*

Offline Darko

  • Vaginecologo ufficiale del forum
  • *******
  • 16.976
  • 206
  • All work and no spam makes Darko a dull boy
    • Sprazzi di follia
Re:Famiglia legalese
« Risposta #100 il: 30 Giugno 2015, 21:12:42 »
@eldar Sarà anche un first world problem, ma è un problema. Che a te fottesega, beh, fottesega :asd:
Non puoi dire tu alla gente che la loro sofferenza vale meno di quella di altri.
Minimo minimo ti danno fuoco.
Inutile stare a sminuire una cosa che non abbiamo mai provato.
La mia ragazza, lo sapete tutti, lavora in un consultorio e queste sono situazioni che vede quotidianamente.
Da psicologa.

E comunque costa meno far fare un figlio con la fivet o l'icsi che non pagare lo psicologo o gli psicofarmaci praticamente a vita, parlando di welfare.

Che ci sia gente che non dovrebbe neanche provarci a procreare, quale che sia il modo, sono d'accordo, ma l'ultima volta che ho uscito un discorso del genere mi hanno dato del nazista, per cui ormai evito.

Mi rendo conto che su argomenti del genere, visto il tuo ambito di studi, siamo agli opposti completamente.

... trovo che ci sia differenza tra il curare e il mettersi in mezzo nel processo riproduttivo ...
Non c'è nessuna differenza, né morale né di altro tipo.
Come tento di curare una sinusite, tento di curare l'infertilità o la sterilità.
Non cambia assolutamente nulla. Io davanti ho una persona, non una patologia, che soffre come e più di altri.
L'errore più grande che posso fare da medico e da uomo è dire cosa va bene curare e cosa no.
Quanto all'accanimento terapeutico, no, è cosa diversa.
L'accanimento terapeutico si riferisce a quelle pratiche mediche somministrate pur sapendo dell'impossibilità della riuscita (che sia il macchinario per mantenere il batito, o qualunque altra terapia).
In una coppia infertile o sterile la possibilità di riuscita (con le dovute eccezioni, ovviamente) c'è quasi sempre. que


Uhm ok quindi il fine ultimo è garantire la possibilità di riprodursi. E del discorso del bambino e dei vari traumi cui viene sottoposto per garantire questa cosa che mi dici? Della donna che (molto spesso ma magari non sempre) per soldi deve separarsi dal bambino che ha portato in grembo nove mesi?

e poi.. scusa ma di fatto tu non stai curando l'infertilità stai solo facendo un collage di ovuli/spermatozoi/uteri funzionanti per consegnare il risultato nelle mani di chi comunque non può avere figli propri.. :dontknow:
Mi sa che fai un filo di confusione. Tu parli di utero in affitto, io parlo di fecondazione artificiale (omo o eterologa).

In ogni caso non è diverso da un trapianto, faccio un collage tra un donatore e un ricevente, o una donazione di sangue, o praticamente tutta la chirurgia dal 1500 ad oggi.

Curare non significa fare sparire una patologia. A volte è quello (un'infezione batterica, prendi l'antibiotico), altre volte, quasi la maggior parte, significa solamente ristabilire una funzione lì dove c'è una functio lesa. Pensa a un bypass coronarico, ad un pacemaker, ad un trapianto, ad un intervento di protesi d'anca/ginocchio/spalla, alla rimozione di un carcinoma, ad una tireidectomia, ad una riabilitazione da ictus o incidente stradale ecc ecc.

L'utero in affitto è un caso a parte e ovviamente più delicato (faccio notare che è pratica non consentita praticamente ovunque, a parte pochissima stati).

Pensa però se il papà si fosse bombato l'amante, che questa fosse rimasta incinta e avesse lasciato il figlio a lui e la moglie avesse deciso di adottarlo.
Penseresti che lui è un porco (o un grande, dipende :lki:), che lei è una zoccola e che la moglie è una santa ( o una cogliona, dipende :lki:). Non ti sogneresti mai di dire che quel bambino non doveva nascere.

Non cambia nulla. Cambia solo dove sborra il marito.

Ps: a proposito di collage, per ammassi cellulari di dimensioni più misere i provita fracassano i coglioni dalla mattina alla sera.
Pps: lasciamo stare gli assistenti sociali e i tribunali dei minori che sono l'aberrazione di quella che dovrebbero essere.
Poi a parte vi scrivo di un caso assurdo capitato proprio alla mia ragazza qualche mese fa.
Ritengo di avere diritto alle royalties sull'acronimo BUBS :lki:
Sono scemo di mio :verovero: Tutto a posto | I don’t have a problem with caffeine. I have a problem without caffeine.
Se i nostri cervelli fossero abbastanza semplici da poter essere capiti, allora saremmo così semplici che non capiremmo - Ian Stewart
Fotografia ad mentula

*

Offline Sissica

  • Reginetta incontrastata del BUBS
  • *****
  • 3.207
  • 14
  • Reginetta incontrastata del BUBS
Re:Famiglia legalese
« Risposta #101 il: 01 Luglio 2015, 00:14:53 »


Ti dico cosa c'è di "male" secondo me e spero che ciò non ti infastidisca.
Innanzitutto, se non sbaglio, un individuo sente prima o poi la necessità di risalire alla propria origine, e tu stai costringendo questi bambini a non poterlo fare, per soddisfare il bisogno di una coppia.
Portar via un bambino dalla donna che l'ha portato in grembo mi pare un trauma non di poco conto.
Un essere umano nasce da un rapporto sessuale, non in laboratorio.. questa sarà una cosa che sento solo io "povero stolto non scienziato" eppure mi sembra abbastanza logica come affermazione.
Nella mia idea di mondo ideale, una coppia di genitori che vorrebbe avere figli ma si ritrova a non poterne avere, potrebbe scoprire la goia di diventare genitori di un bambino che vorrebbe averne (di genitori) ma non può. Ed è questa la solidarietà che insegnerei a scuola. Anche qui, punto di vista assolutamente personale e probabilmente non condivisibile, ma non credo fino al punto da far morire il dialogo. Ci sono problemi di burocrazia? Ecco, siamo riusciti a generare vita in un laboratorio, riusciremo a risolvere problemi di legislazione? Sai che si potrebbe evitare anche l'aborto in molti casi se si insistesse su questo punto? Gli esempi che fate voi per gisutificare l'aborto sono tutti assolutamente giusti, ma lo sai che nella mia realtà ho conosciuto almeno 6 persone che hanno abortito e *nessuna* di loro l'ha fatto per stupri/malattie? Sarà un caso?
Poi, ok, magari uno dice "sì ma io voglio un filgio mio" ecco, sì, per quello parlavo di "egoismo".


Certo che se ne deve parlare, appunto perché sono delicati.

Nel caso di utero in affitto, parli come se per la donna fosse un trauma il distacco dal bimbo dopo 9 mesi o se per il bimbo sarà un trauma sapere che è  stato portato in grembo da una donna (non madre) diversa da quella che lo ha cresciuto..La volontà di voler scoprire le origini..ma quali origini che dopo 9 mesi è già in braccio alla madre che lo ha voluto? La donna che lo ha partorito è stata sono un'incubatrice, molte donne lo fanno per soldi, in condizioni disperate.
Se consideri questo, dovresti essere contrario all'adozione..che può avvenire anche in tarda età e in tal caso la scoperta delle origini è già più plausibile.
Aborto?
Ti giro la domanda..Sei per caso uno di quei chierichetti  da "il sesso è solo un mezzo per la procreazione"? Esistono tutte le precauzioni che vuoi ma, al di la di tutti gli esempi estremi già fatti, prendi una normalissima coppia, che succede se domani la ragazza resta incinta e non si è nelle condizioni di poter affrontare una gravidanza, un figlio e tutto ciò che ne comporta?
Bisogna essere pronti, nelle condizioni ottimali, sicuri e decisi. Non stai mica scegliendo un nuovo divano in pelle di cui devi prenderti cura.

Ho appena finito di vedere una puntata di un telefilm (Orange is the new black s03e01) e si è proprio parlato di aborto.
Torno su un esempio drastico, visto che la storia parla di donne in prigione.
La scena vede una donna che piange per aver i suoi "bimbi mai nati", un'altra le fa un bel discorso:

(click to show/hide)

Ci sono condizioni in cui è davvero la migliore scelta da fare. Per la madre, per il figlio, per la società.

*

Offline TonyWhite

  • Apostolo dello SPAM
  • ********
  • 32.439
  • 195
    • Se proprio non hai un cazzo da fare...
Re:Famiglia legalese
« Risposta #102 il: 01 Luglio 2015, 11:42:36 »
Mi piace come riusciate ad argomentare a lungo discorsi che riuscirei soltanto a fare in due (massimo venti) righe :pipp:
Io avrei riassunto tutto con "cazzi loro"

*

Offline Buntolo

  • Quello che si ostina ad usare Opera Mobile nonostante gli raddoppi i post
  • ******
  • 10.749
  • 43
Re:Famiglia legalese
« Risposta #103 il: 01 Luglio 2015, 14:42:18 »
Siamo in troppi su questo mondo, se qualcuno non riesce a figliare tanto meglio.
Avessi tanti soldi manderei degli aerei nei cieli di Paesi ad alto tasso di figliagione a far cadere piogge di preservativi.

*

Offline shishimaru

  • ******
  • 8.069
  • 16
  • "Arrivederci."
Re:Famiglia legalese
« Risposta #104 il: 01 Luglio 2015, 16:10:42 »
Non ho una linea di pensiero ben precisa, ma in genere è: se serve/torna utile/non dà fastidio/problemi allora per me può starci. Sull'aborto poi sono tutt'altro che contro. Ogni ragionamento contrario o ottimista sul futuro del nascituro e della famiglia non tiene mai, lo dico anche per esperienza diretta :yno:
- "Vernon Roche! Special Forces Commander for the last four years. Servant of the Temerian King. Responsible for the pacification of the Mahakam foothills. Hunter of elves, murderer of women and children. Twice decorated for valor on the field of battle."
- "Iorveth! A regular son of a whore!"

+ "For Freya and Meliteleee!
+ "CANCARO TI E DIOOOOOOOOO!!"

*

Offline Cire

  • Utente più fastidioso del foro, ben più di Sacco
  • ********
  • 30.030
  • 96
  • Ogni donna sogna un pezzo di Cire
    • Dubito lo finirò tanto presto
Re:Famiglia legalese
« Risposta #105 il: 01 Luglio 2015, 16:29:21 »
Siamo in troppi su questo mondo, se qualcuno non riesce a figliare tanto meglio.
Avessi tanti soldi manderei degli aerei nei cieli di Paesi ad alto tasso di figliagione a far cadere piogge di preservativi.
Ma tanto poi non li usano, dovresti paracadutare anche squadre di informazione.

*

Offline Sissica

  • Reginetta incontrastata del BUBS
  • *****
  • 3.207
  • 14
  • Reginetta incontrastata del BUBS
Re:Famiglia legalese
« Risposta #106 il: 01 Luglio 2015, 23:43:49 »

Avessi tanti soldi manderei degli aerei nei cieli di Paesi ad alto tasso di figliagione a far cadere piogge di preservativi.

 :mki:
L'ho sempre voluto fare anche io, insieme a

paracadutare anche squadre di informazione.

 :ysy: :ysy:

Il signor Vaticano ad esempio i soldini li ha, ma figurati se pensa a civilizzare la gente.
Ignoranti e numerosi gli servono.

Ops. L'ho scritto.

*

Offline eldar

  • Apostolo dello SPAM
  • *******
  • 18.946
  • 235
  • Giuda, per essere precisi.
Re:Famiglia legalese
« Risposta #107 il: 01 Luglio 2015, 23:57:21 »

Avessi tanti soldi manderei degli aerei nei cieli di Paesi ad alto tasso di figliagione a far cadere piogge di preservativi.

 :mki:
L'ho sempre voluto fare anche io, insieme a

paracadutare anche squadre di informazione.

 :ysy: :ysy:

Il signor Vaticano ad esempio i soldini li ha, ma figurati se pensa a civilizzare la gente.
Ignoranti e numerosi gli servono.

Ops. L'ho scritto.




guarda... ha sminchiato il quote

*

Offline zeek

  • *****
  • 4.902
  • 16
Re:Famiglia legalese
« Risposta #108 il: 02 Luglio 2015, 01:11:02 »
Non ho una linea di pensiero ben precisa, ma in genere è: se serve/torna utile/non dà fastidio/problemi allora per me può starci. Sull'aborto poi sono tutt'altro che contro. Ogni ragionamento contrario o ottimista sul futuro del nascituro e della famiglia non tiene mai, lo dico anche per esperienza diretta :yno:
mah, sai non è tanto una questione di ottimismo, o il voler essere contrari, è che proprio non riesco a vederlo in modo molto diverso da un omicidio. Cioè ok sarà una parola forte, ma dal mio punto di vista non si discosta molto, onestamente l'ho sempre trovata una scusa per altro poco convincente quella del "quell'ammasso di cellule non è vita" - perché in realtà tutti da lì siamo partiti, di vita una ne abbiamo, e se io fermo l'inizio di quella, ciao. E quindi mi viene da chiedermi se sia giusto che una persona decida della vita di un'altra. Perché di questo si tratta. Poi oh, bisogna beccarsi ignorante/bigotto/etc da tutti più o meno velatamente, solo perché ti chiedi se sia giusto interrompere lo sviluppo di una vita.

*

Offline Cire

  • Utente più fastidioso del foro, ben più di Sacco
  • ********
  • 30.030
  • 96
  • Ogni donna sogna un pezzo di Cire
    • Dubito lo finirò tanto presto
Re:Famiglia legalese
« Risposta #109 il: 02 Luglio 2015, 08:17:43 »

Avessi tanti soldi manderei degli aerei nei cieli di Paesi ad alto tasso di figliagione a far cadere piogge di preservativi.

 :mki:
L'ho sempre voluto fare anche io, insieme a

paracadutare anche squadre di informazione.

 :ysy: :ysy:

Il signor Vaticano ad esempio i soldini li ha, ma figurati se pensa a civilizzare la gente.
Ignoranti e numerosi gli servono.

Ops. L'ho scritto.

Così sembra l'abbia scritto io.

*

Offline Darko

  • Vaginecologo ufficiale del forum
  • *******
  • 16.976
  • 206
  • All work and no spam makes Darko a dull boy
    • Sprazzi di follia
Re:Famiglia legalese
« Risposta #110 il: 02 Luglio 2015, 12:10:54 »
Non ho una linea di pensiero ben precisa, ma in genere è: se serve/torna utile/non dà fastidio/problemi allora per me può starci. Sull'aborto poi sono tutt'altro che contro. Ogni ragionamento contrario o ottimista sul futuro del nascituro e della famiglia non tiene mai, lo dico anche per esperienza diretta :yno:
mah, sai non è tanto una questione di ottimismo, o il voler essere contrari, è che proprio non riesco a vederlo in modo molto diverso da un omicidio. Cioè ok sarà una parola forte, ma dal mio punto di vista non si discosta molto, onestamente l'ho sempre trovata una scusa per altro poco convincente quella del "quell'ammasso di cellule non è vita" - perché in realtà tutti da lì siamo partiti, di vita una ne abbiamo, e se io fermo l'inizio di quella, ciao. E quindi mi viene da chiedermi se sia giusto che una persona decida della vita di un'altra. Perché di questo si tratta. Poi oh, bisogna beccarsi ignorante/bigotto/etc da tutti più o meno velatamente, solo perché ti chiedi se sia giusto interrompere lo sviluppo di una vita.

Il punto è semplice.
Non è vita in quanto non cosciente (in senso ampio).
Tant'è che diventa illegale abortire quando si formano le connessioni nervose di base (alla fine del primo trimestre) e nessuno è autorizzato a praticare aborto ameno che non ci siano situazioni molto particolari.

In ogni caso tu stai mettendo il diritto di un qualcosa che non c'è, in essere, davanti a quello di qualcosa che esiste già, la donna.

Non ti sembra un po' paradossale?

Anzi, ti dirò di più. Da un punto di vista prettamente legale, la legge sull'aborto è l'unica che tutela il feto, in quanto un feto, per tutte le altre leggi (parlo per l'Italia) non è considerata persona giuridica, quindi non ha diritti.
Diventa persona giuridica nel momento in cui respira per la prima volta, quindi una volta nato.

Senza considerare che puoi proibire quello che vuoi, ma gli aborti saranno sempre praticati, non è che sono novità di oggi, con la conseguenza però che di persone (secondo il tuo punto di vista) va a finire che ne ammazzi due: figlio e mamma.

La legge del 194/78 nasce anche per arginare questo problema, che era molto diffuso.
E ahimé lo è ancora, perché molte donne, vivendolo come colpa agli occhi di famiglia e società, indipendentemente dal motivo che le ha spinte, finiscono nelle mani di mammane o ciarlatani che le mutilano, quando non le uccidono.

Preferisco la nostra legge, molto all'avanguardia, che tutela prima la vita già esistente della donna :pipp:
Ritengo di avere diritto alle royalties sull'acronimo BUBS :lki:
Sono scemo di mio :verovero: Tutto a posto | I don’t have a problem with caffeine. I have a problem without caffeine.
Se i nostri cervelli fossero abbastanza semplici da poter essere capiti, allora saremmo così semplici che non capiremmo - Ian Stewart
Fotografia ad mentula

*

Offline zeek

  • *****
  • 4.902
  • 16
Re:Famiglia legalese
« Risposta #111 il: 02 Luglio 2015, 12:46:45 »
Io stavo facendo un discorso semplicemente personale - condividi il fatto che da un feto si origina una vita unica? Quindi interrompendo quel processo di fatto interrompi una vita. Il fatto che ancora non sia coscente -> per come la vedo io <- è un cavillo: gli stai impedendo di vivere.

Poi per carità non ho la pretesa di dire che dovrebbe essere abolita la legge o roba del genere, dico solo che sarebbe bella un po' di *vera* solidarietà. E quindi sussidi nei casi in cui il problema sono i soldi, e miglioramento delle adozioni, in modo che in molti casi si possa evitare.

E comunque.. paradossale... boh, ripeto, mi fa effetto parlare di diritti quando in ballo c'è la vita di qualcuno. Non ancora formato e ok, ma.. se lo fai fuori quel tizio lì semplicemente non avrà mai la possibilità di vivere, è come se tu gli dicessi "mi dispiace ma per te qui non c'è posto". Non so se eldi era serio (mi sa di sì xD) però a me sta cosa mette davvero i brividi.

Se parliamo di diritti, visto che c'è in ballo la vita, allora lo concepisco nel caso in cui la madre rischia essa stessa la vita. Lì sì che sono scelte, se il discorso è "un figlio a 16 anni ti rovina la vita" per quanto possa essere vero, onestamente, pensa quanto la stai rovinando tu a lui, la vita. OK, lui non sente/non si rende conto/non lo saprà mai/etc ma tutto questo che significa?? Cioè, cavoli, ha il diritto di vivere sì o no?!

Comunque, anche se evidentemente non ci intenderemo mai (tra l'altro su un forum meno che mai), mi ha fatto piacere parlarne, anche perché comunque ho capito qualcosa di più del vostro modo di vedere le cose. Ora finalmente ho capito almeno in base a cosa si parla di diritto ad avere un figlio (non sapevo questa cosa dell'OMS).

*

Offline Sissica

  • Reginetta incontrastata del BUBS
  • *****
  • 3.207
  • 14
  • Reginetta incontrastata del BUBS
Re:Famiglia legalese
« Risposta #112 il: 02 Luglio 2015, 12:59:46 »
Abbiamo uno zeek aristotelico che si strugge per il passaggio dalla potenza all'atto. :asd:

Darko, posso clonarti?  :-[

*

Offline Darko

  • Vaginecologo ufficiale del forum
  • *******
  • 16.976
  • 206
  • All work and no spam makes Darko a dull boy
    • Sprazzi di follia
Re:Famiglia legalese
« Risposta #113 il: 02 Luglio 2015, 13:23:26 »
Io stavo facendo un discorso semplicemente personale - condividi il fatto che da un feto si origina una vita unica? Quindi interrompendo quel processo di fatto interrompi una vita. Il fatto che ancora non sia coscente -> per come la vedo io <- è un cavillo: gli stai impedendo di vivere.
Nì. Potrebbe anche abortire spontaneamente come il 70% delle gravidanze.
In ogni caso io parlo di embrione, tu di feto. Il significato è profondamente diverso.
In ogni caso siamo sempre lì
Abbiamo uno zeek aristotelico che si strugge per il passaggio dalla potenza all'atto. :asd:
:verovero:

Poi per carità non ho la pretesa di dire che dovrebbe essere abolita la legge o roba del genere, dico solo che sarebbe bella un po' di *vera* solidarietà. E quindi sussidi nei casi in cui il problema sono i soldi, e miglioramento delle adozioni, in modo che in molti casi si possa evitare.
Sicuramente sì, ma sono decenni che se ne parla e soldi non ce n'è
Ci sono associazioni provita e/o cattoliche (dico queste perché sono quelle più forti sul territorio nostrano) economicamente potentissime che potrebbero arginare il problema con fondi ad hoc, che non lo fanno. Preferiscono spenderli per rompere le palle, piuttosto che agire.

E comunque.. paradossale... boh, ripeto, mi fa effetto parlare di diritti quando in ballo c'è la vita di qualcuno. Non ancora formato e ok, ma.. se lo fai fuori quel tizio lì semplicemente non avrà mai la possibilità di vivere, è come se tu gli dicessi "mi dispiace ma per te qui non c'è posto". Non so se eldi era serio (mi sa di sì xD) però a me sta cosa mette davvero i brividi.
Questa è una visione puramente religiosa della questione.
Non c'è nessuno a cui dirlo, di fatto. Inutile girarci intorno.
In quello stadio una zanzara è più evoluta.

Se parliamo di diritti, visto che c'è in ballo la vita, allora lo concepisco nel caso in cui la madre rischia essa stessa la vita. Lì sì che sono scelte, se il discorso è "un figlio a 16 anni ti rovina la vita" per quanto possa essere vero, onestamente, pensa quanto la stai rovinando tu a lui, la vita. OK, lui non sente/non si rende conto/non lo saprà mai/etc ma tutto questo che significa?? Cioè, cavoli, ha il diritto di vivere sì o no?!
Tu ti sei fissato con le ragazzine che trombano come le vacche e poi vogliono abortire perché sono bestie, ma ti assicuro che è un fenomeno irrisorio
Fonte ufficiale Sistema sanitario nazionale
http://www.epicentro.iss.it/problemi/ivg/epid.asp

Sono solo lo 0,49% delle donne che abortiscono.

In quel caso, comunque, il lavoro andrebbe fatto a monte, con l'educazione sessuale seria nelle scuole, l'incentivo all'uso dei contraccettivi, anche per quanto riguarda la trasmissione di malattie sessuali e una politica di educazione al sesso sicuro capillare.

Qui, purtroppo, non si è fatto per l'ingerenza della chiesa nelle questioni quotidiane: il preservativo è peccato, la pillola del giorno dopo è peccato, l'educazione sessuale è immorale ecc ecc.
Peccato che gli istinti non li controlli facilmente, specie in un adolescente.
Basta vedere come hanno stravolto la direttiva OMS sull'educazione sessuale, attribuendole passaggi che non esistono (come quello di insegnare ai bambini sotto i 4 anni a masturbarsi).
Tant'è che negli ultimi 15 anni, gli aborti si sono ridotti numericamente, proprio perché siamo tutti un filo più informati e aperti al discorso sesso.

Comunque, anche se evidentemente non ci intenderemo mai (tra l'altro su un forum meno che mai), mi ha fatto piacere parlarne, anche perché comunque ho capito qualcosa di più del vostro modo di vedere le cose. Ora finalmente ho capito almeno in base a cosa si parla di diritto ad avere un figlio (non sapevo questa cosa dell'OMS).

;)

Darko, posso clonarti?  :-[

Vieniti a prendere l'originale  ;D
Ritengo di avere diritto alle royalties sull'acronimo BUBS :lki:
Sono scemo di mio :verovero: Tutto a posto | I don’t have a problem with caffeine. I have a problem without caffeine.
Se i nostri cervelli fossero abbastanza semplici da poter essere capiti, allora saremmo così semplici che non capiremmo - Ian Stewart
Fotografia ad mentula

*

Offline TonyWhite

  • Apostolo dello SPAM
  • ********
  • 32.439
  • 195
    • Se proprio non hai un cazzo da fare...
Re:Famiglia legalese
« Risposta #114 il: 02 Luglio 2015, 14:14:51 »

Avessi tanti soldi manderei degli aerei nei cieli di Paesi ad alto tasso di figliagione a far cadere piogge di preservativi.

 :mki:
L'ho sempre voluto fare anche io, insieme a

paracadutare anche squadre di informazione.

 :ysy: :ysy:

Il signor Vaticano ad esempio i soldini li ha, ma figurati se pensa a civilizzare la gente.
Ignoranti e numerosi gli servono.

Ops. L'ho scritto.




guarda... ha sminchiato il quote

+1 Eld :rp: :rp: :rp: :rp: :rp: :rp: :rp:

*

Offline zeek

  • *****
  • 4.902
  • 16
Re:Famiglia legalese
« Risposta #115 il: 02 Luglio 2015, 15:31:39 »
Abbiamo uno zeek aristotelico che si strugge per il passaggio dalla potenza all'atto. :asd:
:verovero:
è un insulto pure questo, provenendo da sissi, oppure posso considerarlo un complimento? :asd:

Poi per carità non ho la pretesa di dire che dovrebbe essere abolita la legge o roba del genere, dico solo che sarebbe bella un po' di *vera* solidarietà. E quindi sussidi nei casi in cui il problema sono i soldi, e miglioramento delle adozioni, in modo che in molti casi si possa evitare.
Sicuramente sì, ma sono decenni che se ne parla e soldi non ce n'è
Ci sono associazioni provita e/o cattoliche (dico queste perché sono quelle più forti sul territorio nostrano) economicamente potentissime che potrebbero arginare il problema con fondi ad hoc, che non lo fanno. Preferiscono spenderli per rompere le palle, piuttosto che agire.
Anche qui, alcune associazioni dicono che in realtà gli viene impedito di lavorare, come al solito posso ragionevolmente supporre che la verità stia nel mezzo - sicuramente c'è chi aiuta e c'è chi rompe solamente i coglioni.

E comunque.. paradossale... boh, ripeto, mi fa effetto parlare di diritti quando in ballo c'è la vita di qualcuno. Non ancora formato e ok, ma.. se lo fai fuori quel tizio lì semplicemente non avrà mai la possibilità di vivere, è come se tu gli dicessi "mi dispiace ma per te qui non c'è posto". Non so se eldi era serio (mi sa di sì xD) però a me sta cosa mette davvero i brividi.
Questa è una visione puramente religiosa della questione.
Non c'è nessuno a cui dirlo, di fatto. Inutile girarci intorno.
In quello stadio una zanzara è più evoluta.
uhm.. beh, qui però no dai è evidente che se tua madre avesse abortito ora non ci sarebbe un dottore ad aiutare un sacco di persone.
Se la madre di sissica avesse abortito, non avremmo una biotecnologa che tenta di salvare le patate.
e così via.
Quindi, al di là delle statistiche, si può dire che se interrompi il processo che porta un embrione alla vita sei tu l'artefice di quella interruzione.  :pipp:

Se parliamo di diritti, visto che c'è in ballo la vita, allora lo concepisco nel caso in cui la madre rischia essa stessa la vita. Lì sì che sono scelte, se il discorso è "un figlio a 16 anni ti rovina la vita" per quanto possa essere vero, onestamente, pensa quanto la stai rovinando tu a lui, la vita. OK, lui non sente/non si rende conto/non lo saprà mai/etc ma tutto questo che significa?? Cioè, cavoli, ha il diritto di vivere sì o no?!
Tu ti sei fissato con le ragazzine che trombano come le vacche e poi vogliono abortire perché sono bestie, ma ti assicuro che è un fenomeno irrisorio
Fonte ufficiale Sistema sanitario nazionale
http://www.epicentro.iss.it/problemi/ivg/epid.asp

Sono solo lo 0,49% delle donne che abortiscono.
oh, questa è una statistica molto interessante.
Quindi tu stai dicendo che il restante 99.51% degli aborti è per via di stupri/malattie (che tipo di malattie? Se sono Down si può abortire?)/rischio di morte della madre? Mi sembra molto rosea la stastistica, però già meglio di quello che mi aspettavo.

In quel caso, comunque, il lavoro andrebbe fatto a monte, con l'educazione sessuale seria nelle scuole, l'incentivo all'uso dei contraccettivi, anche per quanto riguarda la trasmissione di malattie sessuali e una politica di educazione al sesso sicuro capillare.

Qui, purtroppo, non si è fatto per l'ingerenza della chiesa nelle questioni quotidiane: il preservativo è peccato, la pillola del giorno dopo è peccato, l'educazione sessuale è immorale ecc ecc.
Peccato che gli istinti non li controlli facilmente, specie in un adolescente.
Basta vedere come hanno stravolto la direttiva OMS sull'educazione sessuale, attribuendole passaggi che non esistono (come quello di insegnare ai bambini sotto i 4 anni a masturbarsi).
Tant'è che negli ultimi 15 anni, gli aborti si sono ridotti numericamente, proprio perché siamo tutti un filo più informati e aperti al discorso sesso.
In questo caso hai probabilmente ragione. Anche se, non dispiacetevi, avete un'idea un po' stereotipata della Chiesa, e c'è davvero tanto astio che a volte (magari non sempre, ma spesso) accieca. Non sono tutti dei coglioni, ve l'assicuro.

Comunque, anche se evidentemente non ci intenderemo mai (tra l'altro su un forum meno che mai), mi ha fatto piacere parlarne, anche perché comunque ho capito qualcosa di più del vostro modo di vedere le cose. Ora finalmente ho capito almeno in base a cosa si parla di diritto ad avere un figlio (non sapevo questa cosa dell'OMS).

;)
oh insomma, può essere che alla prossima risposta mi fermo, ma non capita tutti i giorni di potersi confrontare con un dottore su questo argomento  ;D

*

Offline sgnablo

  • Tiranno Democratico
  • *******
  • 16.784
  • 250
  • [rimosso dallo staff]
Re:Famiglia legalese
« Risposta #116 il: 02 Luglio 2015, 15:40:23 »
Citazione da: zeek
uhm.. beh, qui però no dai è evidente che se tua madre avesse abortito ora non ci sarebbe un dottore ad aiutare un sacco di persone.
Se la madre di sissica avesse abortito, non avremmo una biotecnologa che tenta di salvare le patate.

riguardo questo discorso, c'era un simpatico botta e risposta che avevo visto, e faceva più o meno così:

-e se la persona che fosse destinata a scoprire la cura per il cancro non nascesse mai perchè sua madre abortisse?
-e se la persona che fosse destinata a scoprire la cura per il cancro non potesse farlo perchè costretta a portare avanti una gravidanza indesiderata/a rischio, compromettendo la sua carriera e la sua ricerca?

come vedi, non è così semplice ;)
スニャブロ ufficiale del forum
pulsantoni pulsantosi per greasemonkey: http://bubs.altervista.org/index.php?topic=4.msg183#msg183
script greasemonkey anti-ads: http://bubs.altervista.org/index.php?topic=6.msg2581#msg2581

I miei vaneggi pseudodisegnosi: http://sgnafp.deviantart.com/

"Speed never killed anyone, suddenly becoming stationary, that's what gets you."

*

Offline Sissica

  • Reginetta incontrastata del BUBS
  • *****
  • 3.207
  • 14
  • Reginetta incontrastata del BUBS
Re:Famiglia legalese
« Risposta #117 il: 02 Luglio 2015, 15:46:28 »
Vieniti a prendere l'originale  ;D

E sfidare l'ira di una fidanzata sicula?
Giammai  :asd:

è un insulto pure questo, provenendo da sissi, oppure posso considerarlo un complimento? :asd:

PURE?
Non ti ho MAI insultato e mai mi permetterei. Mi scuso se ne ne ho dato l'impressione nei post precendenti.
E' solo un dato di fatto, evidenza si chiama  ;D

uhm.. beh, qui però no dai è evidente che se tua madre avesse abortito ora non ci sarebbe un dottore ad aiutare un sacco di persone.
Se la madre di sissica avesse abortito, non avremmo una biotecnologa che tenta di salvare le patate.
e così via.
Quindi, al di là delle statistiche, si può dire che se interrompi il processo che porta un embrione alla vita sei tu l'artefice di quella interruzione.  :pipp:

Se la madre di..
questo esempio non è rilevante.
Se la madre di Hitler..
Se la madre del Berlusca..
Se la madre di Fabio Grosso..
Quanti esempi si potrebbero fare, più o meno positivi.
Semplicemente non saremmo qui e non se ne sarebbe accorto nessuno.


Più avanti fai un esempio si sindrome di Down.. Questa è la meno peggio. Il doc protrebbe fare molti più esempio di patologie molto più gravi..


*

Offline sgnablo

  • Tiranno Democratico
  • *******
  • 16.784
  • 250
  • [rimosso dallo staff]
Re:Famiglia legalese
« Risposta #118 il: 02 Luglio 2015, 15:48:20 »
pensa, potrebbe nascere un grillino :lkof:
スニャブロ ufficiale del forum
pulsantoni pulsantosi per greasemonkey: http://bubs.altervista.org/index.php?topic=4.msg183#msg183
script greasemonkey anti-ads: http://bubs.altervista.org/index.php?topic=6.msg2581#msg2581

I miei vaneggi pseudodisegnosi: http://sgnafp.deviantart.com/

"Speed never killed anyone, suddenly becoming stationary, that's what gets you."

*

Offline zeek

  • *****
  • 4.902
  • 16
Re:Famiglia legalese
« Risposta #119 il: 02 Luglio 2015, 16:13:20 »
Vieniti a prendere l'originale  ;D

E sfidare l'ira di una fidanzata sicula?
Giammai  :asd:

è un insulto pure questo, provenendo da sissi, oppure posso considerarlo un complimento? :asd:

PURE?
Non ti ho MAI insultato e mai mi permetterei. Mi scuso se ne ne ho dato l'impressione nei post precendenti.
E' solo un dato di fatto, evidenza si chiama  ;D
Come dicevo a darko, sicuramente hai ragione, ma solo in parte. Non so che esperienza hai avuto tu (a giudicare da come scrivi decisamente tragica), ma io ho conosciuto diverse persone che fanno del bene, il che mi basta per infastidirmi - ma riesco a dargli quasi il giusto peso - quando leggo giudizi sommari. Però ora spostiamo troppo il focus quindi eviterò di abboccare nuovamente all'amo... forse :asd:

uhm.. beh, qui però no dai è evidente che se tua madre avesse abortito ora non ci sarebbe un dottore ad aiutare un sacco di persone.
Se la madre di sissica avesse abortito, non avremmo una biotecnologa che tenta di salvare le patate.
e così via.
Quindi, al di là delle statistiche, si può dire che se interrompi il processo che porta un embrione alla vita sei tu l'artefice di quella interruzione.  :pipp:

Se la madre di..
questo esempio non è rilevante.
Se la madre di Hitler..
Se la madre del Berlusca..
Se la madre di Fabio Grosso..
Quanti esempi si potrebbero fare, più o meno positivi.
Semplicemente non saremmo qui e non se ne sarebbe accorto nessuno.


Più avanti fai un esempio si sindrome di Down.. Questa è la meno peggio. Il doc protrebbe fare molti più esempio di patologie molto più gravi..
:mmm: ma come l'esempio non è rilevante? Il punto non è dimostrare cosa sia giusto o meno - cioè se si possano fare più danni di quanti non se ne possano riparare, il punto è semplicemente dimostrare che si interrompe lo sviluppo di una vita.

Comunque ok ho capito cosa state dicendo - secondo voi è possibile farlo semplicemente perché non se ne accorge nessuno e quindi apposto così. Invece secondo me è proprio questo il punto: quello non può nemmeno difendersi e noi gli si toglie la possibilità di vivere. Cioè il punto non è se se ne accorge o meno, il punto è che gli hai impedito di vivere. :confused:

la verità è che più ci penso, più mi convinco che non sia una decisione che spetta a noi, però imamgino che per voi sia l'esatto contrario :asd: