star chiedere ai genitori di pagare per gli album, se i figli non possono permetterselo. Se possono trovarlo gra:tis:, facciano pure".

I fratelli Gallagher, quindi, si uniscono alla schiera di ar:tis:ti che sostengono il file sharing, o almeno lo guardano con neutralità . Altri, invece, sono più propensi a vederlo come un crimine.

http://www.tomshw.it/cont/news/oasis-venga-la-pirateria-online-non-c-interessa/24848/1.html

Gli oasis non mi sono mai piaciuti così tanto ma :tnz:

jmilton00

  • Visitatore
Re: Oasis: venga la pirateria online, non c'interessa
« Risposta #2 il: Aprile 15, 2010, 01:44:28 pm »
 :tnz: :tnz: :tnz: :tnz: :tnz: :tnz: :tnz: :tnz:

derma

  • Visitatore
Re: Oasis: venga la pirateria online, non c'interessa
« Risposta #3 il: Aprile 15, 2010, 06:32:11 pm »


Ogni tanto qualcuno non dice minchiate!

Cells

  • Visitatore
Re: Oasis: venga la pirateria online, non c'interessa
« Risposta #4 il: Aprile 17, 2010, 09:05:48 pm »
Oasis  :cry:

jmilton00

  • Visitatore
Re: Oasis: venga la pirateria online, non c'interessa
« Risposta #5 il: Aprile 17, 2010, 09:12:23 pm »
Oasis  :cry:
Perché quella faccina?

Cells

  • Visitatore

jmilton00

  • Visitatore

Ajò

  • Visitatore
Re: Oasis: venga la pirateria online, non c'interessa
« Risposta #8 il: Aprile 18, 2010, 06:44:54 pm »
il problema come la discussione è sempre uguale
le case discografiche guadagnano solo dalle vendite
i musicisti prendono pochi cent dalle vendite
ma molti soldi dai concerti che sono il massimo per un musicista
a caso ....Vasco Rossi riempie gli stadi ma non va a promuovere i suoi dischi in TV
perciò per  lui è pubblicità  gra:tis: e non si lamenterà  mai.
il musicista xx che suona alle feste patronali e guadagna poco dai concerti e poco dalle vendite
che posizione prenderà ?

euJi

  • Visitatore
Re: Oasis: venga la pirateria online, non c'interessa
« Risposta #9 il: Aprile 30, 2010, 06:14:27 pm »
diventerà  ingegnere!

shishimaru

  • Visitatore
Re: Oasis: venga la pirateria online, non c'interessa
« Risposta #10 il: Maggio 24, 2010, 09:00:08 pm »
Sono dei grandi. Storici.

baga1977

  • Visitatore
Re:Oasis: venga la pirateria online, non c'interessa
« Risposta #11 il: Maggio 31, 2010, 07:56:58 pm »
ma se con 5 euro compri l'ultimo cd del cantante piu in voga lal momento
azzereresti la pirateria o quasi
ma se un cd ne costa 20,30 bo allora la pirateria dilaga

e comunque a vasco 45 euri per vederlo suonare da lontano in piedi pressato col cavolo che le ha mai prese da me.
max euro 20 per un concerto e con  la seggiolina
P.S.
Fino alla paternità   CCCP,ramones, sex pistols, metallica e pogo a bestia

jmilton00

  • Visitatore
Re:Oasis: venga la pirateria online, non c'interessa
« Risposta #12 il: Maggio 31, 2010, 08:34:40 pm »
ma se con 5 euro compri l'ultimo cd del cantante piu in voga lal momento
azzereresti la pirateria o quasi
ma se un cd ne costa 20,30 bo allora la pirateria dilaga

e comunque a vasco 45 euri per vederlo suonare da lontano in piedi pressato col cavolo che le ha mai prese da me.
max euro 20 per un concerto e con  la seggiolina
P.S.
Fino alla paternità Â   CCCP,ramones, sex pistols, metallica e pogo a bestia
:tnz: :tnz: :tnz: :tnz: :tnz: :tnz: :tnz: :tnz: :tnz: :tnz: :tnz: :tnz:

SuNjACk

  • Visitatore
Re:Oasis: venga la pirateria online, non c'interessa
« Risposta #13 il: Maggio 31, 2010, 08:41:04 pm »
 :tnz: :tnz: :tnz:

jmilton00

  • Visitatore
Re:Oasis: venga la pirateria online, non c'interessa
« Risposta #14 il: Giugno 01, 2010, 04:12:57 pm »
È un concetto già Â  apresso da Moby (premetto che non mi piacciono nè lui nè gli Oasis). Più o meno aveva detto, non mi interessa, l'importante è che ascoltino le mie canzoni.
E poi le case discografiche dovrebbero svegliarsi un attimino, basterebbe che ges:tis:sero loro la vendita delle canzoni invece della apple e la percentuale sui guadagni aumenterebbe di motlo. Ma a loro interessa rinnovarsi ma solo lamentarsi e prendere sovvenzioni statali
Basterebbe anche diminuire un po' i costi...