Autore Topic: A Song of Ice and Fire  (Letto 2748 volte)

AirPort

  • Visitatore
A Song of Ice and Fire
« il: Luglio 10, 2011, 12:01:09 am »
Sì, lo so che ne ho già  parlato nel topic della serie di GoT, ma i libri sono talmente belli da meritare un discorso a parte :asd:

Quella di Martin è una saga soft fantasy* ambientata nel continente immaginario di Westeros, un tempo diviso in più regni governati ciascuno da una nobile casata e riunificato da secoli sotto un unico sovrano. La storia ruota attorno agli equilibri di poteri che si creano dopo la morte, tutt'altro che naturale, di Re Robert Baratheon, in un susseguirsi di intrighi di palazzo e battaglie campali.

L'edizione originale della saga prevede un totale di 7 libri, dei quali 4 già  usciti, 2 in previsione e uno, A Dance with Dragons, in uscita in questi giorni. Quest'ultimo è stato per i fan una sorta di Duke Nukem Forever letterario: in origine era accorpato al quarto libro, ma a lungo andare Martin vide che si faceva troppo corposo e decise di dividerlo in due. Nonostante però la maggior parte del libro fosse dunque già  scritta ci ha messo 6 anni a completarlo.
I cinque libri fin ora dunque sono:
  • A Game of Thrones
  • A Clash of Kings
  • A Storm of Swords
  • A Feast for Crows
  • A Dance with Dragons

In Italia, ovviamente, non potevano che fare casino. La saga è edita da Mondadori, che ha avuto la splendida idea di dividere in più tomi ciascuno dei libri, in particolare dei quattro usciti i primi due e l'ultimo sono divisi in due e il terzo in tre, per un totale considerevole di ben nove libri fino ad ora
Questi sono
  • Da A Game of Thrones
  • Il Trono di Spade
  • Il Grande Inverno
  • Da A Clash of Kings
  • Il Regno dei Lupi
  • La Regina dei Draghi
  • Da A Storm of Swords
  • Tempesta di Spade
  • I Fiumi della Guerra
  • Il Portale delle Tenebre
  • Da A Feast for Crows
  • Il Dominio della Regina
  • L'ombra della profezia

Per aggiungere casino al casino recentemente Mondadori ha fatto uscire anche una nuova edizione, un malloppone enorme che contiene i primi quattro libri italiani (primi due americani), con la chiara intenzione di fare lo stesso con i successivi. Questa edizione è buona solo per il prezzo (22 euri in tutto invece dei 10x4 per i libri singoli), ma fa vari casini: non contiene le preziosissime cartine, è scomoderrimo, l'appendice finale con tutti i nomi è quella del secondo libro, quindi al:tis:simo rischio spoiler e  inoltre non traduce tutti i problemi di traduzione più volte segnalati dai fan (su cui torneremo fra poco). Ci sarebbe da menzionare una terza edizione, intermedia, che rispetta la suddivisione originale, uscita per la collana Urania, ma è oramai fuori commercio e pressoché introvabile, quindi si può sorvolare. Per tutte le altre edizioni la reperibilità  è molto buona.

Per quanto riguarda la traduzione è abbastanza sopra la media rispetto a quelle normali dei fantasy in Italia, ma è abbastanza libera e, oltre alla fastidiosa abitudine di tradurre termini inglesi come i nomi che avrebbero reso moooooooolto di più lasciandoli in lingua madre, ci sono termini che cambiano da un libro all'altro e si possono trovare delle cappellate pazzesche, come un cervo all'inizio inizio che viene magicamente mutato in italiano in un unicorno, certamente più fantasy ma fa perdere tutto il senso di un presagio che vi ci si innesta, oppure dei capelli auburn che diventano corvini, ecc...
In ogni caso, con qualche accortezza, resta una traduzione affrontabile (personalmente ho tagliato la testa al toro e invece di spendere 90 euri 0 22+50 per un edizione incasinata e con la traduzione così e così, con 23 € incluse le spese di spedizione ho preso da amazon.it il plico coi primi 4 libri americani...).

In definitiva: una bellissima saga e un ottimo fantasy, da non perdere sia per gli amanti del genere, sia per quelli che di norma non lo sono (come il sottoscritto).

* Scordatevi creature immaginarie a palla, magia strabordante o razze ottenuto dall'incrocio di uomini e beste a caso (UN POLLOOOOOOOOOOOOOOOO! (doppia-cit. :lki:)). In certe questioni è quasi assimilabile a un'ucronia medioevale, anche se il luogo immaginario, i draghi e anche qualche morto che torna in vita sono decisamente fantasy
« Ultima modifica: Luglio 31, 2011, 10:59:21 pm da AirPort »

Darko82

  • Visitatore
Re:A Song of Ice and Fire
« Risposta #1 il: Luglio 10, 2011, 08:16:19 am »
MI sono convinto a cominciare questa ennesima saga.

Ho un amico che rompe da anni ed è giunto il momento.
Considerato che nell'ultimo anno ho chiuso il "Signore degli anelli" e "La torre nera" di King, la tenacia non mi manca di certo.

Vada per l'edizione USA  :tnz:

AirPort

  • Visitatore
Re:A Song of Ice and Fire
« Risposta #2 il: Luglio 10, 2011, 08:24:18 am »
MI sono convinto a cominciare questa ennesima saga.

Ho un amico che rompe da anni ed è giunto il momento.
Considerato che nell'ultimo anno ho chiuso il "Signore degli anelli" e "La torre nera" di King, la tenacia non mi manca di certo.

Vada per l'edizione USA  :tnz:

Ottima decisione :tnz: :tnz: :tnz:

eldar II

  • Visitatore
Re:A Song of Ice and Fire
« Risposta #3 il: Luglio 10, 2011, 11:06:57 am »
quello che fa incazzare davvero delle cappelle di traduzione è che in fin dei conti sono piccole boiate stupide che però rovinano il contesto mostruosamente, soprattutto in un autore come Martin.
Dai cazzo, come è possibile che un traduttore e poi un correttore professionista si perde in certe vaccate?
e quel che è peggio che nelle edizioni successive queste non vengano minimamente corrette?

stessimo parlando si una serie misconosciuta, di autore anonimo o di bassa caratura...ma porchiddio è universalmente riconosciuto come uno dei top del genere e gà  un classico assoluto, con un autore quota:tis:simo che merita ogni accortezza traduttiva e un bacino di vendita da beste seller di rango ininterrottamente da anni.

Mondandori di merda.
(e di chi poteva mai essere...)

AirPort

  • Visitatore
Re:A Song of Ice and Fire
« Risposta #4 il: Luglio 10, 2011, 11:26:33 am »
quello che fa incazzare davvero delle cappelle di traduzione è che in fin dei conti sono piccole boiate stupide che però rovinano il contesto mostruosamente, soprattutto in un autore come Martin.
Dai cazzo, come è possibile che un traduttore e poi un correttore professionista si perde in certe vaccate?
e quel che è peggio che nelle edizioni successive queste non vengano minimamente corrette?

stessimo parlando si una serie misconosciuta, di autore anonimo o di bassa caratura...ma porchiddio è universalmente riconosciuto come uno dei top del genere e gà  un classico assoluto, con un autore quota:tis:simo che merita ogni accortezza traduttiva e un bacino di vendita da beste seller di rango ininterrottamente da anni.

Mondandori di merda.
(e di chi poteva mai essere...)



Ah, anche se so già  che tra un anno circa mi toccherà  ricomprarlo, su amazon.co.uk ho anche ordinato A Dance With Dragons (edizione inglese e non americana, ma le dieffe:renze si fermano al layout della copertina leggermente diverso) a 22 € con tasse e spese di spedizione. Preordinandolo alla feltrinelli sono 11 euro in più :verovero:
« Ultima modifica: Luglio 10, 2011, 11:34:00 am da AirPort »

shishimaru

  • Visitatore
Re:A Song of Ice and Fire
« Risposta #5 il: Luglio 10, 2011, 09:59:52 pm »
Piacevole in inglese :lki:

Gabo2

  • Visitatore
Re:A Song of Ice and Fire
« Risposta #6 il: Luglio 10, 2011, 11:45:38 pm »
Fantasy:  :facepalm:.

SuNjACk

  • Visitatore
Re:A Song of Ice and Fire
« Risposta #7 il: Luglio 10, 2011, 11:50:31 pm »

Gabo2

  • Visitatore
Re:A Song of Ice and Fire
« Risposta #8 il: Luglio 10, 2011, 11:51:57 pm »
Fantasy:  :facepalm:.

Quoto :facepalm:

Io salvo solo il signore degli anelli perchè è un must.
Ma il resto... :facepalm:

shishimaru

  • Visitatore
Re:A Song of Ice and Fire
« Risposta #9 il: Luglio 11, 2011, 09:38:34 am »
Beh, magari anche questo è un must,  chissà  :drd:

genuzzu

  • Visitatore
Re:A Song of Ice and Fire
« Risposta #10 il: Luglio 11, 2011, 09:39:22 am »
Fantasy:  :facepalm:.

Quoto :facepalm:

Io salvo solo il signore degli anelli perchè è un must.
Ma il resto... :facepalm:

Hai ragione, tutto il resto, per quanto possa essere bello, è da :facepalm: :lki:

eldar II

  • Visitatore
Re:A Song of Ice and Fire
« Risposta #11 il: Luglio 11, 2011, 09:42:02 am »
io cambio forum
 :facepalm:
ma anche no

sgnablo

  • Visitatore
Re:A Song of Ice and Fire
« Risposta #12 il: Luglio 11, 2011, 10:53:22 am »
ti accompagno :facepalm:

AirPort

  • Visitatore
Re:A Song of Ice and Fire
« Risposta #13 il: Luglio 11, 2011, 11:32:11 am »
Fantasy:  :facepalm:.

Quoto :facepalm:

Io salvo solo il signore degli anelli perchè è un must.
Ma il resto... :facepalm:

Siete vergognosi :facepalm:

SuNjACk

  • Visitatore
Re:A Song of Ice and Fire
« Risposta #14 il: Luglio 11, 2011, 01:57:01 pm »
Beh, magari anche questo è un must,  chissà  :drd:

Se ci fanno una film trilogia che vince una decina di oscar allora sì :lki: