Sondaggio

Totale votanti: 0

Autore Topic: Linux & la Sicurezza  (Letto 5712 volte)

derma

  • Visitatore
Linux & la Sicurezza
« il: Maggio 07, 2011, 12:55:35 pm »


Stando alle vostre conoscenze, ossia sulla base di ciò che credete di sapere o che davvero sapete per esperienza diretta, un sistema operativo GNU/Linux è da considerare sicuro, ovvero un sistema che pone l'utente al riparo da guai derivanti anche, e magari soprattutto, da un uso improprio da parte di questi, adottando misure che impediscono l'autolesionismo, volente o incosapevole che sia, oppure essendo un "prodotto della mente (umana)" presenta di volta in volta falle, falle che addirittura non sono state scoperte oppure alle quali in un dato momento non è possibile porre definitivo rimedio o momentaneo riparo?

In altre e poche parole, un Sistema Operativo Linux in cosa e perché lo si può, potrebbe, sarebbe, è più "sicuro" rispetto ad altri Sistemi Operativi?





P.S.: Se si vuole rispondere, votare, discutere "seriamente", magari ci si fa un favore; diversamente, non posso farci alcunché.

P.P.S.: A parer mio, fornire una spiegazione della opzione scelta, sarebbe utile, cosicché si avrebbe un quadro delle "credenze", dei "miti", delle "conoscenze" (...vedi supra) riguardanti l'argomento in questione.

Gabo2

  • Visitatore
Re:Linux & la Sicurezza
« Risposta #1 il: Maggio 07, 2011, 01:10:03 pm »
Non è una domanda un poco scontata da fare in un ambiente del genere?

Abominable Snow Tux

  • Visitatore
Re:Linux & la Sicurezza
« Risposta #2 il: Maggio 07, 2011, 01:11:56 pm »
A parer mio, e considerando che le mie conoscenze informatiche arrivano solo fino a un certo punto, lo ritengo sicuro.

E il motivo al di là  delle spiegazioni tecniche è il solito ovvero che continua a essere usato da una esigua minoranza di persone per cui esistono anche pochi "virus".

Poi ovvio che se uno apre file sconosciuti e dà  i privilegi alla cazzo, se lo prende nel di dietro.

Insomma le solite cose che ho sempre letto. I tecnicismi non sono il mio forte i campo informatico rispetto a voi.  ;D

no

convincente.  :asd:


Abominable Snow Tux

  • Visitatore
Re:Linux & la Sicurezza
« Risposta #3 il: Maggio 07, 2011, 01:16:49 pm »
A parer mio, e considerando che le mie conoscenze informatiche arrivano solo fino a un certo punto, lo ritengo sicuro.

E il motivo al di là  delle spiegazioni tecniche è il solito ovvero che continua a essere usato da una esigua minoranza di persone per cui esistono anche pochi "virus".

Poi ovvio che se uno apre file sconosciuti e dà  i privilegi alla cazzo, se lo prende nel di dietro.

Insomma le solite cose che ho sempre letto. I tecnicismi non sono il mio forte i campo informatico rispetto a voi.  ;D

no

convincente.  :asd:

non solo per i motivi da te elencati, che sono anche troppo banali. non vedo perché un 'no' non dovrebbe essere convincente.

Il fatto non è la possibilità  di essere bucato o come volete dire, che come ho detto non me ne intendo troppo.
Il fatto è che: quante sono le possibilità  di "prendere virus" o comunque che qualcuno finisca a spiarti?

sgnablo

  • Visitatore
Re:Linux & la Sicurezza
« Risposta #4 il: Maggio 07, 2011, 01:19:08 pm »
ho votato si, ma con riserva. se un utente poco attento, come diceva ast, esegue script/comandi/binari di dubbia provenienza senza fare controlli e dando privilegi massimi, un SO può essere evoluto quanto si vuole, ma non potrà  mai impedire al virus che sta tra monitor e sedia di fare danno. l'alternativa è far partire SOLO software certificato, da repo ufficiali o simili. e senza uso di una eventuale sandbox, testare dei propri codici risulta un pelo scomodo... il discorso della scarsa diffusione secondo me è irrilevante. il 90% dei server fa girare sistemi Linux/unix/bsd. se il loro paradigma fosse poco sicuro, avremmo siti che sarebbero giù un giorno si e uno pure. per non parlare dei mailserver...


poi chiaro, se uno VUOLE bucarti, lo fa. qualsiasi sistema tu usi. non esiste software senza buchi, è un prodotto umano.

tutto IMHO, ovviamente :ysy:

Darko82

  • Visitatore
Re:Linux & la Sicurezza
« Risposta #5 il: Maggio 07, 2011, 01:20:01 pm »
Sono 3 ore che cerco di argomentare ma sto cazzo di tutore rompe la minchia.
Premo tasti a cazzo e perdo tutto.  :facepalm:

Per l'ennesima volta: secondo me sì, intendendo come "sicuro" "più sicuro di altri" e non sicuro in senso assoluto.
I motivi, non in ordine di importanza:
- separazione di default dell'utente dall'amministratore;
- impossibilità  per uno script di auto-eseguirsi dalla home dell'utente, salvo permesso specifico da parte dell'utente stesso;
- sistema dei repository;
- open source, ossia più occhi e più attenzioni su quello che un programma fa;
- varietà  enorme delle configurazioni e degli ambienti presenti;
- utenti mediamente più attenti ed informati.

Faccio notare che venendo a mancare l'ultima condizione tutto il resto cade immancabilmente.
Per cui nel prossimo futuro (intendo proprio prossimo) la situazione potrebbe tranquillamente andare a farsi fottere.
Potrei dimenticare qualcosa o dire cazzate, non me ne vogliate  ;D

AirPort

  • Visitatore
Re:Linux & la Sicurezza
« Risposta #6 il: Maggio 07, 2011, 01:32:35 pm »
Se con sicuro intendi dotato di metodi di protezione più o meno avanzati, assolutamente sì, con poche e semplici precauzioni riassunte perfettamente da sgnablo e darko. Se per sicuro intendi che ti impedisca di fare danni "autolesionisticamente", assolutamente no. GNU/Linux ti dà  controllo totale sulla macchina, e da grandi poteri derivano grandi responsabilità  (cit.)

Diverso è il caso in cui, come dice sgnablo, ci sia un attacco mirato fatto da gente esperta, e lì al massimo ci sono sistemi per limitare i danni fatti.

Abominable Snow Tux

  • Visitatore
Re:Linux & la Sicurezza
« Risposta #7 il: Maggio 07, 2011, 01:37:32 pm »
A parer mio, e considerando che le mie conoscenze informatiche arrivano solo fino a un certo punto, lo ritengo sicuro.

E il motivo al di là  delle spiegazioni tecniche è il solito ovvero che continua a essere usato da una esigua minoranza di persone per cui esistono anche pochi "virus".

Poi ovvio che se uno apre file sconosciuti e dà  i privilegi alla cazzo, se lo prende nel di dietro.

Insomma le solite cose che ho sempre letto. I tecnicismi non sono il mio forte i campo informatico rispetto a voi.  ;D

no

convincente.  :asd:

non solo per i motivi da te elencati, che sono anche troppo banali. non vedo perché un 'no' non dovrebbe essere convincente.

Il fatto non è la possibilità  di essere bucato o come volete dire, che come ho detto non me ne intendo troppo.
Il fatto è che: quante sono le possibilità  di "prendere virus" o comunque che qualcuno finisca a spiarti?

il fatto è: quanto sei interessante? quanti e quali nemici hai? quali sono le loro capacità  e risorse? (quanto sei esperto/pirla)

come vedi, non dipende da Linux in se

Si... ecco... non so quanti nemici hai tu, kimj, ma io non credo che la CIA sia interessata ai miei computer.

sgnablo

  • Visitatore
Re:Linux & la Sicurezza
« Risposta #8 il: Maggio 07, 2011, 01:39:10 pm »
nei miei al massimo ci trova i filmati di asdfmovie :lki:

AirPort

  • Visitatore
Re:Linux & la Sicurezza
« Risposta #9 il: Maggio 07, 2011, 01:40:49 pm »
A parer mio, e considerando che le mie conoscenze informatiche arrivano solo fino a un certo punto, lo ritengo sicuro.

E il motivo al di là  delle spiegazioni tecniche è il solito ovvero che continua a essere usato da una esigua minoranza di persone per cui esistono anche pochi "virus".

Poi ovvio che se uno apre file sconosciuti e dà  i privilegi alla cazzo, se lo prende nel di dietro.

Insomma le solite cose che ho sempre letto. I tecnicismi non sono il mio forte i campo informatico rispetto a voi.  ;D

no

convincente.  :asd:

non solo per i motivi da te elencati, che sono anche troppo banali. non vedo perché un 'no' non dovrebbe essere convincente.

Il fatto non è la possibilità  di essere bucato o come volete dire, che come ho detto non me ne intendo troppo.
Il fatto è che: quante sono le possibilità  di "prendere virus" o comunque che qualcuno finisca a spiarti?

il fatto è: quanto sei interessante? quanti e quali nemici hai? quali sono le loro capacità  e risorse? (quanto sei esperto/pirla)

come vedi, non dipende da Linux in se

Si... ecco... non so quanti nemici hai tu, kimj, ma io non credo che la CIA sia interessata ai miei computer.

nemmeno ai miei... spero ;D

avete chiesto una opinione su Linux, non su Linux usato solo per guardare porno :P

Perché, ci sono altri usi? :lki:

sgnablo

  • Visitatore
Re:Linux & la Sicurezza
« Risposta #10 il: Maggio 07, 2011, 01:42:06 pm »
A parer mio, e considerando che le mie conoscenze informatiche arrivano solo fino a un certo punto, lo ritengo sicuro.

E il motivo al di là  delle spiegazioni tecniche è il solito ovvero che continua a essere usato da una esigua minoranza di persone per cui esistono anche pochi "virus".

Poi ovvio che se uno apre file sconosciuti e dà  i privilegi alla cazzo, se lo prende nel di dietro.

Insomma le solite cose che ho sempre letto. I tecnicismi non sono il mio forte i campo informatico rispetto a voi.  ;D

no

convincente.  :asd:

non solo per i motivi da te elencati, che sono anche troppo banali. non vedo perché un 'no' non dovrebbe essere convincente.

Il fatto non è la possibilità  di essere bucato o come volete dire, che come ho detto non me ne intendo troppo.
Il fatto è che: quante sono le possibilità  di "prendere virus" o comunque che qualcuno finisca a spiarti?

il fatto è: quanto sei interessante? quanti e quali nemici hai? quali sono le loro capacità  e risorse? (quanto sei esperto/pirla)

come vedi, non dipende da Linux in se

Si... ecco... non so quanti nemici hai tu, kimj, ma io non credo che la CIA sia interessata ai miei computer.

nemmeno ai miei... spero ;D

avete chiesto una opinione su Linux, non su Linux usato solo per guardare porno :P

Perché, ci sono altri usi? :lki:

chissà   :lki:
si, per craccare reti wifi :lki:

AirPort

  • Visitatore
Re:Linux & la Sicurezza
« Risposta #11 il: Maggio 07, 2011, 01:43:27 pm »
A parer mio, e considerando che le mie conoscenze informatiche arrivano solo fino a un certo punto, lo ritengo sicuro.

E il motivo al di là  delle spiegazioni tecniche è il solito ovvero che continua a essere usato da una esigua minoranza di persone per cui esistono anche pochi "virus".

Poi ovvio che se uno apre file sconosciuti e dà  i privilegi alla cazzo, se lo prende nel di dietro.

Insomma le solite cose che ho sempre letto. I tecnicismi non sono il mio forte i campo informatico rispetto a voi.  ;D

no

convincente.  :asd:

non solo per i motivi da te elencati, che sono anche troppo banali. non vedo perché un 'no' non dovrebbe essere convincente.

Il fatto non è la possibilità  di essere bucato o come volete dire, che come ho detto non me ne intendo troppo.
Il fatto è che: quante sono le possibilità  di "prendere virus" o comunque che qualcuno finisca a spiarti?

il fatto è: quanto sei interessante? quanti e quali nemici hai? quali sono le loro capacità  e risorse? (quanto sei esperto/pirla)

come vedi, non dipende da Linux in se

Si... ecco... non so quanti nemici hai tu, kimj, ma io non credo che la CIA sia interessata ai miei computer.

nemmeno ai miei... spero ;D

avete chiesto una opinione su Linux, non su Linux usato solo per guardare porno :P

Perché, ci sono altri usi? :lki:

chissà   :lki:
si, per craccare reti wifi :lki:

Rigorosamente con BackBox :lki:

Darko82

  • Visitatore
Re:Linux & la Sicurezza
« Risposta #12 il: Maggio 07, 2011, 01:44:53 pm »
A parer mio, e considerando che le mie conoscenze informatiche arrivano solo fino a un certo punto, lo ritengo sicuro.

E il motivo al di là  delle spiegazioni tecniche è il solito ovvero che continua a essere usato da una esigua minoranza di persone per cui esistono anche pochi "virus".

Poi ovvio che se uno apre file sconosciuti e dà  i privilegi alla cazzo, se lo prende nel di dietro.

Insomma le solite cose che ho sempre letto. I tecnicismi non sono il mio forte i campo informatico rispetto a voi.  ;D

no

convincente.  :asd:

non solo per i motivi da te elencati, che sono anche troppo banali. non vedo perché un 'no' non dovrebbe essere convincente.

Il fatto non è la possibilità  di essere bucato o come volete dire, che come ho detto non me ne intendo troppo.
Il fatto è che: quante sono le possibilità  di "prendere virus" o comunque che qualcuno finisca a spiarti?

il fatto è: quanto sei interessante? quanti e quali nemici hai? quali sono le loro capacità  e risorse? (quanto sei esperto/pirla)

come vedi, non dipende da Linux in se

Si... ecco... non so quanti nemici hai tu, kimj, ma io non credo che la CIA sia interessata ai miei computer.

nemmeno ai miei... spero ;D

avete chiesto una opinione su Linux, non su Linux usato solo per guardare porno :P

Perché, ci sono altri usi? :lki:

chissà   :lki:
si, per craccare reti wifi :lki:

Rigorosamente con BackBox :lki:

Backbox non ha bug  :lki:

Abominable Snow Tux

  • Visitatore
Re:Linux & la Sicurezza
« Risposta #13 il: Maggio 07, 2011, 01:45:47 pm »
A proposito: ci sono dei vairus su questo sito? Sto usando windows 7 senza antivirus. Dite che mi serva?

sgnablo

  • Visitatore
Re:Linux & la Sicurezza
« Risposta #14 il: Maggio 07, 2011, 01:47:35 pm »
se non clicchi su nessun link, no :lki: