Autore Topic: Lyrics: i testi piàƒÂ¹ toccanti delle nostre canzoni preferite  (Letto 3588 volte)

jmilton00

  • Visitatore
Re: Lyrics: i testi piàƒÂ¹ toccanti delle nostre canzoni preferite
« Risposta #30 il: Maggio 25, 2010, 09:42:18 pm »
Pink Floyd - Hey You

Hey you, out there in the cold
Getting lonely, getting old
Can you feel me?
Hey you, standing in the aisles
With itchy feet and fading smiles
Can you feel me?
Hey you, dont help them to bury the light
Don't give in without a fight.

Hey you, out there on your own
Sitting naked by the phone
Would you touch me?
Hey you, with your ear against the wall
Waiting for someone to call out
Would you touch me?
Hey you, would you help me to carry the stone?
Open your heart, I'm coming home.

But it was only fantasy.
The wall was too high,
As you can see.
No matter how he tried,
He could not break free.
And the worms ate into his brain.

Hey you, standing in the road
always doing what you're told,
Can you help me?
Hey you, out there beyond the wall,
Breaking bottles in the hall,
Can you help me?
Hey you, don't tell me there's no hope at all
Together we stand, divided we fall.

euJi

  • Visitatore
Re:Lyrics: i testi più toccanti delle nostre canzoni preferite
« Risposta #31 il: Giugno 02, 2010, 09:32:09 am »
 :look:

scopami tra/
fiori urlanti
strategie

:look:


ancora mi chiedo cosa siano i fiori urlanti 0.0

jmilton00

  • Visitatore
Re:Lyrics: i testi piàƒÂ¹ toccanti delle nostre canzoni preferite
« Risposta #32 il: Giugno 02, 2010, 04:05:14 pm »
Atheist - Mother man

EDIT: non aggiunge il testo...

EDIT2:
You say there's freedom
Within our nature
Well I don't think you understand
Mother Earth has fallen to Mother Man
The Air, the Sea, the Grass, the Trees,
The nemesis is the major,
Fearless leader Mother Man.

Come on take a look
At what's become
Of the existence that leads
Or so we think
That's always a popular phrase
It suits the laws written
By dear Mother Man,
Those heavy hands.

What man creates man will surely destroy
The rule of thumb
In the mouths of little boys
Earth spins delight
We :kill: everything in sight
To serve the needs
And all purple skies will bleed

And a bird flies weak
Against polluted skies
Before it dies
And nature becomes illegal
According to rules
Made by fools

Sift through the information
Everlasting hesitation
To reveal all knowing vices
All the compomising prices
Untouched by the law binders
Setting standards to remind us
That the ink has dried
Behind the goal
We wish to achieve is gone
« Ultima modifica: Giugno 02, 2010, 04:07:31 pm da jmilton00 »

AirPort

  • Visitatore
Re:Lyrics: i testi più toccanti delle nostre canzoni preferite
« Risposta #33 il: Giugno 25, 2010, 01:39:28 pm »
Leonard Cohen (dall'inno della Resistenza Francese) - The Par:tis:an

When they poured across the border
I was cautioned to surrender,
this I could not do;
I took my gun and vanished.
I have changed my name so often,
I've lost my wife and children
but I have many friends,
and some of them are with me.

An old woman gave us shelter,
kept us hidden in the garret,
then the soldiers came;
she died without a whisper.

There were three of us this morning
I'm the only one this evening
but I must go on;
the frontiers are my prison.

Oh, the wind, the wind is blowing,
through the graves the wind is blowing,
freedom soon will come;
then we'll come from the shadows.

Les Allemands étaient chez moi,
ils me dirent, "Resigne toi,"
mais je n'ai pas peur;
j'ai repris mon arme.

J'ai changé cent fois de nom,
j'ai perdu femme et enfants
mais j'ai tant d'amis;
j'ai la France entiére.

Un vieil homme dans un grenier
pour la nuit nous a caché,
les Allemands l'ont pris;
il est mort sans surprise.

Oh, the wind, the wind is blowing,
through the graves the wind is blowing,
freedom soon will come;
then we'll come from the shadows.

Gabo2

  • Visitatore
Re: Lyrics: i testi più toccanti delle nostre canzoni preferite
« Risposta #34 il: Giugno 26, 2010, 12:17:50 am »
Claudio Lolli: Ho visto anche degli zingari felici





pezzo fenomenale!

Gabo2

  • Visitatore
Re:Lyrics: i testi più toccanti delle nostre canzoni preferite
« Risposta #35 il: Giugno 26, 2010, 12:21:17 am »
  Monti di Mola - Fabrizio De Andrè





http://www.youtube.com/watch?v=Yzt84AJ5jS4&feature=related



In li Monti di Mola
la manzana
un’aina musteddina era pascendi

Sui Monti di Mola
la mattina presto
un’asina dal mantello chiaro stava pascolando

in li Monti di Mola
la manzana
un cioano vantarricciu e moru
era sfraschendi

sui Monti di Mola
la mattina presto
un giovane bruno e aitante
stava tagliando rami

e l’occhi s’intuppesini cilchendi ea ea ea ea
e l’ea sguttesida li muccichili cù li bae ae ae

e gli occhi si incontrarono mentre cercavano acqua
e l’acqua sgocciolò dai musi insieme alle bave

e l’occhi la burricca aia
di lu mare

e l’asina aveva gli occhi
color del mare

e a iddu da le tive escia
lu Maestrale

e a lui dalle narici usciva
il Maestrale

e idda si tunchià  abbeddulata ea ea ea ea

e lei ragliava incantata ea ea ea ea

iddu le rispundia linghitontu ae ae ae ae

lui le rispondeva pronunciando male ae ae ae ae

- Oh bedda mea
l’aina luna
la bedda mea
capitale di lana

Oh bella mia
l’asina luna
la bella mia
cuscino di lana

oh bedda mea
bianca foltuna –

O bella mia
bianca fortuna-

- Oh beddu meu
l’occhi mi bruxi
lu beddu meu
carrasciale di baxi

O bello mio
mi bruci gli occhi
il mio bello
carnevale di baci

lu beddu meu
lu core mi cuxi -

oh bello mio
mi cuci il cuore –

Amori mannu
di prima ‘olta
l’aba si suggi tuttu lu meli di chista multa

Amore grande
di prima volta
l’ape ci succhia tutto il miele di questo mirto

Amori steddu
di tutte l’ore
di petralana lu battadolu
di chistu core

amore bambino
di tutte le ore
di muschio il battacchio
di questo cuore

Ma nudda si po’ fa nudda
in Gaddura
che no lu ènini a sapi
int’un’ora

Ma nulla si può fare nulla
in Gallura
che non lo vengono a sapere
in un’ora

e ‘nfattu una ‘ecchia infrasconata fea ea ea ea
piagnendi e figgiulendi si dicia cù li bae ae ae

e sul posto una brutta vecchia nascosta tra le frasche
piangendo e guardando diceva fra sé con le bave alla bocca

-Beata idda
uai che bedd’omu
beata idda
cioanu e moru
beata idda

Beata lei
mamma mia che bell’uomo
beata lei
giovane e bruno
beata lei

sola mi moru
beata idda
ià  ma l’ammentu
beata idda
più d’una ‘olta
beata idda
‘ezzaia tolta –

io muoio sola
beata lei
me lo ricordo bene
beata lei
più d’una volta
beata lei
vecchiaia storta –

Amori mannu
di prima ‘olta
l’aba si suggi tuttu lu meli di chista multa

Amore grande
di prima volta
l’ape ci succhia tutto il miele di questo mirto

Amori steddu
di tutte l’ore di petralana lu battadolu
di chistu core

amore bambino
di tutte le ore di muschio il battacchio
di questo cuore

E lu paese intreu s’agghindesi
pa’ lu coiu
lu parracu mattessi intresi
in lu soiu

Il paese intero si agghindò
per il matrimonio
lo stesso parroco entrò
nel suo vestito

ma a cuiuassi no riscisini
l’aina e l’omu
chè da li documenti escisini
fratili in primu

ma non riuscirono a sposarsi
l’asina e l’uomo
perché ai documenti risultarono
cugini primi

e idda si tunchià  abbeddulata ea ea ea ea
iddu le rispundia linghitontu ae ae ae ae.

e lei ragliava incantata ea ea ea ea
lui le rispondeva pronunciando male ae ae ae ae.








jmilton00

  • Visitatore
Re:Lyrics: i testi piàƒÂ¹ toccanti delle nostre canzoni preferite
« Risposta #36 il: Giugno 26, 2010, 12:22:23 am »
  Monti di Mola - Fabrizio De Andrè





http://www.youtube.com/watch?v=Yzt84AJ5jS4&feature=related



In li Monti di Mola
la manzana
unà‚’aina musteddina era pascendi

Sui Monti di Mola
la mattina presto
unà‚’asina dal mantello chiaro stava pascolando

in li Monti di Mola
la manzana
un cioano vantarricciu e moru
era sfraschendi

sui Monti di Mola
la mattina presto
un giovane bruno e aitante
stava tagliando rami

e là‚’occhi sà‚’intuppesini cilchendi ea ea ea ea
e là‚’ea sguttesida li muccichili cù li bae ae ae

e gli occhi si incontrarono mentre cercavano acqua
e là‚’acqua sgocciolò dai musi insieme alle bave

e là‚’occhi la burricca aia
di lu mare

e là‚’asina aveva gli occhi
color del mare

e a iddu da le tive escia
lu Maestrale

e a lui dalle narici usciva
il Maestrale

e idda si tunchià Â  abbeddulata ea ea ea ea

e lei ragliava incantata ea ea ea ea

iddu le rispundia linghitontu ae ae ae ae

lui le rispondeva pronunciando male ae ae ae ae

- Oh bedda mea
là‚’aina luna
la bedda mea
capitale di lana

Oh bella mia
là‚’asina luna
la bella mia
cuscino di lana

oh bedda mea
bianca foltuna à‚–

O bella mia
bianca fortuna-

- Oh beddu meu
là‚’occhi mi bruxi
lu beddu meu
carrasciale di baxi

O bello mio
mi bruci gli occhi
il mio bello
carnevale di baci

lu beddu meu
lu core mi cuxi -

oh bello mio
mi cuci il cuore à‚–

Amori mannu
di prima à‚‘olta
là‚’aba si suggi tuttu lu meli di chista multa

Amore grande
di prima volta
là‚’ape ci succhia tutto il miele di questo mirto

Amori steddu
di tutte là‚’ore
di petralana lu battadolu
di chistu core

amore bambino
di tutte le ore
di muschio il battacchio
di questo cuore

Ma nudda si poà‚’ fa nudda
in Gaddura
che no lu ènini a sapi
intà‚’unà‚’ora

Ma nulla si può fare nulla
in Gallura
che non lo vengono a sapere
in unà‚’ora

e à‚‘nfattu una à‚‘ecchia infrasconata fea ea ea ea
piagnendi e figgiulendi si dicia cù li bae ae ae

e sul posto una brutta vecchia nascosta tra le frasche
piangendo e guardando diceva fra sé con le bave alla bocca

-Beata idda
uai che beddà‚’omu
beata idda
cioanu e moru
beata idda

Beata lei
mamma mia che bellà‚’uomo
beata lei
giovane e bruno
beata lei

sola mi moru
beata idda
ià Â  ma là‚’ammentu
beata idda
più dà‚’una à‚‘olta
beata idda
à‚‘ezzaia tolta à‚–

io muoio sola
beata lei
me lo ricordo bene
beata lei
più dà‚’una volta
beata lei
vecchiaia storta à‚–

Amori mannu
di prima à‚‘olta
là‚’aba si suggi tuttu lu meli di chista multa

Amore grande
di prima volta
là‚’ape ci succhia tutto il miele di questo mirto

Amori steddu
di tutte là‚’ore di petralana lu battadolu
di chistu core

amore bambino
di tutte le ore di muschio il battacchio
di questo cuore

E lu paese intreu sà‚’agghindesi
paà‚’ lu coiu
lu parracu mattessi intresi
in lu soiu

Il paese intero si agghindò
per il matrimonio
lo stesso parroco entrò
nel suo vestito

ma a cuiuassi no riscisini
là‚’aina e là‚’omu
chè da li documenti escisini
fratili in primu

ma non riuscirono a sposarsi
là‚’asina e là‚’uomo
perché ai documenti risultarono
cugini primi

e idda si tunchià Â  abbeddulata ea ea ea ea
iddu le rispundia linghitontu ae ae ae ae.

e lei ragliava incantata ea ea ea ea
lui le rispondeva pronunciando male ae ae ae ae.
:love: :love: :love: :love: :love: :love: :love: :love: :love: :love: :love: :love: :love:

mustangtux

  • Visitatore
Re:Lyrics: i testi più toccanti delle nostre canzoni preferite
« Risposta #37 il: Giugno 26, 2010, 12:23:04 am »
  Monti di Mola - Fabrizio De Andrè





http://www.youtube.com/watch?v=Yzt84AJ5jS4&feature=related



In li Monti di Mola
la manzana
un’aina musteddina era pascendi

Sui Monti di Mola
la mattina presto
un’asina dal mantello chiaro stava pascolando

in li Monti di Mola
la manzana
un cioano vantarricciu e moru
era sfraschendi

sui Monti di Mola
la mattina presto
un giovane bruno e aitante
stava tagliando rami

e l’occhi s’intuppesini cilchendi ea ea ea ea
e l’ea sguttesida li muccichili cù li bae ae ae

e gli occhi si incontrarono mentre cercavano acqua
e l’acqua sgocciolò dai musi insieme alle bave

e l’occhi la burricca aia
di lu mare

e l’asina aveva gli occhi
color del mare

e a iddu da le tive escia
lu Maestrale

e a lui dalle narici usciva
il Maestrale

e idda si tunchià  abbeddulata ea ea ea ea

e lei ragliava incantata ea ea ea ea

iddu le rispundia linghitontu ae ae ae ae

lui le rispondeva pronunciando male ae ae ae ae

- Oh bedda mea
l’aina luna
la bedda mea
capitale di lana

Oh bella mia
l’asina luna
la bella mia
cuscino di lana

oh bedda mea
bianca foltuna –

O bella mia
bianca fortuna-

- Oh beddu meu
l’occhi mi bruxi
lu beddu meu
carrasciale di baxi

O bello mio
mi bruci gli occhi
il mio bello
carnevale di baci

lu beddu meu
lu core mi cuxi -

oh bello mio
mi cuci il cuore –

Amori mannu
di prima ‘olta
l’aba si suggi tuttu lu meli di chista multa

Amore grande
di prima volta
l’ape ci succhia tutto il miele di questo mirto

Amori steddu
di tutte l’ore
di petralana lu battadolu
di chistu core

amore bambino
di tutte le ore
di muschio il battacchio
di questo cuore

Ma nudda si po’ fa nudda
in Gaddura
che no lu ènini a sapi
int’un’ora

Ma nulla si può fare nulla
in Gallura
che non lo vengono a sapere
in un’ora

e ‘nfattu una ‘ecchia infrasconata fea ea ea ea
piagnendi e figgiulendi si dicia cù li bae ae ae

e sul posto una brutta vecchia nascosta tra le frasche
piangendo e guardando diceva fra sé con le bave alla bocca

-Beata idda
uai che bedd’omu
beata idda
cioanu e moru
beata idda

Beata lei
mamma mia che bell’uomo
beata lei
giovane e bruno
beata lei

sola mi moru
beata idda
ià  ma l’ammentu
beata idda
più d’una ‘olta
beata idda
‘ezzaia tolta –

io muoio sola
beata lei
me lo ricordo bene
beata lei
più d’una volta
beata lei
vecchiaia storta –

Amori mannu
di prima ‘olta
l’aba si suggi tuttu lu meli di chista multa

Amore grande
di prima volta
l’ape ci succhia tutto il miele di questo mirto

Amori steddu
di tutte l’ore di petralana lu battadolu
di chistu core

amore bambino
di tutte le ore di muschio il battacchio
di questo cuore

E lu paese intreu s’agghindesi
pa’ lu coiu
lu parracu mattessi intresi
in lu soiu

Il paese intero si agghindò
per il matrimonio
lo stesso parroco entrò
nel suo vestito

ma a cuiuassi no riscisini
l’aina e l’omu
chè da li documenti escisini
fratili in primu

ma non riuscirono a sposarsi
l’asina e l’uomo
perché ai documenti risultarono
cugini primi

e idda si tunchià  abbeddulata ea ea ea ea
iddu le rispundia linghitontu ae ae ae ae.

e lei ragliava incantata ea ea ea ea
lui le rispondeva pronunciando male ae ae ae ae.

stupenda!

jmilton00

  • Visitatore
Re:Lyrics: i testi piàƒÂ¹ toccanti delle nostre canzoni preferite
« Risposta #38 il: Giugno 26, 2010, 12:25:02 am »
Fabrizio de André - Via della povertà Â 

Il Salone di bellezza in fondo al vicolo
  è affolla:tis:simo di marinai
  prova a chiedere a uno che ore sono
  e ti risponderà Â  "Non l'ho saputo mai".
  Le cartoline dell'impiccagione
  sono in vendita a cento lire l'una
  il commissario cieco dietro la stazione
  per un indizio ti legge la sfortuna
  e le forze dell'ordine irrequiete
  cercano qualcosa che non va
  mentre io e la mia signora
  ci affacciamo stasera
  su via della Povertà Â 
 
  Cenerentola sembra cosà Â¬ facile
  ogni volta che sorride ti cattura
  ricorda proprio Bette Davis
  con le mani appoggiate alla cintura.
  Arriva Romeo trafelato e le grida
  "Il mio amore sei tu"
  ma qualcuno gli dice di andar via
  e di non riprovarci più
  e l'unico suono che rimane
  quando l'ambulanza se ne va
  è Cenerentola che spazza la strada
  in via della Povertà Â 
 
  Mentre l'alba sta uccidendo la luna
  e le stelle si son quasi nascoste
  la signora che legge la fortuna
  se n'è andata in compagnia dell'oste.
  Ad eccezione di Abele e di Caino
  tutti quanti sono andati a far l'amore
  aspettando che venga la pioggia
  ad annacquare la gioia ed il dolore
  e il Buon Samaritano
  sta affilando la sua pietà Â 
  se ne andrà Â  al Carnevale stasera
  in via della Povertà Â 
 
  I tre Re Magi sono disperati
  Gesù Bambino è diventato vecchio
  e Mister Hyde piange sconcertato
  vedendo Jeckyll che ride nello specchio.
  Ofelia è dietro la finestra
  mai nessuno le ha detto ceh è bella
  a soli 22 anni è già Â  una vecchia zitella
  la sua morte sarà Â  molto romantica
  trasformandosi in oro se ne andrà Â 
  per adesso cammina avanti e indietro
  in via della Povertà Â 
 
  Einstein travestito da ubriacone
  ha nascosto i suoi appunti in un baule
  è passato di qui un'ora fa
  diretto verso l'ultima Thule,
  sembrava cosà Â¬ timido e impaurito
  quando ha chiesto di fermarsi un po' qui
  ma poi ha cominciato a fumare
  e a recitare l' A B C
  e a vederlo tu non lo diresti mai
  ma era famoso qualche tempo fa
  per suonare il violino elettrico
  in via della Povertà Â 
 
  Ci si prepara per la grande festa
  c'è qualcuno che comincia ad aver sete
  il fantasma dell'opera,
  si è vestito in abiti da prete,
  sta ingozzando a viva forza Casanova
  per punirlo della sua sensualità Â 
  lo ucciderà Â  parlandogli d'amore
  dopo averlo avvelenato di pietà Â 
  e mentre il fantasma grida
  tre ragazze si sono spogliate già Â 
  Casanova sta per essere violentato
  in via della Povertà Â 
 
   
     E bravo Nettuno mattachione
  il Titanic sta affondando nell'aurora
  nelle scialuppe i posti letto
  sono tutti occupati
  e il capitano grida "Ce ne stanno ancora",
  ed Ezra Pound e Thomas Eliot
  fanno a pugni nella torre di comando
  i suonatori di calipso ridono di loro
  mentre il cielo si sta allontanando
  e affacciati alle loro finestre nel mare
  tutti pescano mimose e lillà Â 
  e nessuno deve più preoccuparsi
  di via della Povertà Â 
 
  A mezzanotte in punto i poliziotti
  fanno il loro solito lavoro
  metton le manette intorno ai polsi
  a quelli che ne sanno più di loro,
  i prigionieri vengon trascinati
  su un calvario improvvisato là Â¬ vicino
  e il caporale Adolfo li ha avvisati
  che passeranno tutti dal camino
  e il vento ride forte e nessuno riuscirà Â 
  a ingannare il suo destino
  in via della Povertà Â 
 
  La tua lettera l'ho avuta proprio ieri
  ma racconti tutto quel che fai
  ma non essere ridicola
  non chiedermi "Come stai",
  questa gente di cui mi vai parlando
  è gente come tutti noi
  non mi sembra che siano mostri
  non mi sembra che siano eroi
  e non mandarmi ancora tue notizie
  nessuno ti risponderà Â 
  se insisti a spedirmi le tue lettere
  da via della Povertà Â    

 :love: :love: :love: :love: :love: :love:

mustangtux

  • Visitatore
Re:Lyrics: i testi più toccanti delle nostre canzoni preferite
« Risposta #39 il: Giugno 26, 2010, 12:26:16 am »
beh dai, devo ammetere che tocca molto...    :tnz:

the puppa's song

We are the band who walks alone
And when we arrive the dark goes on           
At night or morning through the web...

When you join the barsport's chat
you sometimes feel a little strange
A little anxious of the unaware

the puppa's band, the puppa's band
you must always pay attention to the puppa
the puppa's band, the puppas band
we hit you suddenly but very cruelly


Did you see your pc screen gleam on
And have you felt your finger crawl?
When you're chatting on bar sport?
Sometimes when you're scared
to take a look
on what's written on our chat
You've sensed that something's
watching you

Have you ever been alone on the chat?
it's impossible puppa is everywhere
And turned around and no one's there?
but we was hidden very well
and we had make an epic win
Because you're sure that
puppa beat you

Watching horror films the night before
or you've take a mega-puppa
The unknown troubles on your mind
Maybe your mind is playing tricks
You sense, and suddenly eyes fix
the puppa dance inside you.

the puppa's band, the puppa's band
you must always pay  attention to the puppa
the puppa's band, the puppas band
we hit you suddenly but very cruelly

And when we arrive the dark goes on
We are the band who walks alone

jmilton00

  • Visitatore
Re:Lyrics: i testi piàƒÂ¹ toccanti delle nostre canzoni preferite
« Risposta #40 il: Giugno 26, 2010, 12:27:45 am »
 :rotfl: :rotfl: :rotfl: :rotfl: :rotfl: :tnz: :tnz: :tnz: :tnz: :tnz:

AirPort

  • Visitatore
Re:Lyrics: i testi più toccanti delle nostre canzoni preferite
« Risposta #41 il: Giugno 26, 2010, 12:28:17 am »
Fabrizio De Andr?© - Hotel Supramonte

E se vai all'Hotel Supramonte e guardi il cielo
tu vedrai una donna in fiamme e un uomo solo
e una lettera vera di notte falsa di giorno
e poi scuse e accuse e scuse senza ritorno
e ora viaggi ridi vivi o sei perduta
col tuo ordine discreto dentro il cuore
ma dove dov'é il tuo amore, ma dove é finito il tuo amore
Grazie al cielo ho una bocca per bere e non é facile
grazie a te ho una barca da scrivere ho un treno da perdere
e un invito all'Hotel Supramonte dove ho visto la neve
sul tuo corpo così dolce di fame così dolce di sete
passerà  anche questa stazione senza far male
passerà  questa pioggia sottile come passa il dolore
ma dove dov'é il tuo amore, ma dove é finito il tuo amore
E ora siedo sul letto del bosco che ormai ha il tuo nome
ora il tempo é un signore distratto é un bambino che dorme
ma se ti svegli e hai ancora paura ridammi la mano
cosa importa se sono caduto se sono lontano
perch?© domani sarà  un giorno lungo e senza parole
perch?© domani sarà  un giorno incerto di nuvole e sole
ma dove dov'é il tuo cuore, ma dove é finito il tuo cuore.

Gabo2

  • Visitatore
Re:Lyrics: i testi più toccanti delle nostre canzoni preferite
« Risposta #42 il: Giugno 26, 2010, 12:30:00 am »
Fabrizio de André - Via della povertà 




Altro capolavoro!

jmilton00

  • Visitatore
Re:Lyrics: i testi piàƒÂ¹ toccanti delle nostre canzoni preferite
« Risposta #43 il: Giugno 26, 2010, 12:35:06 am »
Eino Kettunen - Ievan Polkka

Nuapurista kuulu se polokan tahti
jalakani pohjii kutkutti.
Ievan à Â¤iti se tyttà Â¶à Â¶sà Â¤ vahti
vaan kyllà Â¤hà Â¤n Ieva sen jutkutti,
sillà Â¤ ei meità Â¤ silloin kiellot haittaa
kun myà Â¶ tanssimme laiasta laitaan.
Salivili hipput tupput tà Â¤ppyt
à Â¤ppyt tipput hilijalleen.

Ievan suu oli vehnà Â¤sellà Â¤
ko immeiset onnee toevotti.
Peà Â¤ oli mà Â¤rkà Â¤nà Â¤ jokaisella
ja viulu se vinku ja voevotti.
Ei tà Â¤tà Â¤ poikoo mà Â¤rkyys haittaa
sillon ko laskoo laiasta laitaan.
Salivili hipput.

Ievan à Â¤iti se kammarissa
virsià Â¤ veisata huijjuutti,
kun tà Â¤mà Â¤ poika naapurissa
à Â¤mmà Â¤n tyttà Â¶à Â¤ nuijjuutti.
Eikà Â¤ tà Â¤tà Â¤ poikoo à Â¤mmà Â¤t haittaa
sillon ko laskoo laiasta laitaan.
Salivili.

Siellà Â¤ oli lystià Â¤ soiton jà Â¤là Â¤keen
sain minà Â¤ kerran sytkyyttee.
Kottiin ko mà Â¤ntii ni à Â¤mmà Â¤ se riitelj
ja Ieva jo alako nyyhkyytteek.
Minà Â¤ sanon Ievalle mità Â¤pà Â¤ se haittaa
laskemma vielà Â¤hi laiasta laitaa.
Salivili.

Muorille sanon jotta tukkee suusi
en ruppee sun terveyttà Â¤s takkoomaa.
Terveenà Â¤ peà Â¤set ku korjoot luusi
ja mà Â¤à Â¤t siità Â¤ murjuus makkoomaa.
Ei tà Â¤tà Â¤ poikoo hellyys haittaa
ko akkoja huhkii laiasta laitaan.
Salivili.
Sen minà Â¤ sanon jotta purra pittà Â¤à Â¤
ei mua niin voan nielasta.
Suat mà Â¤nnà Â¤ ite vaikka là Â¤nnestà Â¤ ittà Â¤à Â¤n
vaan minà Â¤ en luovu Ievasta,
sillà Â¤ ei tà Â¤tà Â¤ poikoo kainous haittaa
sillon ko tanssii laiasta laitaan.


 :love: :love: :love: :love: :love: :rotfl: :rotfl: :rotfl:

AirPort

  • Visitatore
Re:Lyrics: i testi più toccanti delle nostre canzoni preferite
« Risposta #44 il: Giugno 26, 2010, 12:38:44 am »
Eino Kettunen - Ievan Polkka

Nuapurista kuulu se polokan tahti
jalakani pohjii kutkutti.
Ievan ?§iti se tytt????s?§ vahti
vaan kyll?§h?§n Ieva sen jutkutti,
sill?§ ei meit?§ silloin kiellot haittaa
kun my?? tanssimme laiasta laitaan.
Salivili hipput tupput t?§ppyt
?§ppyt tipput hilijalleen.

Ievan suu oli vehn?§sell?§
ko immeiset onnee toevotti.
Pe?§ oli m?§rk?§n?§ jokaisella
ja viulu se vinku ja voevotti.
Ei t?§t?§ poikoo m?§rkyys haittaa
sillon ko laskoo laiasta laitaan.
Salivili hipput.

Ievan ?§iti se kammarissa
virsi?§ veisata huijjuutti,
kun t?§m?§ poika naapurissa
?§mm?§n tytt???§ nuijjuutti.
Eik?§ t?§t?§ poikoo ?§mm?§t haittaa
sillon ko laskoo laiasta laitaan.
Salivili.

Siell?§ oli lysti?§ soiton j?§l?§keen
sain min?§ kerran sytkyyttee.
Kottiin ko m?§ntii ni ?§mm?§ se riitelj
ja Ieva jo alako nyyhkyytteek.
Min?§ sanon Ievalle mit?§p?§ se haittaa
laskemma viel?§hi laiasta laitaa.
Salivili.

Muorille sanon jotta tukkee suusi
en ruppee sun terveytt?§s takkoomaa.
Terveen?§ pe?§set ku korjoot luusi
ja m?§?§t siit?§ murjuus makkoomaa.
Ei t?§t?§ poikoo hellyys haittaa
ko akkoja huhkii laiasta laitaan.
Salivili.
Sen min?§ sanon jotta purra pitt?§?§
ei mua niin voan nielasta.
Suat m?§nn?§ ite vaikka l?§nnest?§ itt?§?§n
vaan min?§ en luovu Ievasta,
sill?§ ei t?§t?§ poikoo kainous haittaa
sillon ko tanssii laiasta laitaan.


 :love: :love: :love: :love: :love: :rotfl: :rotfl: :rotfl:

 smile smile smile smile smile smile