*

Offline Buntolo

  • Quello che si ostina ad usare Opera Mobile nonostante gli raddoppi i post
  • ******
  • 11.107
  • 44
Re:ubuntu 20.04
« Risposta #20 il: 27 Maggio 2020, 21:27:58 »
Fai bene , e solo tempo perso e incassamenti .  :asd:

Provato per qualche giorno e fa nausa .

Il fatto è che per me posso fare come sto facendo, ma per lavoro e parentame/amici tocca batterci la testa (non tutti i problemi da me elencati sono stati vissuti sui miei PC).

*

Offline sgnablo

  • Tiranno Democratico
  • *******
  • 16.821
  • 252
  • [rimosso dallo staff]
Re:ubuntu 20.04
« Risposta #21 il: 28 Maggio 2020, 18:36:58 »
Beh oddio, quanto a feature che spariscono random o smettono di funzionare anche gnome non scherza :asd:
スニャブロ ufficiale del forum
pulsantoni pulsantosi per greasemonkey: http://bubs.altervista.org/index.php?topic=4.msg183#msg183
script greasemonkey anti-ads: http://bubs.altervista.org/index.php?topic=6.msg2581#msg2581

I miei vaneggi pseudodisegnosi: http://sgnafp.deviantart.com/

"Speed never killed anyone, suddenly becoming stationary, that's what gets you."

*

Offline Buntolo

  • Quello che si ostina ad usare Opera Mobile nonostante gli raddoppi i post
  • ******
  • 11.107
  • 44
Re:ubuntu 20.04
« Risposta #22 il: 28 Maggio 2020, 22:24:02 »
Beh oddio, quanto a feature che spariscono random o smettono di funzionare anche gnome non scherza :asd:

Non saprei dirti chi sia peggio. :facepalm:
Una delle fonti di orrori e problemi di Windows è la sua enorme retrocompatibilità e il supporto a librerie e interfaccie di 30 anni fa, tuttavia è anche un suo pregio in quanto a longevità e mancata esigenza di modificare continuamente un applicativo/ambiente di lavoro.
GNOME è uno scherzo da quel punto di vista, cambia continuamente così tanto, rompendo sempre tutto che lo rende estremamente inaffidabile per lavorarci con tranquillità.

*

Offline GrEyOwL

  • ****
  • 2.158
  • 7
Re:ubuntu 20.04
« Risposta #23 il: 28 Maggio 2020, 22:37:58 »
con la differenza che in Linux, se voglio stabilità per la produttività, posso usare XFCE ad esempio.
 :asd:
Firma.

*

Offline Buntolo

  • Quello che si ostina ad usare Opera Mobile nonostante gli raddoppi i post
  • ******
  • 11.107
  • 44
Re:ubuntu 20.04
« Risposta #24 il: 28 Maggio 2020, 23:26:11 »
con la differenza che in Linux, se voglio stabilità per la produttività, posso usare XFCE ad esempio.
 :asd:

Infatti è quel che uso normalmente, fuori dal mio fisso da gioco e da lavoro temporaneo (che ha GNOME 3 solo perché è il vecchio sistema da gioco e non ho cazzi di stare a toccarlo).

*

Offline alesales

  • **
  • 328
  • 9
Re:ubuntu 20.04
« Risposta #25 il: 29 Maggio 2020, 11:12:48 »
sono talmente fuori dal mondo ubuntu (e anche linux, ormai...) che non sapevo nemmeno del doppio gestore pacchetti :O
ormai uso linux solo per lavoro, o su raspberry pi. A casa non avvio la partizione manjaro da quando stavo smadonnando per provare kde....

Capisco benissimo come si possa non usare Linux ma non capisco come si possa usare W10. Da quando annunciarono la morte di W7 ho praticamente abbandonato Windows al 90%, per via dell'orrore che è W10.

Ma sai che invece io ritengo W10 come un grande successo in fatto di stabilita' ed affidabilita, insieme a Windows 7 ovviamente?

Poi per carita' ha le sue idiosincrasie, tipo il doppio pannello di controllo che stanno pian piano unificando, piuttosto il fatto che sulle versioni Home arrivano preinstallate alcune apps/giochi di merda, ma con 2 click li rimuovi.

Essenzialmente che cosa ti infastidisce? E lo chiedo con la curiosita' di chi, dopo anni che trovava WIndows inusabile, ora lo ritiene un prodotto maturo  :)

*

Offline TonyWhite

  • Apostolo dello SPAM
  • ********
  • 33.092
  • 198
    • Se proprio non hai un cazzo da fare...
Re:ubuntu 20.04
« Risposta #26 il: 29 Maggio 2020, 11:27:07 »
Beh oddio, quanto a feature che spariscono random o smettono di funzionare anche gnome non scherza :asd:

Non saprei dirti chi sia peggio. :facepalm:
Una delle fonti di orrori e problemi di Windows è la sua enorme retrocompatibilità e il supporto a librerie e interfaccie di 30 anni fa, tuttavia è anche un suo pregio in quanto a longevità e mancata esigenza di modificare continuamente un applicativo/ambiente di lavoro.
GNOME è uno scherzo da quel punto di vista, cambia continuamente così tanto, rompendo sempre tutto che lo rende estremamente inaffidabile per lavorarci con tranquillità.

Più cresce e più diventa vecchio: è una feature che lo rende umano! :lkof:

*

Offline sheldon

  • ******
  • 6.416
  • 9
Re:ubuntu 20.04
« Risposta #27 il: 29 Maggio 2020, 16:18:04 »
sono talmente fuori dal mondo ubuntu (e anche linux, ormai...) che non sapevo nemmeno del doppio gestore pacchetti :O
ormai uso linux solo per lavoro, o su raspberry pi. A casa non avvio la partizione manjaro da quando stavo smadonnando per provare kde....

Capisco benissimo come si possa non usare Linux ma non capisco come si possa usare W10. Da quando annunciarono la morte di W7 ho praticamente abbandonato Windows al 90%, per via dell'orrore che è W10.

Ma sai che invece io ritengo W10 come un grande successo in fatto di stabilita' ed affidabilita, insieme a Windows 7 ovviamente?

Poi per carita' ha le sue idiosincrasie, tipo il doppio pannello di controllo che stanno pian piano unificando, piuttosto il fatto che sulle versioni Home arrivano preinstallate alcune apps/giochi di merda, ma con 2 click li rimuovi.

Essenzialmente che cosa ti infastidisce? E lo chiedo con la curiosita' di chi, dopo anni che trovava WIndows inusabile, ora lo ritiene un prodotto maturo  :)

Lo dicevano anche di xp .  ;D

*

Offline Buntolo

  • Quello che si ostina ad usare Opera Mobile nonostante gli raddoppi i post
  • ******
  • 11.107
  • 44
Re:ubuntu 20.04
« Risposta #28 il: 30 Maggio 2020, 23:01:03 »
Ma sai che invece io ritengo W10 come un grande successo in fatto di stabilita' ed affidabilita, insieme a Windows 7 ovviamente?

Poi per carita' ha le sue idiosincrasie, tipo il doppio pannello di controllo che stanno pian piano unificando, piuttosto il fatto che sulle versioni Home arrivano preinstallate alcune apps/giochi di merda, ma con 2 click li rimuovi.

Essenzialmente che cosa ti infastidisce? E lo chiedo con la curiosita' di chi, dopo anni che trovava WIndows inusabile, ora lo ritiene un prodotto maturo  :)

Io trovai il nirvana con Windows 7 su SSD, a parte che era scomodo e vecchio come interfaccia.

Con Windows 10 ho tanti problemi, anche tralasciando l'interfaccia mista e varie arretratezze grafiche che risalgono a Windows 3.1, ma che dall'altro lato mi "affascinano" e ritengo meglio del "cazzi vostri" di GNOME 3.

Cerco di tralasciare i classici problemi molto aneddotici "non mi ha funzionato quella volta, ha fatto un crash, etc.", voglio cercare di dare un punto di vista generale da chi ha sistemato a lavoro e fuori qualche decina di installazioni di Windows 10; non tantissime lo so, ma comunque abbastanza più di quanto una persona normale maneggia.

Forse potrebbe andare meglio col deploy, ma penso che non abbia molto senso per numeri così piccoli.

TL;DR: usa Windows 10 LTSC e poi muori.
  • Gli aggiornamenti sono strutturati male, come concetto, organizzazione e distribuzione proprio. Windows 10 è una semi-rolling, ma è troppo un'alfa/beta: il downgrade non è facile e non ci sono strumenti per controllare veramente gli aggiornamenti. Bada bene: non sto citando quella volta che l'aggiornamento X mi ha creato il problema Y, quello succede spessissimo anche con Linux, mi riferisco al fatto che Windows non abbia un modo per prevenire questi incidenti, un modo per limitarli e neppure un modo per curarsi dopo il danno.
    Più volte il problema è stato affrontato come "ritiriamo l'aggiornamento, chi l'ha beccato e ha sputtanto Windows cazzi sua fino a che non rimettiamo l'aggiornamento riveduto e corretto, probabilmente al primo martedì del prossimo mese, se va bene". Certo, in alcuni casi puoi disinstallare l'aggiornamento incriminato, ma non è indolore la cosa e soprattutto Windows non è organizzato a "versione 1.23 del pacchetto X", ma con "KB123456789 contenente aggiornamenti specifici per vari file, dll, eseguibili, etc.", in pratica sono dei maxi-blocchi con dentro di tutto e di più.

    Bada bene: capisco benissimo che tanti attuali problemi di Windows vengono da scelte fatte decenni fa per prendere delle scorciatoie e secondo me Microsoft sta facendo mezzi miracoli per far funzionare tutto. Non sto criticando che questi problemi succedano, sto criticando che Microsoft potrebbe migliorare enormemente la situazione ma non lo fa per scelte deliberate: Windows 7, 8.x e 10 LTSC infatti hanno maggior controllo sugli aggiornamenti.
  • Sotto il cofano Windows 10 è decisamente superiore ai predecessori, ma se usi LTSC e poi una qualunque altra versione di Windows 10 ti rendi conto di quanto Microsoft abbia deliberatamente rovesciato secchiate di spazzatura sopra il sistema operativo per motivi pubblicitari o qualcosa del genere. Candy Bestemmione Crush Stocazzo su Windows 10 Professional. Ripeto: giochini del cazzo da cellulare installati in automatico al primo riavvio. Iso ufficiale scaricata dal sito Microsoft, non cacate OEM. E devi fare tasto dx > disinstalla su ognuna di esse. E al prossimo aggiornamento ritornano, è così da 3 anni tipo.

    Questa settimana ho messo le mani su un PC nuovo di recente installazione (1 mese scarso?) con qualche giochino scaricato automaticamente da Windows 10. Per il desktop remoto sono andato a restringere gli IP ammessi nel firewall e trovo nella lista di porte/servizi delle regole per questo giochino, che aveva delle funzionalità online.

    A me sembra l'orrore, anche da un punto di vista della sicurezza, visto che agli sviluppatori gliene frega il giusto di questa roba, che dopo 2 anni magari viene abbandonata per un nuovo giochino super-luccicoso.
  • In generale c'è tanta spazzatura inutile. Un paio di anni fa feci uno script che stuprava brutalmente Windows 10 per togliere spazzatura: circa 3 GB liberati. Non sto parlando tanto di un problema di spazio su disco (ma un po' lo è), quanto in generale l'avere roba extra da aggiornare sia un potenziale problema sotto ogni punto di vista.
    Per esempio, ci sono app Xbox pre-installate e non disinstallabili. Odio, tanto odio.
  • È stato rimosso moltissimo controllo all'utente finale circa il comportamento di Windows. Purtroppo dove lavoro siamo squattrinati e abbiamo Windows 10 su dischi meccanici: è una tortura cinese, ma Windows 8.1 va molto meglio grazie al fatto che non ha tutta la merda del successore a intasare il disco. Windows 10 di base ha un sacco di servizi diagnostici e di telemetria che lavorano continuamente e pesantemente in background, con continui accessi al disco. Lo so che ormai tutti dovrebbero avere un SSD come disco di sistema, ma è il concetto a essere pesantemente sbagliato. LTSC non soffre di questo problema.
  • Ce ne sono altre ma ho già scritto molto e non è affatto un TL;DR come speravo, infatti ho modificato questo punto e la dichiarazione di TL;DR. Seriamente, confronta una qualunque versione di Windows 10 con Windows 10 LTSC, vedendo le differenze vien da piangere di rabbia. E la cosa peggiora quando vedi come Microsoft stia pesantemente diffidando le aziende dall'usare LTSC che vorrebbe venisse usato solo tipo per scenari mono-compito (es: macchinari medici, etc.) e non come un erede di Windows 7. Questi fetenti vogliono che le aziende usino Windows 10 [Un]Professional con giochini del cazzo, telebestemmiometria e la puttana aggiornata della mammadivina in croce del "patch tuesday".
« Ultima modifica: 30 Maggio 2020, 23:06:22 da Buntolo »

*

Offline madnessmike

  • Lo sminchia-board
  • ******
  • 9.413
  • 139
  • Spam a while, spam forever.
Re:ubuntu 20.04
« Risposta #29 il: 31 Maggio 2020, 09:26:34 »
Domanda cojona, dove hai preso la chiave per la LTSC? Ho Win10 Pro, ma se si trova a buon prezzo potrei farci un pensierino :pipp:
Il bere trionfa sempre sul male

*

Offline alesales

  • **
  • 328
  • 9
Re:ubuntu 20.04
« Risposta #30 il: 31 Maggio 2020, 12:16:26 »
  • Gli aggiornamenti sono strutturati male, come concetto, organizzazione e distribuzione proprio. Windows 10 è una semi-rolling, ma è troppo un'alfa/beta: il downgrade non è facile e non ci sono strumenti per controllare veramente gli aggiornamenti. Bada bene: non sto citando quella volta che l'aggiornamento X mi ha creato il problema Y, quello succede spessissimo anche con Linux, mi riferisco al fatto che Windows non abbia un modo per prevenire questi incidenti, un modo per limitarli e neppure un modo per curarsi dopo il danno.
    Più volte il problema è stato affrontato come "ritiriamo l'aggiornamento, chi l'ha beccato e ha sputtanto Windows cazzi sua fino a che non rimettiamo l'aggiornamento riveduto e corretto, probabilmente al primo martedì del prossimo mese, se va bene". Certo, in alcuni casi puoi disinstallare l'aggiornamento incriminato, ma non è indolore la cosa e soprattutto Windows non è organizzato a "versione 1.23 del pacchetto X", ma con "KB123456789 contenente aggiornamenti specifici per vari file, dll, eseguibili, etc.", in pratica sono dei maxi-blocchi con dentro di tutto e di più.

    Bada bene: capisco benissimo che tanti attuali problemi di Windows vengono da scelte fatte decenni fa per prendere delle scorciatoie e secondo me Microsoft sta facendo mezzi miracoli per far funzionare tutto. Non sto criticando che questi problemi succedano, sto criticando che Microsoft potrebbe migliorare enormemente la situazione ma non lo fa per scelte deliberate: Windows 7, 8.x e 10 LTSC infatti hanno maggior controllo sugli aggiornamenti.

Vero, la gestione degli aggiornamenti fa schifo, sia perche distribuiscono roba non testata (ai tempi di Windows 95/98 Microsoft aveva LETTERALMENTE ogni PC prodotto e provava gli aggiornamenti su tutti i PC e provava l'interoperativita tra gli aggiornamenti e la MAGGIOR parte dei SW di mercato), sia perche' una volta che hai installato una versione di Windows 10, poi non hai modo di avere un'unica sessione di aggiornamenti ma devi lanciare Windows update piu' e piu' volte con vari reboot nel mezzo.

Sotto questo punto di vista, tra i tre maggiori OS, quello piu' efficente e' MacOS, che ragiona per major release (tipo 10.15) e update bundle (tipo 10.15.5), ed eventuali emergency fix per gravi scoperture di sicurezza ed eventuali supplemental bundle per rilasciare nuovi drivers qualora escano nuovi Mac tra un update bundle ed un altro. Pertanto ti basta aggiornare alla major release e poi applicare l'ULTIMO BUNDLE che e' cumulativo. Inoltre, ora che si sono dati una calmata e non vogliono piu' rilasciare un OS all'anno, stanno testando molto di piu'.  Stesso discorso fa IBM su AIX, dove esistono Major Release (tipo AIX 7.2), Technology Level (che inseriscono nuove minor features e che DEVONO essere testati su sistemi non produttivi prima di essere applicati in produzione) e Service Pack (che rilasciano solo fix, spesso vengono rilasciati in parallelo service pack per piu' technology level, di modo che sia chi ha gia' fatto upgrade al nuovo TL sia chi non lo ha ancora fatto, e' in grado di beneficiare delle ultime fix).

Linux, a mio avviso, e' anch'esso "primitivo" come Windows in fatto di aggiornamenti, visto che il dictat e' di rilasciare TUTTO e SUBITO (a meno di non andare su roba come Centos, Red Hat o Debian Stable - se si chiama ancora cosi'), visto che rilascia ogni giorno un sacco di merda e non sempre e' totalmente testata ed interoperabile. Certo, poi possiamo arguire che chi utilizza Linux ha solitamente una competenza IT maggiore dell'utente Windows normale, tuttavia se Linux ha veramente velleita' di essere l'OS per tutti, forse e' meglio che inizi a pensare ad una diversa metodologia di aggiornamento.

  • Sotto il cofano Windows 10 è decisamente superiore ai predecessori, ma se usi LTSC e poi una qualunque altra versione di Windows 10 ti rendi conto di quanto Microsoft abbia deliberatamente rovesciato secchiate di spazzatura sopra il sistema operativo per motivi pubblicitari o qualcosa del genere. Candy Bestemmione Crush Stocazzo su Windows 10 Professional. Ripeto: giochini del cazzo da cellulare installati in automatico al primo riavvio. Iso ufficiale scaricata dal sito Microsoft, non cacate OEM. E devi fare tasto dx > disinstalla su ognuna di esse. E al prossimo aggiornamento ritornano, è così da 3 anni tipo.

    Questa settimana ho messo le mani su un PC nuovo di recente installazione (1 mese scarso?) con qualche giochino scaricato automaticamente da Windows 10. Per il desktop remoto sono andato a restringere gli IP ammessi nel firewall e trovo nella lista di porte/servizi delle regole per questo giochino, che aveva delle funzionalità online.

    A me sembra l'orrore, anche da un punto di vista della sicurezza, visto che agli sviluppatori gliene frega il giusto di questa roba, che dopo 2 anni magari viene abbandonata per un nuovo giochino super-luccicoso.

Vero: e' orrore. Stessa cosa e' successa a me sul pc della mia vicina, tuttavia ho scoperto che nelle ultime build, finalmente, se disinstalli una volta, poi non reinstalla piu' sta merda.

  • In generale c'è tanta spazzatura inutile. Un paio di anni fa feci uno script che stuprava brutalmente Windows 10 per togliere spazzatura: circa 3 GB liberati. Non sto parlando tanto di un problema di spazio su disco (ma un po' lo è), quanto in generale l'avere roba extra da aggiornare sia un potenziale problema sotto ogni punto di vista.
    Per esempio, ci sono app Xbox pre-installate e non disinstallabili. Odio, tanto odio.

Quello abbastanza ovunque ormai. MacOS anche qui e' forse il piu' virtuoso, Linux (parlo di distro abbastanza mainstream tipo Ubuntu, Mint, Fedora installano anche loro un sacco di roba che spesso devi impazzire per segare via, visto che hanno dipendenze con il metapacchetto del desktop e andando a segare, chesso' la calcolatrice rischi di segare tutto X (realmente successo, qualche anno fa...).

  • È stato rimosso moltissimo controllo all'utente finale circa il comportamento di Windows. Purtroppo dove lavoro siamo squattrinati e abbiamo Windows 10 su dischi meccanici: è una tortura cinese, ma Windows 8.1 va molto meglio grazie al fatto che non ha tutta la merda del successore a intasare il disco. Windows 10 di base ha un sacco di servizi diagnostici e di telemetria che lavorano continuamente e pesantemente in background, con continui accessi al disco. Lo so che ormai tutti dovrebbero avere un SSD come disco di sistema, ma è il concetto a essere pesantemente sbagliato. LTSC non soffre di questo problema.

E' vero anche questo, niente da dire. Proprio ora sto ficcando sul PC che tengo attaccato alla tv Linux Mint e cavando WIndows 10 visto che e' indiscutibilmente piu' leggero. C'e da dire che sto coso ha un disco meccanico da 5400 giri, e un processore Intel Celeron CPU  [email protected] quindi forse dovrei starmene un po' zitto e non lamentarmi troppo.

  • Ce ne sono altre ma ho già scritto molto e non è affatto un TL;DR come speravo, infatti ho modificato questo punto e la dichiarazione di TL;DR. Seriamente, confronta una qualunque versione di Windows 10 con Windows 10 LTSC, vedendo le differenze vien da piangere di rabbia. E la cosa peggiora quando vedi come Microsoft stia pesantemente diffidando le aziende dall'usare LTSC che vorrebbe venisse usato solo tipo per scenari mono-compito (es: macchinari medici, etc.) e non come un erede di Windows 7. Questi fetenti vogliono che le aziende usino Windows 10 [Un]Professional con giochini del cazzo, telebestemmiometria e la puttana aggiornata della mammadivina in croce del "patch tuesday".

L'idea e' che tu usi una versione CORRENTE di WIndows 10, che pero' vai a customizzare tramite Windows Autopilot, levando tutte ste stronzate. Non so quanto siate grandi e se avete O365 e compagnia cantante, ma ho dei colleghi che fanno ste cose, mi han fatto vedere come funziona ed e' in effetti molto ben fatto.

*

Offline Buntolo

  • Quello che si ostina ad usare Opera Mobile nonostante gli raddoppi i post
  • ******
  • 11.107
  • 44
Re:ubuntu 20.04
« Risposta #31 il: 01 Giugno 2020, 10:38:05 »
L'idea e' che tu usi una versione CORRENTE di WIndows 10, che pero' vai a customizzare tramite Windows Autopilot, levando tutte ste stronzate. Non so quanto siate grandi e se avete O365 e compagnia cantante, ma ho dei colleghi che fanno ste cose, mi han fatto vedere come funziona ed e' in effetti molto ben fatto.

Questo potrebbe essere interessante, io al tempo mi guardai queste cose:
https://docs.microsoft.com/en-us/windows-hardware/manufacture/desktop/deploy-a-custom-image
https://docs.microsoft.com/en-us/windows-hardware/manufacture/desktop/system-builder-deployment-of-windows-10-for-desktop-editions

Ma non aveva senso fare tanto ammattimento per noi, ora guarderò Autopilot. Stiamo iniziando ad avere Office 365 perché Microsoft stessa sta pesantemente spingendo per la sua adozione. Siamo 30 persone "normali" con PC aziendale più un centinaio di persone che ha un PC più o meno personale perché ognuno ha un'esigenza specifica dal PC; a volte il PC è pagato dall'azienda ma comunque usato in completa autonomia, anche a livello di sofotware, dal personale.

In soldoni: 30 persone con ruolo "classico" (segreteria, direzione, risorse disumane, etc.) più circa 10 gruppi da 10 con ruoli/compiti/esigenze diverse, per le quali non ha senso fare una distribuzione. Le 100 persone hanno poco bisogno di assistenza classica riguardo Windows, vari non usano nemmeno Office magari, ma tipo CAD, programmazione, roba di eletronica, etc.

È una rogna perché abbiamo un parco hardware/software estremamente variegato, anche in termini di esigenza di configurazione e non posso automatizzare molto, tolte quelle 30 persone.
« Ultima modifica: 01 Giugno 2020, 10:40:27 da Buntolo »

*

Offline Buntolo

  • Quello che si ostina ad usare Opera Mobile nonostante gli raddoppi i post
  • ******
  • 11.107
  • 44
Re:ubuntu 20.04
« Risposta #32 il: 01 Giugno 2020, 10:43:22 »
Domanda cojona, dove hai preso la chiave per la LTSC? Ho Win10 Pro, ma se si trova a buon prezzo potrei farci un pensierino :pipp:

Io ce l'ho aziendale, ma si trova a buon prezzo:
https://www.ebay.it/itm/LICENZA-WINDOWS-10-ENTERPRISE-LTSC-2019-32-64-BIT/224017771641?hash=item34287fec79:g:HP8AAOSw2pFeuwTO

NB: prendile solo dall'Europa e da rivenditori europei e prendila 2019.

Il motivo è spiegato qui: https://www.giardiniblog.it/licenza-esd/
Citazione
2. Se non sono destinate ai privati perché sono in vendita?

Semplicemente perché Microsoft impone la non rivendibilità di queste licenze nell’EULA che è un accordo privato di licenza con alcune clausole vessatorie. Nel diritto americano, gli accordi fra privati hanno un forte valore legale, da noi in Europa valgono solo finché non vanno contro una normativa nazionale o comunitaria.

Nel caso delle licenze ESD è avvenuto proprio questo, una normativa Europea C.E. C-128/2011 stabilisce chiaramente che l’autore di un programma per elaboratore non può opporsi alla rivendita delle licenze già possedute da terzi, l’interpretazione inoltre è stata confermata dalla sentenza del 3 luglio 2012 (causa C-128/11).

Da allora il mercato è stato letteralmente inondato di chiavi di licenza dei prodotti Microsoft a basso costo. I più a attenti avranno notato che praticamente la totalità dei venditori ha sede in territorio europeo.

Devi però accertarti sia una licenza ESD europea e non roba comprata in India con carte rubate.

E comunque sì, è un altro mondo, non c'è assolutamente il minimo paragone e vale assolutamente 10-20€, anche 30€, per tutto il tempo e bestemmie che risparmi. Il casino è trovare una ISO valida. Tuttavia quel negozio su eBay dà la ISO e riporta pure la normativa europea (NB: ha solo 21 feedback, quindi magari fatti un giro):
Citazione
Licenza originale Windows 10 Enterprise LTSC 2019 32/64 bit
Il tuo ordine sarà rapidamente consegnato attraverso messaggio eBay
 Riceverai un codice Product Key valido e inutilizzato per attivare il tuo PC (1 PC )
La licenza permette di scaricare gratuitamente tutti gli update di Windows 10 Enterprise LTSC 2019 sia 32 che 64 Bit.
In allegato, invio la ISO per chi non ne è in possesso.
Non si tratta di un bene fisico, è un bene digitale(Distribuzione elettronica)

Se sei soddisfatto del nostro servizio ti preghiamo di lasciarci un feedback positivo grazie.

Per qualsiasi problema o domanda non esitarci a contattare,
saremo ben lieti di risponderti.
                           

"IL PRODOTTO E L'ANNUNCIO RISPETTANO LE NORME E LE LEGGI EUROPEE RELATIVE ALLA RIVENDITA DEL SOFTWARE:
C-128/11 del 3 luglio 2012 e C.E. C-128/2011 ESD = (Elettronic Software Distribution).

 Tutti i Marchi sono di proprietà dei legittimi proprietari, Marchi di Terze Parti, nomi di Prodotti, nomi Commerciali, Descrizioni/Immagini di Prodotti, nomi di Società e Società qui menzionate possono essere Marchi dei rispettivi Proprietari o Marchi di altre Società, utilizzati esclusivamente a scopo Informativo e per il Beneficio del Proprietario senza implicare una violazione del Copyright PER IL PROGRAMMA "EBAY VERO",
« Ultima modifica: 01 Giugno 2020, 10:47:14 da Buntolo »

*

Offline alesales

  • **
  • 328
  • 9
Re:ubuntu 20.04
« Risposta #33 il: 01 Giugno 2020, 14:21:45 »
L'idea e' che tu usi una versione CORRENTE di WIndows 10, che pero' vai a customizzare tramite Windows Autopilot, levando tutte ste stronzate. Non so quanto siate grandi e se avete O365 e compagnia cantante, ma ho dei colleghi che fanno ste cose, mi han fatto vedere come funziona ed e' in effetti molto ben fatto.

Questo potrebbe essere interessante, io al tempo mi guardai queste cose:
https://docs.microsoft.com/en-us/windows-hardware/manufacture/desktop/deploy-a-custom-image
https://docs.microsoft.com/en-us/windows-hardware/manufacture/desktop/system-builder-deployment-of-windows-10-for-desktop-editions

Ma non aveva senso fare tanto ammattimento per noi, ora guarderò Autopilot. Stiamo iniziando ad avere Office 365 perché Microsoft stessa sta pesantemente spingendo per la sua adozione. Siamo 30 persone "normali" con PC aziendale più un centinaio di persone che ha un PC più o meno personale perché ognuno ha un'esigenza specifica dal PC; a volte il PC è pagato dall'azienda ma comunque usato in completa autonomia, anche a livello di sofotware, dal personale.

In soldoni: 30 persone con ruolo "classico" (segreteria, direzione, risorse disumane, etc.) più circa 10 gruppi da 10 con ruoli/compiti/esigenze diverse, per le quali non ha senso fare una distribuzione. Le 100 persone hanno poco bisogno di assistenza classica riguardo Windows, vari non usano nemmeno Office magari, ma tipo CAD, programmazione, roba di eletronica, etc.

È una rogna perché abbiamo un parco hardware/software estremamente variegato, anche in termini di esigenza di configurazione e non posso automatizzare molto, tolte quelle 30 persone.

In soldoni con Autopilot non ragioni piu' di golden image, ma ragioni di componenti di Windows e/o terze parti da mettere/togliere rispetto all'immagine di Windows che gia' ti arriva col PC. A quel punto puoi avere il profilo "generico" dove va a levare merda, installa Office, la posta e la VPN ed eventualmente fa l'utente come amministratore del PC ed il profilo "segretaira" che rispetto al generico non nomina la segretaria come amministratore e installa altre 3 o 4 utility che servono al siuo lavoro.

In questo modo ti levi i cazzi di dover mantenere i drivers per la golden image e/o di aggiornarla nel tempo.

*

Offline alesales

  • **
  • 328
  • 9
Re:ubuntu 20.04
« Risposta #34 il: 01 Giugno 2020, 14:23:35 »
Domanda cojona, dove hai preso la chiave per la LTSC? Ho Win10 Pro, ma se si trova a buon prezzo potrei farci un pensierino :pipp:

Io ce l'ho aziendale, ma si trova a buon prezzo:
https://www.ebay.it/itm/LICENZA-WINDOWS-10-ENTERPRISE-LTSC-2019-32-64-BIT/224017771641?hash=item34287fec79:g:HP8AAOSw2pFeuwTO

NB: prendile solo dall'Europa e da rivenditori europei e prendila 2019.

Il motivo è spiegato qui: https://www.giardiniblog.it/licenza-esd/
Citazione
2. Se non sono destinate ai privati perché sono in vendita?

Semplicemente perché Microsoft impone la non rivendibilità di queste licenze nell’EULA che è un accordo privato di licenza con alcune clausole vessatorie. Nel diritto americano, gli accordi fra privati hanno un forte valore legale, da noi in Europa valgono solo finché non vanno contro una normativa nazionale o comunitaria.

Nel caso delle licenze ESD è avvenuto proprio questo, una normativa Europea C.E. C-128/2011 stabilisce chiaramente che l’autore di un programma per elaboratore non può opporsi alla rivendita delle licenze già possedute da terzi, l’interpretazione inoltre è stata confermata dalla sentenza del 3 luglio 2012 (causa C-128/11).

Da allora il mercato è stato letteralmente inondato di chiavi di licenza dei prodotti Microsoft a basso costo. I più a attenti avranno notato che praticamente la totalità dei venditori ha sede in territorio europeo.

Devi però accertarti sia una licenza ESD europea e non roba comprata in India con carte rubate.

E comunque sì, è un altro mondo, non c'è assolutamente il minimo paragone e vale assolutamente 10-20€, anche 30€, per tutto il tempo e bestemmie che risparmi. Il casino è trovare una ISO valida. Tuttavia quel negozio su eBay dà la ISO e riporta pure la normativa europea (NB: ha solo 21 feedback, quindi magari fatti un giro):
Citazione
Licenza originale Windows 10 Enterprise LTSC 2019 32/64 bit
Il tuo ordine sarà rapidamente consegnato attraverso messaggio eBay
 Riceverai un codice Product Key valido e inutilizzato per attivare il tuo PC (1 PC )
La licenza permette di scaricare gratuitamente tutti gli update di Windows 10 Enterprise LTSC 2019 sia 32 che 64 Bit.
In allegato, invio la ISO per chi non ne è in possesso.
Non si tratta di un bene fisico, è un bene digitale(Distribuzione elettronica)

Se sei soddisfatto del nostro servizio ti preghiamo di lasciarci un feedback positivo grazie.

Per qualsiasi problema o domanda non esitarci a contattare,
saremo ben lieti di risponderti.
                           

"IL PRODOTTO E L'ANNUNCIO RISPETTANO LE NORME E LE LEGGI EUROPEE RELATIVE ALLA RIVENDITA DEL SOFTWARE:
C-128/11 del 3 luglio 2012 e C.E. C-128/2011 ESD = (Elettronic Software Distribution).

 Tutti i Marchi sono di proprietà dei legittimi proprietari, Marchi di Terze Parti, nomi di Prodotti, nomi Commerciali, Descrizioni/Immagini di Prodotti, nomi di Società e Società qui menzionate possono essere Marchi dei rispettivi Proprietari o Marchi di altre Società, utilizzati esclusivamente a scopo Informativo e per il Beneficio del Proprietario senza implicare una violazione del Copyright PER IL PROGRAMMA "EBAY VERO",

La iso di Windows 10 LTSC mi sa che la trovi senza tanti problemi su My Digital Life.

*

Offline sgnablo

  • Tiranno Democratico
  • *******
  • 16.821
  • 252
  • [rimosso dallo staff]
Re:ubuntu 20.04
« Risposta #35 il: 01 Giugno 2020, 20:10:00 »
Ma solo io mi trovo benissimo su win 10 pro? :pipp:
Aggiornato da 8.1,tra l'altro. Non è nemmeno un'installazione "pulita"
スニャブロ ufficiale del forum
pulsantoni pulsantosi per greasemonkey: http://bubs.altervista.org/index.php?topic=4.msg183#msg183
script greasemonkey anti-ads: http://bubs.altervista.org/index.php?topic=6.msg2581#msg2581

I miei vaneggi pseudodisegnosi: http://sgnafp.deviantart.com/

"Speed never killed anyone, suddenly becoming stationary, that's what gets you."

*

Offline Buntolo

  • Quello che si ostina ad usare Opera Mobile nonostante gli raddoppi i post
  • ******
  • 11.107
  • 44
Re:ubuntu 20.04
« Risposta #36 il: 01 Giugno 2020, 23:14:39 »
Ma solo io mi trovo benissimo su win 10 pro? :pipp:
Aggiornato da 8.1,tra l'altro. Non è nemmeno un'installazione "pulita"

Boh, questa è la situazione che vedo principalmente fuori dai miei PC da anni: https://bubs.altervista.org/index.php?topic=1343.msg258016#msg258016

Ci metto meno a installare archlinux che Windows 10, perché devo spurgarlo dalla merda.

*

Offline GrEyOwL

  • ****
  • 2.158
  • 7
Re:ubuntu 20.04
« Risposta #37 il: 02 Giugno 2020, 09:19:31 »
Per le iso :
ci sono anche le versioni EVALUATION con licenza di 90 gg. Poi se vuoi ti prendi la licenza da 10 euro
per quanto mi riguarda, io faccio tutto con linux. Ora ho trovato pure freeoffice che è compatibile molto di più di libreoffice con il fratello di M$ . ho visto poi, che anche su windows ciò che mi serve, in questo caso adobe connect, non va bene lo stesso. sul mio pc almeno, installo linux e funge tutto. Con windows no. devo per forza aggiornare alcuni driver . E il boot è molto più lento.
Quindi chi me lo fa fare ???
Firma.

*

Offline Buntolo

  • Quello che si ostina ad usare Opera Mobile nonostante gli raddoppi i post
  • ******
  • 11.107
  • 44
Re:ubuntu 20.04
« Risposta #38 il: 02 Giugno 2020, 10:59:40 »
Per le iso :
ci sono anche le versioni EVALUATION con licenza di 90 gg. Poi se vuoi ti prendi la licenza da 10 euro
per quanto mi riguarda, io faccio tutto con linux. Ora ho trovato pure freeoffice che è compatibile molto di più di libreoffice con il fratello di M$ . ho visto poi, che anche su windows ciò che mi serve, in questo caso adobe connect, non va bene lo stesso. sul mio pc almeno, installo linux e funge tutto. Con windows no. devo per forza aggiornare alcuni driver . E il boot è molto più lento.
Quindi chi me lo fa fare ???

La ISO LTSC Evalutation però si spenge automaticamente dopo 60 minuti e non puoi più (una volta si poteva) "convertirla" a completa, serve comunque una ISO vera.

*

Offline GrEyOwL

  • ****
  • 2.158
  • 7
Re:ubuntu 20.04
« Risposta #39 il: 02 Giugno 2020, 12:59:09 »
boh.. un mio amico l ha installata, ha comprato la chiave e l ha messa. poi ci ha aggiunto anche lo store, e va ... non so che dirti
ps
edit: anche io sapevo cosi, però a lui va e credo che ce l abbia ancora. poi gli mando un wa e gli chiedo.
« Ultima modifica: 02 Giugno 2020, 13:07:15 da GrEyOwL »
Firma.