*

Offline a323109

  • ***
  • 850
  • 0
  • Pentester
Re:Primissimi contatti con la tecnologia...
« Risposta #20 il: 07 Febbraio 2016, 17:52:50 »
Alimentatore stabilizzato significa che,  se la rete elettrica ha dei picchi di tensione che potrebbero danneggiare un apparecchio, in uscita da esso non ci saranno(o saranno molto attenuati), proteggendo di fatto l'apparecchio stesso. Mica ti cambia la tensione di uscita :asd:

Potevano chiamarlo "trasformatore di isolamento", si usano anche ora pero' all'interno di una casa quello che c'e' dopo quel trasformatore li' e' come non avesse il salvavita...ma che dico? Negli anni 70 il salvavita non c'era  :pipp:
I JUST HACKED THIS FORUM ACCOUNT!

a323109 noto analfabeta (dis)funzionale e qualunquista a badilate

*

Offline sgnablo

  • Tiranno Democratico
  • *******
  • 16.778
  • 250
  • [rimosso dallo staff]
Re:Primissimi contatti con la tecnologia...
« Risposta #21 il: 07 Febbraio 2016, 18:56:18 »
Perché chiamarlo trasformatore di isolamento (non trasforma tensione in ingresso in una di uscita diversa)  quando è un alimentatore che stabilizza la tensione di uscita? :asd:
スニャブロ ufficiale del forum
pulsantoni pulsantosi per greasemonkey: http://bubs.altervista.org/index.php?topic=4.msg183#msg183
script greasemonkey anti-ads: http://bubs.altervista.org/index.php?topic=6.msg2581#msg2581

I miei vaneggi pseudodisegnosi: http://sgnafp.deviantart.com/

"Speed never killed anyone, suddenly becoming stationary, that's what gets you."

*

Offline a323109

  • ***
  • 850
  • 0
  • Pentester
Re:Primissimi contatti con la tecnologia...
« Risposta #22 il: 07 Febbraio 2016, 20:24:20 »
Perché chiamarlo trasformatore di isolamento (non trasforma tensione in ingresso in una di uscita diversa)  quando è un alimentatore che stabilizza la tensione di uscita? :asd:

Perche' quello e' il suo nome http://www.vitobarone.it/componenti/trasformatore_di_isolamento.htm

Citazione
Un trasformatore viene usato generalmente per elevare o ridurre la tensione disponibile. Esiste, però, il trasformatore di isolamento che ha una funzione diversa. Infatti la tensione di ingresso può essere uguale a quella di uscita, poichè il suo compito principale è quello di separare il circuito di alimentazione che parte dalla cabina Enel, da quello che alimenta, ad esempio, una presa.
La protezione è ottenuta grazie a un opportuno isolamento tra avvolgimento primario e avvolgimento secondario.
I JUST HACKED THIS FORUM ACCOUNT!

a323109 noto analfabeta (dis)funzionale e qualunquista a badilate

*

Offline sgnablo

  • Tiranno Democratico
  • *******
  • 16.778
  • 250
  • [rimosso dallo staff]
Re:Primissimi contatti con la tecnologia...
« Risposta #23 il: 07 Febbraio 2016, 20:42:36 »
e NON è quello che fa un alimentatore stabilizzato :asd:
Ormai qualsiasi alimentatore ha primario e secondario separati tramite optoisolatori o altri sistemi. quello che fa un alimentatore stabilizzato è attenuare il più possibile variazioni improvvise di tensione, ma questo non necessariamente comporta / implica l'isolamento elettrico tra primario e secondario.
スニャブロ ufficiale del forum
pulsantoni pulsantosi per greasemonkey: http://bubs.altervista.org/index.php?topic=4.msg183#msg183
script greasemonkey anti-ads: http://bubs.altervista.org/index.php?topic=6.msg2581#msg2581

I miei vaneggi pseudodisegnosi: http://sgnafp.deviantart.com/

"Speed never killed anyone, suddenly becoming stationary, that's what gets you."

*

Offline a323109

  • ***
  • 850
  • 0
  • Pentester
Re:Primissimi contatti con la tecnologia...
« Risposta #24 il: 07 Febbraio 2016, 20:47:20 »
Si pero' lo abbiamo smontato eh!

E quello era un INUTILE trasformatore di isolamento spacciato per chissa' che miracoloso stabilizzatore, l'unico effeto che poteva avere era una speceia di bobina di sbarramento in entrata, ma se gli arriva un fulmine coi contro attributi fa' una brutta fine viste le ridotte distanze e il fatto che era di ferro, carcassa compresa.

Bobina di sbarramento che neanche wikipedia ha le idee molto chiare eheh https://it.wikipedia.org/w/index.php?title=Bobina_di_sbarramento&action=edit&redlink=1

Fonte https://it.wikipedia.org/wiki/Cabina_primaria
« Ultima modifica: 07 Febbraio 2016, 20:50:52 da a323109 »
I JUST HACKED THIS FORUM ACCOUNT!

a323109 noto analfabeta (dis)funzionale e qualunquista a badilate

*

Offline a323109

  • ***
  • 850
  • 0
  • Pentester
Re:Primissimi contatti con la tecnologia...
« Risposta #25 il: 07 Febbraio 2016, 20:55:50 »
Non si trova su wikipedia la vecchia bobina di sbarramento come la intendo io  :devil:

Praticamente le sovratensioni sulla rete sono dovute ai fulmini,,,bon,,,i fulmini sono corrente continua che cresce istantaneamente, quindi somigliano moltissimo ad una corrente ad altissima frequenza. Qesta corrente tende ad andare in linea retta, quindi se trova una bobina non riesce a passare. Negli anni 70 prima del avvento degli scaricatori a caduta catodica si usavano o bobine di sbarramento o corna spinterometriche.
I JUST HACKED THIS FORUM ACCOUNT!

a323109 noto analfabeta (dis)funzionale e qualunquista a badilate

*

Offline sgnablo

  • Tiranno Democratico
  • *******
  • 16.778
  • 250
  • [rimosso dallo staff]
Re:Primissimi contatti con la tecnologia...
« Risposta #26 il: 07 Febbraio 2016, 21:18:20 »
ok, ora mi è più chiaro cosa intendessi :asd:
スニャブロ ufficiale del forum
pulsantoni pulsantosi per greasemonkey: http://bubs.altervista.org/index.php?topic=4.msg183#msg183
script greasemonkey anti-ads: http://bubs.altervista.org/index.php?topic=6.msg2581#msg2581

I miei vaneggi pseudodisegnosi: http://sgnafp.deviantart.com/

"Speed never killed anyone, suddenly becoming stationary, that's what gets you."

*

Offline Cire

  • Utente più fastidioso del foro, ben più di Sacco
  • ********
  • 29.994
  • 95
  • Ogni donna sogna un pezzo di Cire
    • Dubito lo finirò tanto presto
Re:Primissimi contatti con la tecnologia...
« Risposta #27 il: 08 Febbraio 2016, 08:40:02 »
Non si trova su wikipedia la vecchia bobina di sbarramento come la intendo io  :devil:

Praticamente le sovratensioni sulla rete sono dovute ai fulmini,,,bon,,,i fulmini sono corrente continua che cresce istantaneamente, quindi somigliano moltissimo ad una corrente ad altissima frequenza. Qesta corrente tende ad andare in linea retta, quindi se trova una bobina non riesce a passare. Negli anni 70 prima del avvento degli scaricatori a caduta catodica si usavano o bobine di sbarramento o corna spinterometriche.
Sì, ma qui non si parla solo di sovratensioni dovute da fulmini, possono essere anche cali di tensione o piccoli sbalzi (se la casa è vecchia potrebbe avere cavi rigidi con guaina in canapa) e salva da quelli.

*

Offline TonyWhite

  • Apostolo dello SPAM
  • ********
  • 32.373
  • 195
    • Se proprio non hai un cazzo da fare...
Re:Primissimi contatti con la tecnologia...
« Risposta #28 il: 08 Febbraio 2016, 18:08:40 »
Cipolla

*

Offline Cire

  • Utente più fastidioso del foro, ben più di Sacco
  • ********
  • 29.994
  • 95
  • Ogni donna sogna un pezzo di Cire
    • Dubito lo finirò tanto presto
Re:Primissimi contatti con la tecnologia...
« Risposta #29 il: 08 Febbraio 2016, 18:23:53 »
Sticazzi

*

Offline a323109

  • ***
  • 850
  • 0
  • Pentester
Re:Primissimi contatti con la tecnologia...
« Risposta #30 il: 08 Febbraio 2016, 20:46:16 »
Non si trova su wikipedia la vecchia bobina di sbarramento come la intendo io  :devil:

Praticamente le sovratensioni sulla rete sono dovute ai fulmini,,,bon,,,i fulmini sono corrente continua che cresce istantaneamente, quindi somigliano moltissimo ad una corrente ad altissima frequenza. Qesta corrente tende ad andare in linea retta, quindi se trova una bobina non riesce a passare. Negli anni 70 prima del avvento degli scaricatori a caduta catodica si usavano o bobine di sbarramento o corna spinterometriche.
Sì, ma qui non si parla solo di sovratensioni dovute da fulmini, possono essere anche cali di tensione o piccoli sbalzi (se la casa è vecchia potrebbe avere cavi rigidi con guaina in canapa) e salva da quelli.

Dunque, la faccio divertente...

Secondo i principi della termodinamica, della relativita' ristretta e generale, il principio di conservazione della massa e dell energia ecc ecc tutte quelle robe li'.
Se la tensione cala quel aggeggio non puo' fare nulla in quanto l'energia che entra in un nodo e' la stessa che ne esce.

Solo l'ultima frase e' seria  ::)

Piccoli sbalzi? Nah neanche. Credimi che lavoro all'ENEL da 30 anni
« Ultima modifica: 08 Febbraio 2016, 20:47:56 da a323109 »
I JUST HACKED THIS FORUM ACCOUNT!

a323109 noto analfabeta (dis)funzionale e qualunquista a badilate

*

Offline Cire

  • Utente più fastidioso del foro, ben più di Sacco
  • ********
  • 29.994
  • 95
  • Ogni donna sogna un pezzo di Cire
    • Dubito lo finirò tanto presto
Re:Primissimi contatti con la tecnologia...
« Risposta #31 il: 09 Febbraio 2016, 08:26:59 »
Ti credo, ma allora non capisco perchè li usano in tanti dove la corrente non è stabile (tipo il sudamerica).

*

Offline a323109

  • ***
  • 850
  • 0
  • Pentester
Re:Primissimi contatti con la tecnologia...
« Risposta #32 il: 09 Febbraio 2016, 18:40:42 »
Ti credo, ma allora non capisco perchè li usano in tanti dove la corrente non è stabile (tipo il sudamerica).

Non so', un idea l'avrei anche...un mio zio perito ellettrotecnico negli anni 70 vendeva parafulmini insieme ad un socio. Io ero piccolo e gli ho chiesto: ma zio, metti un parafulmine anche a casa, no? E lui: Fossi matto, cosi' tutti i fulmini ci colpiscono. C'e' anche un film di Toto' mi pare, con una scena simile, che lui mette il parafulmine e arriva un fulmine grosso che gli distrugge la casa.  :shocked:

Naturalmente c'e' il modo corretto per proteggersi dai fulmini, tipo quello che si vede dove ci sono i serbatoi delle raffinerie...ma quelli sono impianti coi controcazzi.

Quindi tante cose non servono o servono a poco, servono principalmente ad arricchire chi li vende quei dispositivi.

Se la rete non e' stabile, io ho visto come fanno nelle basi NATO: Ci sono 1 motore elettrico, 1 generatore elettrico, un volano, 1 motore diesel

Tutta roba grossa e tutta coassiale.

Bon: Il motore elettrico fa' girare il generatore e il volano, loro prelevano non dalla rete ma dal generatore, quando manca la rete si innesta automaticamente il diesel e si scollega il motore elettrico, il volano stabilizza la frequenza (oltre ad avere inerzia sufficente per far partire all'istante il diesel (che anche quello e' mantenuto caldo, e' assolutamente pronto a partire in qualsiasi momento). In questo modo in realte' sono scollegati elettricamente dalla rete.

Non so' se mi spiego

Qualsiasi variazione della rete loro non la vedono nemmeno.
I JUST HACKED THIS FORUM ACCOUNT!

a323109 noto analfabeta (dis)funzionale e qualunquista a badilate

*

Offline sheldon

  • *****
  • 5.649
  • 6
Re:Primissimi contatti con la tecnologia...
« Risposta #33 il: 09 Febbraio 2016, 22:42:24 »
 :falsofalso: credo ci siano almeno dei secondi di scarto e quindi avranno un sistema diverso .  :dontknow:

*

Offline TonyWhite

  • Apostolo dello SPAM
  • ********
  • 32.373
  • 195
    • Se proprio non hai un cazzo da fare...
Re:Primissimi contatti con la tecnologia...
« Risposta #34 il: 10 Febbraio 2016, 14:35:29 »
Non credo ci siano dei secondi di scarto. Avranno sicuro degli accumulatori.

*

Offline a323109

  • ***
  • 850
  • 0
  • Pentester
Re:Primissimi contatti con la tecnologia...
« Risposta #35 il: 10 Febbraio 2016, 19:13:04 »
Vedo che non avete afferrato il funzionamento, ci sono 3 cose attaccate insieme che ruotano, il diesel e' in folle. Quando manca la luce il volano trascina tutto e continua la produzione di elettricita', l'inerzia fa' partire il diesel...

Vabbe'. Non siete ancora abbastanza ILLUMINATI pasiensa
I JUST HACKED THIS FORUM ACCOUNT!

a323109 noto analfabeta (dis)funzionale e qualunquista a badilate

*

Offline TonyWhite

  • Apostolo dello SPAM
  • ********
  • 32.373
  • 195
    • Se proprio non hai un cazzo da fare...
Re:Primissimi contatti con la tecnologia...
« Risposta #36 il: 11 Febbraio 2016, 07:48:33 »
Vedo che non avete afferrato il funzionamento, ci sono 3 cose attaccate insieme che ruotano, il diesel e' in folle. Quando manca la luce il volano trascina tutto e continua la produzione di elettricita', l'inerzia fa' partire il diesel...

Vabbe'. Non siete ancora abbastanza ILLUMINATI pasiensa
Ingress? :lkof: