BUBS - Barely Ubuntu Bar Sport

Caffè letterario per Illetterati => Politica => Topic aperto da: Sacco - 12 Maggio 2016, 19:59:59

Titolo: Immigrazione e Co.
Inserito da: Sacco - 12 Maggio 2016, 19:59:59
:asdrule: :asdrule:

(https://scontent-mxp1-1.xx.fbcdn.net/v/t1.0-9/13221033_881462405316959_1351358370451648954_n.jpg?oh=20c3e29c5b31a23f36b2c205c1cf23e6&oe=57E18819)
Detto anche anti giargia  :love: :rp:
Titolo: Re:Re:LO VOGLIO
Inserito da: Gabo - 12 Maggio 2016, 20:00:39
Sei leghista?
Titolo: Re:Re:LO VOGLIO
Inserito da: Sacco - 12 Maggio 2016, 20:17:33
Sei leghista?
Non sono niente ma a me fanno schifo  :-\
Titolo: Re:Re:LO VOGLIO
Inserito da: zeek - 12 Maggio 2016, 21:22:24
Ma che cosa?
Titolo: Re:Re:LO VOGLIO
Inserito da: sheldon - 12 Maggio 2016, 22:55:16
Si , sarebbe carino se ci spiegassi cosa ti fà schifo .  :lkib: Spero non la figa .  :asd:
Titolo: Re:Re:LO VOGLIO
Inserito da: Gabo - 13 Maggio 2016, 00:13:16
Ma che cosa?

@zeek  @giacomosmit giargianes è un termine bresciano fortemente spregiativo riservato ai soli immigrati.



Non sono niente ma a me fanno schifo  :-\

Sempre più soddisfatto del suffragio universale.
Titolo: Re:Re:LO VOGLIO
Inserito da: zeek - 13 Maggio 2016, 07:08:21
Mmm saccuccio suvvia
Titolo: Re:Re:LO VOGLIO
Inserito da: Cire - 13 Maggio 2016, 08:39:52
Ma che cosa?

@zeek  @giacomosmit giargianes è un termine bresciano fortemente spregiativo riservato ai soli immigrati.



Non sono niente ma a me fanno schifo  :-\

Sempre più soddisfatto del suffragio universale.
Io ai tempi dissi che era una boiata, ma nessuno m'ascoltò e votarono tutti sì. Stupidi mariti sottomessi dalle mogli.
Titolo: Re:Re:LO VOGLIO
Inserito da: Toshio - 13 Maggio 2016, 19:30:30
giargianes è un termine bresciano fortemente spregiativo riservato ai soli immigrati.

Scritto così "giargianes" sembra un piatto sardo  :asd:

Sacco ma parli sul serio?  :omg:  :MMMM:

Mai stato d'accordo col suffraggio universale.  :yno:
Titolo: Re:Re:LO VOGLIO
Inserito da: Sacco - 13 Maggio 2016, 20:09:46
mi fanno schifo .
poi sta cosa che vengono qua fan quel cazzo che vogliono nessuno gli dice una sega mi fa girare i coglioni, non cercano un lavoro perchè chi cazzo te lo fa fare di andare a cercare un lavoro se hai sigarette,telefono,cibo e un posto dove dormire ah si per non dimenticarci dei 35€ a co non andrei nemmeno io non so voi...(qua a brescia gli hanno dato un hotel...)
ora anche l'assicurazione vogliono pagargli...
ora la smetto se no non finisco più..
qualsiasi cosa voi vogliate dire non cambierò la mia idea
I gà de turnà a baita sti giargianes de merda prima che sbattano noi fuori dalle nostre case per darle a loro.
Titolo: Re:Re:LO VOGLIO
Inserito da: Darko - 13 Maggio 2016, 20:16:37
Ancora con la storia della diaria :facepalm:
Titolo: Re:Re:LO VOGLIO
Inserito da: Sacco - 13 Maggio 2016, 20:22:56
Ancora con la storia della diaria :facepalm:
conosco uno che lavora in comunità e ha detto che i soldi arrivano che vuoi che ti dica :dontknow: :dontknow:
Titolo: Re:Re:LO VOGLIO
Inserito da: Toshio - 13 Maggio 2016, 20:27:15
mi fanno schifo .
poi sta cosa che vengono qua fan quel cazzo che vogliono ...
Idee confuse frutto di tanta disinformazione.
Che l'immigrazione non sia gestita al meglio e ci siano tanti problemi e non solo in Italia è sicuro; e perchè negarlo? ma da qui al "farti shifo" ce ne passa, ce ne "dovrebbe" passare.
E "suona" in un'altro modo. Lo sai anche tu come.
Titolo: Re:Re:LO VOGLIO
Inserito da: Darko - 13 Maggio 2016, 20:42:44
Ancora con la storia della diaria :facepalm:
conosco uno che lavora in comunità e ha detto che i soldi arrivano che vuoi che ti dica :dontknow: :dontknow:

I 30€ sono quello che il centro viene pagato per gestire la persona.
Non vanno fisicamente agli immigrati.
E fidati, che in un CIE ci ho lavorato subito dopo la laurea.
Questo, per l'esattezza.
http://www.contextus.org/centri/caltanissetta/il-centro-di-accoglienza.html
500 posti letto, 3200 persone stipate all'interno al momento.
Alcune dormono per strade, di fronte i cancelli, sperando si liberi qualche posto
Quanto al resto: non è che non vogliono lavorare, non possono, essendo senza documenti.
Titolo: Re:Re:LO VOGLIO
Inserito da: Sacco - 13 Maggio 2016, 20:43:08
Riesco solo a vedere dei comunisti a cui fa schifo il loro paese
Titolo: Re:Re:LO VOGLIO
Inserito da: Darko - 13 Maggio 2016, 20:45:54
Tra parentesi: non arrivano neanche medicinali.
Tutto viene gestito a ranitidina, altrimenti si chiama il 118 e chi si è visto si è visto.
Il problema è che siamo i primi a sfruttare questa ondata.
La nostra società si basa sui finanziamenti europei, che vanno a ditte private che i soldi, di fatto, li intascano.
Guarda cos'è successo proprio a Caltanissetta, a Mineo e in tantissimi altri posti con le associazioni e comunità che gestiscono i centri
Titolo: Re:Re:LO VOGLIO
Inserito da: a323109 - 13 Maggio 2016, 21:36:28
mi fanno schifo .
poi sta cosa che vengono qua fan quel cazzo che vogliono nessuno gli dice una sega mi fa girare i coglioni, non cercano un lavoro perchè chi cazzo te lo fa fare di andare a cercare un lavoro se hai sigarette,telefono,cibo e un posto dove dormire ah si per non dimenticarci dei 35€ a co non andrei nemmeno io non so voi...(qua a brescia gli hanno dato un hotel...)
ora anche l'assicurazione vogliono pagargli...
ora la smetto se no non finisco più..
qualsiasi cosa voi vogliate dire non cambierò la mia idea
I gà de turnà a baita sti giargianes de merda prima che sbattano noi fuori dalle nostre case per darle a loro.

Quoto tutto  :)


poi sta storia che i soldi vengono dall'europa, ma i soldi dell' europa glieli danno gli europei, quindi sempre noi.
Ancora non esiste un modo per far saltar fuori soldi dal nulla.

Riesco solo a vedere dei comunisti a cui fa schifo il loro paese

Che poi mi sarebbe piaciuto vedere un' ondata di immigrati nella vecchia Unione Sovietica, io dico che sarebbero finiti tutti in siberia a tagliare conifere centenarie A MANO per alimentare un vecchia centrale elettrica a vapore.
Titolo: Re:Re:LO VOGLIO
Inserito da: Sacco - 14 Maggio 2016, 01:05:57
mi fanno schifo .
poi sta cosa che vengono qua fan quel cazzo che vogliono nessuno gli dice una sega mi fa girare i coglioni, non cercano un lavoro perchè chi cazzo te lo fa fare di andare a cercare un lavoro se hai sigarette,telefono,cibo e un posto dove dormire ah si per non dimenticarci dei 35€ a co non andrei nemmeno io non so voi...(qua a brescia gli hanno dato un hotel...)
ora anche l'assicurazione vogliono pagargli...
ora la smetto se no non finisco più..
qualsiasi cosa voi vogliate dire non cambierò la mia idea
I gà de turnà a baita sti giargianes de merda prima che sbattano noi fuori dalle nostre case per darle a loro.

Quoto tutto  :)


poi sta storia che i soldi vengono dall'europa, ma i soldi dell' europa glieli danno gli europei, quindi sempre noi.
Ancora non esiste un modo per far saltar fuori soldi dal nulla.

Riesco solo a vedere dei comunisti a cui fa schifo il loro paese

Che poi mi sarebbe piaciuto vedere un' ondata di immigrati nella vecchia Unione Sovietica, io dico che sarebbero finiti tutti in siberia a tagliare conifere centenarie A MANO per alimentare un vecchia centrale elettrica a vapore.
Uno che mi capisce   :drd:
Titolo: Re:Re:LO VOGLIO
Inserito da: Gabo - 14 Maggio 2016, 12:17:20
mi fanno schifo .
poi sta cosa che vengono qua fan quel cazzo che vogliono nessuno gli dice una sega mi fa girare i coglioni, non cercano un lavoro perchè chi cazzo te lo fa fare di andare a cercare un lavoro se hai sigarette,telefono,cibo e un posto dove dormire ah si per non dimenticarci dei 35€ a co non andrei nemmeno io non so voi...(qua a brescia gli hanno dato un hotel...)
ora anche l'assicurazione vogliono pagargli...
ora la smetto se no non finisco più..
qualsiasi cosa voi vogliate dire non cambierò la mia idea
I gà de turnà a baita sti giargianes de merda prima che sbattano noi fuori dalle nostre case per darle a loro.

Quoto tutto  :)


poi sta storia che i soldi vengono dall'europa, ma i soldi dell' europa glieli danno gli europei, quindi sempre noi.
Ancora non esiste un modo per far saltar fuori soldi dal nulla.

Riesco solo a vedere dei comunisti a cui fa schifo il loro paese

Che poi mi sarebbe piaciuto vedere un' ondata di immigrati nella vecchia Unione Sovietica, io dico che sarebbero finiti tutti in siberia a tagliare conifere centenarie A MANO per alimentare un vecchia centrale elettrica a vapore.


Da quando il forum è diventato la sagra degli analfabeti funzionali?
Titolo: Re:Re:LO VOGLIO
Inserito da: eldar - 14 Maggio 2016, 12:38:33
scannatevi
Titolo: Re:Re:LO VOGLIO
Inserito da: Gabo - 14 Maggio 2016, 12:40:51
Nah, per un analfabeta funzionale è impossibile anche solo decifrare questa definizione.
Titolo: Re:Re:LO VOGLIO
Inserito da: Sacco - 14 Maggio 2016, 12:58:34
stupidi comunisti 
Titolo: Re:Re:LO VOGLIO
Inserito da: Gabo - 14 Maggio 2016, 13:01:09
Vi auguro di riuscire ad aprire un libro in vita vostra e capire cosa state leggendo. :)

P.S. Fabio Volo, Matteo Salvini e Barbara D'Urso non sono validi.
Titolo: Re:Re:LO VOGLIO
Inserito da: Darko - 14 Maggio 2016, 13:02:19
Ehm, lo sai che la situazione si è incasinata con la legge Bossi-Fini, vero?
Notoriamente dei gran comunistoni :lki:

E te lo dice uno che a sinistra non ci vota manco per sbaglio :asd:
Titolo: Re:Re:LO VOGLIO
Inserito da: Gabo - 14 Maggio 2016, 13:03:45
Eh ma non lo sai che il mondo si divide in chi sta con loro e comunisti? E non citare la Bossi-Fini che andiamo già sull'intellettuale!
Titolo: Re:Immigrazione e Co.
Inserito da: Staffan De Mistura - 14 Maggio 2016, 14:31:47
IMHO ogni scusa per fare un po' di spesa in deficit è un'occasione d'oro al momento, quindi non ci sono scuse per non farlo e per non migliorare anche l'accoglienza ai migranti. Il fatto che però gli stessi politici ti dicano che per i migranti si possono fare deroghe ai limiti ma non per lo stato sociale interno e per gli investimenti pubblici, in un paese in cui soprattutto al sud la disoccupazione (+ il numero di tutti gli "scoraggiati") ha raggiunto livelli preoccupanti, non può non creare tensioni sociali che sono facilmente sfruttabili dai vari salvini e compagnia bella. Insomma se i leghisti buttano il cerino i vari letta o renzi ecc. sono quelli che spargono la benzina.

Ciò detto poi volevo dire due cose visto che ormai sento sempre queste argomentazioni. Prima di tutto volevo difendere il suffragio universale: non si basa sulla pretesa che tutti i cittadini siano esperti di ogni ambito della vita umana (è impossibile) ma per dare la possibilità a tutti di esprimersi e di bilanciare soprattutto (pur in modo imperfetto) la naturale asimmetria che esiste nel potere esercitato dalle fasce più abbienti della popolazione. Peraltro in Italia ed anche negli altri paesi venne introdotto in momenti in cui la popolazione era anche molto MENO istruita di adesso. E con questo mi lego ad un'altra cosa che sento dire spesso e mi sta dando un po' di fastidio, e cioè quella di spiegare ogni tipo di posizione che si ritiene "stupida" o "becera" ricorrendo come spiegazione all'ignoranza od all'ormai onnipresente analfabetismo funzionale. Prima di tutto perché viene fatto senza alcuna considerazione all'aspetto sociale (hint: un basso livello d'istruzione è spesso correlato con l'appartenenza ai ceti meno abbienti) ed in secondo luogo perché disabitua a pensare che esistano persone che la pensano in modo diverso e se lo fanno sicuramente è perché sono più stupide. In certi casi sarà vero sicuramente, ma è il metodo che è tossico. Oltretutto, vi assicuro che esistono fascisti, razzisti, xenofobi che sono molto intelligenti e/o istruiti. Il problema quindi sarà quindi uno di ideologia con cui uno è o meno d'accordo, non di stupidità o ignoranza. Non so se mi sono spiegato e chiudo.
Titolo: Re:Immigrazione e Co.
Inserito da: eldar - 14 Maggio 2016, 14:38:32
Adoro sempre i tuoi post staffan
Titolo: Re:Immigrazione e Co.
Inserito da: Darko - 14 Maggio 2016, 14:41:48
Lui si vede che queste cose le ha studiate nei suoi anni da diplomatico :lki:
Titolo: Re:Re:LO VOGLIO
Inserito da: a323109 - 14 Maggio 2016, 21:25:41
scannatevi

Col qualunquismo a badilate?  ;D
Titolo: Re:Re:LO VOGLIO
Inserito da: a323109 - 14 Maggio 2016, 21:25:57
Con tutti questi spostamenti non ci sto piu' dietro :(
Titolo: Re:Immigrazione e Co.
Inserito da: Sacco - 14 Maggio 2016, 22:10:11
Continuo sulla mia fregandomene di tutto  che schifo i giargia dovreste venire a Brescia e vedere via Milano il centro è la stazione prima di sparare stronzate :drd:
Titolo: Re:Immigrazione e Co.
Inserito da: a323109 - 14 Maggio 2016, 22:20:26
Continuo sulla mia fregandomene di tutto  che schifo i giargia dovreste venire a Brescia e vedere via Milano il centro è la stazione prima di sparare stronzate :drd:

Buttiamo benzina sul fuoco

http://theconspiracyzone.podcastpeople.com/posts/64531
Titolo: Re:Immigrazione e Co.
Inserito da: Toshio - 15 Maggio 2016, 02:19:14
Che cazzo c'entrano "i comunisti"? (evidentemente  :facepalm: hanno fatto presa quei vent'anni di berluscon-leghismo: comunisti-comunisti-comunisti-comunisti-comunisti...tipo pupazzo meccanico)
La questione sarebbe seria e ci si può confrontare anche tra persone che la pensano diversamente però ragazzi, senza offesa, se fate così non si riesce a prendervi sul serio. (...e stalin e i commissari del popolo e i gulag... e le file per il pane no? non le abbiamo citate?... ma che minchia)
Non è un caso se ti chiedevo Sacco se parlavi seriamente perchè detta così
Citazione
mi fanno schifo .
poi sta cosa che vengono qua fan quel cazzo che vogliono nessuno gli dice una sega mi fa girare i coglioni, non cercano un lavoro perchè chi cazzo te lo fa fare di andare a cercare un lavoro se hai sigarette,telefono,cibo e un posto dove dormire ah si per non dimenticarci dei 35€ a co non andrei nemmeno io non so voi...(qua a brescia gli hanno dato un hotel...)
ora anche l'assicurazione vogliono pagargli...
ora la smetto se no non finisco più..
qualsiasi cosa voi vogliate dire non cambierò la mia idea
I gà de turnà a baita sti giargianes de merda prima che sbattano noi fuori dalle nostre case per darle a loro.
non si sa neache da che parte cominciare, è parlare per slogan (per non dire di peggio), ed è triste.
Quindi me la rido
https://www.youtube.com/watch?v=HrF_ujCM_nQ
MANA'-MANA' tattaaa-tadada
MANA'-MANA' tatta-ta
...

Vi auguro di riuscire ad aprire un libro in vita vostra e capire cosa state leggendo. :)
P.S. Fabio Volo, Matteo Salvini e Barbara D'Urso non sono validi.
Adam Kadmon invece vale  :asd:
Titolo: Re:Immigrazione e Co.
Inserito da: Toshio - 15 Maggio 2016, 03:17:20
... e cioè quella di spiegare ogni tipo di posizione che si ritiene "stupida" o "becera" ricorrendo come spiegazione all'ignoranza od all'ormai onnipresente analfabetismo funzionale. Prima di tutto perché viene fatto senza alcuna considerazione all'aspetto sociale (hint: un basso livello d'istruzione è spesso correlato con l'appartenenza ai ceti meno abbienti) ed in secondo luogo perché disabitua a pensare che esistano persone che la pensano in modo diverso e se lo fanno sicuramente è perché sono più stupide. In certi casi sarà vero sicuramente, ma è il metodo che è tossico.
@Staffan De Mistura ho scritto prima di leggere il tuo di post. Ok sono d'accordissimo in generale è un concetto che ho espresso anch'io più volte MA... non è questo il caso. A certa mancanza, vuoto pneumatico, d'argomentazioni cosa vuoi opporre se non il "manà"? Per intenderci "occhio all'applicazione".

Citazione
Oltretutto, vi assicuro che esistono fascisti, razzisti, xenofobi che sono molto intelligenti e/o istruiti. Il problema quindi sarà quindi uno di ideologia con cui uno è o meno d'accordo, non di stupidità o ignoranza. Non so se mi sono spiegato e chiudo.
Ignoranza certo che sì invece, e nella maggiorparte dei casi! Come saprai stupidità e ignoranza non sono la stessa cosa, basta la "storia" della xenofobia in europa e stati uniti a dimostrarlo e in particolare non mi riferisco ai periodi storici in cui si sono discriminate persone dall'appartenenza etnica diversa (troppo facile) ma quelli in cui si sono discrimati gruppi che avevano credi religiosi o costumi culturali leggermente diversi.
C'è una letteratura ampissima a riguardo hai tutto l'agio d'approfondire.     

Citazione
un'altra cosa che sento dire spesso e mi sta dando un po' di fastidio.
e come ho detto sono d'accordo.
A me c'è un'altra cosa che dà fastidio (spero non sia il tuo caso): un certo atteggiamento di relativismo "funzionale" per cui si ritengono si definiscono tutte le opinioni ad un pari grado di legittimità.
Non è così. Dicevo la maggioroparte dei casi ignoranza spesso accompagnata da stupidità.. e nei casi rimanenti? Socio-psico patologia. Che poi abbiano avuto successo e seguito, questo attiene alla storia e all'antropologia.
NO, non è qualsiasi idea del cazzo partorita da gente ignorante e/o stupida e/o malata in testa ha la parì dignità così "per principio" per un etereo principio filosofico di equità.
Saremmo "fatti", uso il condizionale, grazie al raziocinio per saper "distinguere".

Vabbeh vado a squartare un po' di nazi. :asd:
Wolfenstein the New Order videogioco basato sull'assunto distopico per cui i nazional-socialisti abbiano vinto la seconda guerra contro gli Alleati. Te lo consiglio.
Titolo: Re:Immigrazione e Co.
Inserito da: Gabo - 15 Maggio 2016, 03:43:28
Adoro sempre i tuoi post staffan

^

Mi lego ad un'altra cosa che sento dire spesso e mi sta dando un po' di fastidio, e cioè quella di spiegare ogni tipo di posizione che si ritiene "stupida" o "becera" ricorrendo come spiegazione all'ignoranza od all'ormai onnipresente analfabetismo funzionale. Prima di tutto perché viene fatto senza alcuna considerazione all'aspetto sociale (hint: un basso livello d'istruzione è spesso correlato con l'appartenenza ai ceti meno abbienti) ed in secondo luogo perché disabitua a pensare che esistano persone che la pensano in modo diverso e se lo fanno sicuramente è perché sono più stupide. In certi casi sarà vero sicuramente, ma è il metodo che è tossico.

Verissimo, ma frasi come questa come le giustifichiamo?


Continuo sulla mia fregandomene di tutto  che schifo i giargia dovreste venire a Brescia e vedere via Milano il centro è la stazione prima di sparare stronzate :drd:


Già la forma di questa frase, sgrammaticata e priva di punteggiatura, è sintomatica di quanto sia contorto il pensiero. Notoriamente non cambiare mai idea, arroccandosi su posizioni che le verità fattuali smentiscono è tipico dell'analfabeta funzionale. L'argomentazione che usano è "siccome a Brescia è così" o "mio cuggino mi ha detto che...", adattando ad un modello universale situazioni che possono essere tipiche di una realtà molto specifica, se non addirittura del tutto personale. Non conta che persone che abbiano un background personale e accademico molto diverso come il sottoscritto e @Darko smentiscano le loro versioni, tanto più che il doc ha avuto modo di toccare con mano certe realtà. Non conta che esistano documenti e giornali accreditati che possono spiegare molto meglio e in maniera molto più approfondita di noi. Non conta che sia stato già abbondantemente spiegato e dimostrato che la storia della diaria, intesa nel senso che a2xxx e Sacco intendono, è una bufala. L'importante è giustificare in maniera, ai loro occhi, razionale ciò che in realtà è dettato puramente dai bassi istinti: paura del diverso, incomprensibilità e incomprensione di popoli terzi, indisponibilità alla fatica di confrontare per comprendere una realtà complessa. La contrapposizione netta bianco vs nero non esiste, ma è l'unico strumento interpretativo della realtà che l'analfabeta funzionale conosce: e infatti dividono in due il mondo etichettando tra "comunisti" e "non comunisti", apparentemente senza avere nozioni base di storia delle ideologie e dei partiti e continuando imperterriti con una catalogazione che farebbe rabbrividire chiunque abbia mai aperto un libro di storia contemporanea; tra "giargianesi" (immigrati) e italiani, ammassando nella prima categoria, in un unica entità magmatica e indistinguibile, una varietà di popoli assolutamente eterogenea, che alla lunga finirebbe per comprendere persino chi non è nativo della stessa regione, se non della stessa provincia. Dire senza pudore alcuno che "gli immigrati mi fanno schifo e non potete dire niente per farmi cambiare idea" non può che essere sintomatico, a voler essere generosi, di analfabetismo funzionale. Non c'è da meravigliarsi se a questo punto vengono citati come attendibili fonti d'informazione siti del calibro di http://theconspiracyzone.podcastpeople.com. Esistono e sono esistiti fior fiore di intellettuali reazionari, come Hegel, il primo Heidegger  o a tratti Nietzsche,  diamanti per la cultura europea persino per chi, come me, si ritiene profondamente e indistricabilmente legato alla tradizione anarco-socialista europea. Ma in questo caso proprio non ci sto a veder derubricate le mie posizioni a mero pregiudizio. Sono pronto a discutere e a scontrarmi pesantemente con chi la pensa diversamente da me: ma mai darei dell'analfabeta funzionale a chi controbatte alle mie tesi argomentando e smentendomi puntualmente, e comunque rispettando sempre l'autonomia intellettuale altrui. Al contempo però, sono pronto a sospendere una qualsivoglia discussione con chi plasma la realtà il base al proprio piccolo mondo e procedeper categorie precostituite. Citando e modificando un vecchio meme, "discutere con un analfabeta funzionale è come giocare a scacchi con un piccione: non importa quanto tu sia bravo, perchè questo cagherà sulla scacchiera e butterà i pezzi per terra".
Titolo: Re:Immigrazione e Co.
Inserito da: a323109 - 15 Maggio 2016, 07:43:09
Adoro sempre i tuoi post staffan

^

Mi lego ad un'altra cosa che sento dire spesso e mi sta dando un po' di fastidio, e cioè quella di spiegare ogni tipo di posizione che si ritiene "stupida" o "becera" ricorrendo come spiegazione all'ignoranza od all'ormai onnipresente analfabetismo funzionale. Prima di tutto perché viene fatto senza alcuna considerazione all'aspetto sociale (hint: un basso livello d'istruzione è spesso correlato con l'appartenenza ai ceti meno abbienti) ed in secondo luogo perché disabitua a pensare che esistano persone che la pensano in modo diverso e se lo fanno sicuramente è perché sono più stupide. In certi casi sarà vero sicuramente, ma è il metodo che è tossico.

Verissimo, ma frasi come questa come le giustifichiamo?


Continuo sulla mia fregandomene di tutto  che schifo i giargia dovreste venire a Brescia e vedere via Milano il centro è la stazione prima di sparare stronzate :drd:


Già la forma di questa frase, sgrammaticata e priva di punteggiatura, è sintomatica di quanto sia contorto il pensiero. Notoriamente non cambiare mai idea, arroccandosi su posizioni che le verità fattuali smentiscono è tipico dell'analfabeta funzionale. L'argomentazione che usano è "siccome a Brescia è così" o "mio cuggino mi ha detto che...", adattando ad un modello universale situazioni che possono essere tipiche di una realtà molto specifica, se non addirittura del tutto personale. Non conta che persone che abbiano un background personale e accademico molto diverso come il sottoscritto e @Darko smentiscano le loro versioni, tanto più che il doc ha avuto modo di toccare con mano certe realtà. Non conta che esistano documenti e giornali accreditati che possono spiegare molto meglio e in maniera molto più approfondita di noi. Non conta che sia stato già abbondantemente spiegato e dimostrato che la storia della diaria, intesa nel senso che a2xxx e Sacco intendono, è una bufala. L'importante è giustificare in maniera, ai loro occhi, razionale ciò che in realtà è dettato puramente dai bassi istinti: paura del diverso, incomprensibilità e incomprensione di popoli terzi, indisponibilità alla fatica di confrontare per comprendere una realtà complessa. La contrapposizione netta bianco vs nero non esiste, ma è l'unico strumento interpretativo della realtà che l'analfabeta funzionale conosce: e infatti dividono in due il mondo etichettando tra "comunisti" e "non comunisti", apparentemente senza avere nozioni base di storia delle ideologie e dei partiti e continuando imperterriti con una catalogazione che farebbe rabbrividire chiunque abbia mai aperto un libro di storia contemporanea; tra "giargianesi" (immigrati) e italiani, ammassando nella prima categoria, in un unica entità magmatica e indistinguibile, una varietà di popoli assolutamente eterogenea, che alla lunga finirebbe per comprendere persino chi non è nativo della stessa regione, se non della stessa provincia. Dire senza pudore alcuno che "gli immigrati mi fanno schifo e non potete dire niente per farmi cambiare idea" non può che essere sintomatico, a voler essere generosi, di analfabetismo funzionale. Non c'è da meravigliarsi se a questo punto vengono citati come attendibili fonti d'informazione siti del calibro di http://theconspiracyzone.podcastpeople.com. Esistono e sono esistiti fior fiore di intellettuali reazionari, come Hegel, il primo Heidegger  o a tratti Nietzsche,  diamanti per la cultura europea persino per chi, come me, si ritiene profondamente e indistricabilmente legato alla tradizione anarco-socialista europea. Ma in questo caso proprio non ci sto a veder derubricate le mie posizioni a mero pregiudizio. Sono pronto a discutere e a scontrarmi pesantemente con chi la pensa diversamente da me: ma mai darei dell'analfabeta funzionale a chi controbatte alle mie tesi argomentando e smentendomi puntualmente, e comunque rispettando sempre l'autonomia intellettuale altrui. Al contempo però, sono pronto a sospendere una qualsivoglia discussione con chi plasma la realtà il base al proprio piccolo mondo e procedeper categorie precostituite. Citando e modificando un vecchio meme, "discutere con un analfabeta funzionale è come giocare a scacchi con un piccione: non importa quanto tu sia bravo, perchè questo cagherà sulla scacchiera e butterà i pezzi per terra".

https://www.youtube.com/watch?v=_ANBiJ1hRc8

Si, ma tu non vedi la realta'.

Anche gli immigrati sono analfabeti funzionali e allora come la mettiamo? Nemmeno agli immigrati regolari Arabi e non Arabi piace l'idea che arriva un nero e va' in albergo a tempo indefinito. E quanto puo' durare questa situazione? Per sempre???

In tutto il tuo "pistolotto" almeno una cosa l'hai capita: che gli incidenti aumentano il PIL, quindi gli "incidenti" in tutte le forme vengono cercati e voluti. Compresi eventuali scontri razziali.

#Edit Omunque tanto analfabeta non mi sento di essere visto che ho fatto il liceo Scientifico e libri ne ho letti a iosa, e poi certi errori li faccio "apposta" tanto per ridere visto che il BUBS non e' l'accademia della crusca.
Titolo: Re:Immigrazione e Co.
Inserito da: Darko - 15 Maggio 2016, 08:59:46
@a323109 analfabetismo e analfabetismo funzionale sono due cose completamente diverse.
La seconda può interessare anche gente laureata e con gradi di alfabetizzazione molto alta
Titolo: Re:Immigrazione e Co.
Inserito da: eldar - 15 Maggio 2016, 09:19:35
Citazione
La seconda può interessare anche gente laureata e con gradi di alfabetizzazione molto alta
yessa...però come sottolineava il buon staffan ormai è definizione abusatissima
Titolo: Re:Immigrazione e Co.
Inserito da: a323109 - 15 Maggio 2016, 09:23:49
Citazione
La seconda può interessare anche gente laureata e con gradi di alfabetizzazione molto alta
yessa...però come sottolineava il buon staffan ormai è definizione abusatissima

E' anche una scusa, se non sei daccordo con uno gli dai del analfabeta fuzionale e sei a posto.

____________________________


Maaaa se venissi classificato ufficialmente come "analfabeta funzionale" avrei diritto ad una pensionedi inavalidita'? :)
Se e' cosi' mi sta anche bene. :D

Se non e' cosi' significa che essere "analfabeta funzionale" non e' limitante.
Titolo: Re:Immigrazione e Co.
Inserito da: Darko - 15 Maggio 2016, 09:31:23
Citazione
La seconda può interessare anche gente laureata e con gradi di alfabetizzazione molto alta
yessa...però come sottolineava il buon staffan ormai è definizione abusatissima

E' anche una scusa, se non sei daccordo con uno gli dai del analfabeta fuzionale e sei a posto.
Sì, ma non necessariamente.
A volte un analfabeta funzionale è semplicemente un analfabeta funzionale.
È un fenomeno che esiste e si manifesta molto più facilmente da quando, con i social, tutti possono dire tutto.
Titolo: Re:Immigrazione e Co.
Inserito da: a323109 - 15 Maggio 2016, 09:36:04
Citazione
Analfabetismo funzionale
Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.

Con il termine analfabetismo funzionale si intende l'incapacità di un individuo di usare in modo efficiente le abilità di lettura, scrittura e calcolo nelle situazioni della vita quotidiana. In generale, l'analfabetismo è l'incapacità di leggere o scrivere frasi semplici in una qualsiasi lingua. Si parla talvolta, meno comunemente, di illetteratismo, termine usato perlopiù in ambito scientifico che definisce individui incapaci di comprendere, valutare, usare e farsi coinvolgere con testi scritti per intervenire attivamente nella società, per raggiungere i propri obiettivi e per sviluppare le proprie conoscenze e potenzialità.

https://it.wikipedia.org/wiki/Analfabetismo_funzionale

"incapacita' di leggere e scrivere frasi semplici"

Io no capire come essere storia adesso buana  ;D

Titolo: Re:Immigrazione e Co.
Inserito da: Sacco - 15 Maggio 2016, 09:36:42
Citazione
La seconda può interessare anche gente laureata e con gradi di alfabetizzazione molto alta
yessa...però come sottolineava il buon staffan ormai è definizione abusatissima

E' anche una scusa, se non sei daccordo con uno gli dai del analfabeta fuzionale e sei a posto.

:drd:
Titolo: Re:Immigrazione e Co.
Inserito da: Darko - 15 Maggio 2016, 09:40:46
@a323109 ci sei o ci fai? Seriamente.

Dal TUO link

"In generale, l'analfabetismo è l'incapacità di leggere o scrivere frasi semplici in una qualsiasi lingua"
L'analfabetismo E BASTA è quello che dici tu.

L'analfabetismo FUNZIONALE è "incapacità di un individuo di usare in modo efficiente le abilità di lettura, scrittura e calcolo nelle situazioni della vita quotidiana" che non significa non sapere leggere e scrivere testi semplici, ma non essere in grado, pur sapendolo fare, di applicare le nozioni apprese nella vita di tutti i giorni.
Come per esempio leggere un testo di 3 righe e non capirne il significato
Titolo: Re:Immigrazione e Co.
Inserito da: eldar - 15 Maggio 2016, 09:47:23
le due cose non si escludono.
l'analfabetismo funzionale è in una fase di vera e propria esplosione come piaga sociale (e come diceva darko è uno dei lati oscurissimi, e imho dal sapore distopico sul lungo periodo del nuovo corso del mondo iperconesso)
d'altro canto, è vero che è è diventato una figura retorica/insulto standard per posizioni avverse ed inconciliabili cioè appunto: se non sei daccordo con uno, e tu hai ovviamente ragione, gli dai del analfabeta funzionale e sei a posto.
Titolo: Re:Immigrazione e Co.
Inserito da: a323109 - 15 Maggio 2016, 09:53:34
@a323109
L'analfabetismo FUNZIONALE è "incapacità di un individuo di usare in modo efficiente le abilità di lettura, scrittura e calcolo nelle situazioni della vita quotidiana" che non significa non sapere leggere e scrivere testi semplici, ma non essere in grado, pur sapendolo fare, di applicare le nozioni apprese nella vita di tutti i giorni.
Come per esempio leggere un testo di 3 righe e non capirne il significato

Ma che casino  :confused:

Ho capito, lo so', l'analfabeta non sa leggere e scrivere...sto cazzo di analfabeta funzionale NON e' neanche ben definito.
Ci sono per esempio dei test per stabilire se uno e' o non e' analfabeta funzionale???

No, non ci sono, perche' e' un concetto-cazzata gia' all'origine.

Che significa in modo efficente?
Se mi danno il controllo di un impianto di trasformazione da 20 megawatt e faccio il mio lavoro sono efficente???
O sono un analfabeta funzionale che per culo non ha fatto esplodere tutto???

Posso essere analfabeta funzionale per quanto riguarda l'immigrazione e non esserlo quando si tratta di lavori complessi????

@a323109 analfabetismo e analfabetismo funzionale sono due cose completamente diverse.
La seconda può interessare anche gente laureata e con gradi di alfabetizzazione molto alta

Questo e' un paradosso, un laureato ha capacita' linguistiche riconosciute dallo stato, significa che lo stato mette ai vertici persone classificate "analfabeta funzionale" ???

Non credo proprio.
Titolo: Re:Immigrazione e Co.
Inserito da: Gabo - 15 Maggio 2016, 12:17:05
Ho capito, lo so', l'analfabeta non sa leggere e scrivere...sto cazzo di analfabeta funzionale NON e' neanche ben definito.
Ci sono per esempio dei test per stabilire se uno e' o non e' analfabeta funzionale???

No, non ci sono, perche' e' un concetto-cazzata gia' all'origine.


Citazione
Diffusione

Negli Stati Uniti, secondo la rivista Business, all'inizio del XXI secolo gli adulti funzionalmente analfabeti che avevano un impiego sono stati stimati essere 15 milioni. L'American Council of Life Insurers ha denunciato che il 75% delle compagnie della classifica annuale Fortune 500 fornisce un qualche livello di corsi di riparazione per i loro lavoratori. In tutti gli Stati Uniti 30 milioni di persone (il 14% di adulti) non sono in grado di compiere attività di lettura semplici e di tutti i giorni.[1]

Il National Center for Education Statistics fornisce maggiori dettagli.[2]

E a quel punto uno va a controllare le note:

http://nces.ed.gov/NAAL/datafiles.asp

http://nces.ed.gov/naal/kf_demographics.asp

In aggiunta, sempre all'interno della pagina, si possono trovare link interni a wikipedia per ampliare la ricerca:

https://it.wikipedia.org/wiki/Analfabetismo#L.27indagine_2013_sulle_competenze_degli_italiani

CVD, un analfabeta funzionale non è in grado di fare questa operazione, e derubrica a "concetto-cazzata" ciò che non è in grado di capire.


Titolo: Re:Immigrazione e Co.
Inserito da: Staffan De Mistura - 15 Maggio 2016, 15:18:49
Io parto dal presupposto che TUTTI operiamo delle semplificazioni sulla realtà che osserviamo. È inevitabile, nessuno può avere il tempo, la capacità e la competenza di analizzare ogni cosa partendo dalla fonte originale. E se anche (ipoteticamente) lo si potesse fare, servirebbe ad ogni modo la capacità di navigare quel livello emergente che mette insieme e dà un senso all'interazione di tutte queste cose, ammesso che esista. Sicuramente la stupidità o l'ignoranza (comunque definite - la cosa è problematica) può essere accompagnata ad esternazioni che possiamo considerare semplicistiche, pregiudiziali ecc. ma siamo sicuri che ne sia LA causa? Se queste persone che hanno queste opinioni fossero più intelligenti e/o istruite, quindi, la penserebbero in modo diverso? Dicevo che bisogna operare delle scelte nell'interpretazione della realtà, scelte che non possono essere esaustive - qualcosa rimane fuori. Io per deformazione tendo a non considerare nemmeno visioni che si rifacciano a delle qualità "morali" dei singoli, per questo sentir parlare sempre di "paura dell'altro ecc." mi lascia un po' perplesso, nel senso che io, pur non condividendo questa visione del fenomeno immigrazione, capisco abbastanza bene perché esista questa risposta, e mi pare poco corretto ma da un punto di vista epistemiologico spostare tutto il carico sulla mancanza di qualità morali o di comprensione dei singoli. Oltretutto stiamo parlando di un fenomeno estremamente complesso e che tocca tutta una serie di "nervi scoperti" e che hanno comunque un fondamento nella realtà: la percezione della minaccia di forza lavoro che fa concorrenza al ribasso, la perdita di identità nazionale che è connessa alla perdita di potere democratico nella dimensione nazionale - che voto a fare per dire se poi il governo deve andare a chiedere in ginocchio (come in questi giorni) di poter essere libero di gestire il bilancio come crede? Insomma a me sembra che si voglia negare che non esistano dei problemi reali connessi all'immigrazione. Problemi di cui certamente non sono gli immigrati i colpevoli, ed anzi sono le prime vittime - ma è sempre successo a tutte le latitudini che la tendenza naturale delle masse è quella di prendersela proprio con gli immigrati, soprattutto a giovamento di chi facilmente se ne adopera per mantenere la pace sociale interna. Dopodiché a me da fastidio ogni tentativo di ridurre la democrazia sulla base del fatto che l'elettorato non sarebbe qualificato. Ma certo che non lo è! Allora basterebbe creare una dittatura di tecnici ingegneri e scienzati. Piccolo problema 1: spesso nemmeno tra gli esperti esiste un consenso. Problema 2: nel gestire la vita comune non esiste una sola cosa, corretta per definizione, da fare: dipende da obiettivi che vengono da fuori, da quello che si immagina e si desidera ottenere in base ai propri interessi, interessi che saranno divergenti tra varie fasce della popolazione. E quindi anche l'esperienza e la conoscenza approfondita serve, sì, ma solo se sottomessa a degli obiettivi che sono esterni. Perciò non voglio girarci intorno, ma questo stile di soppressione di una discussione su base "tecnocratica" e fondamentalmente un certo disprezzo "positivista" per la democrazia è alla fine, secondo me, uno dei tanti strumenti culturali che fanno largo e accompagnano quella oligarchizzazione che è in atto nel mondo. Il problema è che anche le nostre categorie di pensiero sono state catturate dagli interessi dominanti. Ed in questo sì che l'analfabetismo funzionale, quello vero e non usato come arma dialettica, è un alleato fondamentale. Però voglio ricordare comunque che il suffragio universale è stato introdotto quando c'era una percentuale significativa di analfabeti VERI.
Titolo: Re:Immigrazione e Co.
Inserito da: a323109 - 15 Maggio 2016, 15:55:29



CVD, un analfabeta funzionale non è in grado di fare questa operazione, e derubrica a "concetto-cazzata" ciò che non è in grado di capire.

Va bene allora e' ancora peggio.

La cazzata ha una sua dignita' ma come la metti tu e' un AMERICANATA che è' peggio  ;D

Adesso tanto per far comprendere bene la mia analfabeticita' funzionale:

Oggi in un solo giorno tra benzina, autostrada, abbuffata di pesce al ristorante, shopping...ecc ho speso quasi mille euro.

Alla faccia tua e dei tuoi richiedenti asilo.  ;D

100:30=33,3 periodico

Avrei potuto mantenere un negretto per un mese...ma mi spiace...non l'ho fatto. Li ho spesi per me è la mia famiglia visto che sono analfabeta senza speranza.

Titolo: Re:Immigrazione e Co.
Inserito da: a323109 - 15 Maggio 2016, 16:31:20
Aspetta, adesso ne sparo un'altra.

Analfabeta FUNZIONALE

FUNZIONALE a cosa?

FUNZIONALE a quelli come te che sperano in una massa di analfabeti da poter facilmente controllare.

Invece loro (gli analfabeti funzionali) saranno anche analfabeti secondo le vostre classificazioni che vengono dagli USA ( le famose americanate)  ma sono furbi. E la furbizia non e' controllabile tanto facilmente.

Gli Italiani in un modo o nell'altro ti fregano, e' la loro natura ;)
Titolo: Re:Immigrazione e Co.
Inserito da: Sacco - 16 Maggio 2016, 01:16:46



CVD, un analfabeta funzionale non è in grado di fare questa operazione, e derubrica a "concetto-cazzata" ciò che non è in grado di capire.

Va bene allora e' ancora peggio.

La cazzata ha una sua dignita' ma come la metti tu e' un AMERICANATA che è' peggio  ;D

Adesso tanto per far comprendere bene la mia analfabeticita' funzionale:

Oggi in un solo giorno tra benzina, autostrada, abbuffata di pesce al ristorante, shopping...ecc ho speso quasi mille euro.

Alla faccia tua e dei tuoi richiedenti asilo.  ;D

100:30=33,3 periodico

Avrei potuto mantenere un negretto per un mese...ma mi spiace...non l'ho fatto. Li ho spesi per me è la mia famiglia visto che sono analfabeta senza speranza.
:love: :love: :love:
Titolo: Re:Immigrazione e Co.
Inserito da: Gabo - 16 Maggio 2016, 01:18:38
Io parto dal presupposto che TUTTI operiamo delle semplificazioni sulla realtà che osserviamo. È inevitabile, nessuno può avere il tempo, la capacità e la competenza di analizzare ogni cosa partendo dalla fonte originale. E se anche (ipoteticamente) lo si potesse fare, servirebbe ad ogni modo la capacità di navigare quel livello emergente che mette insieme e dà un senso all'interazione di tutte queste cose, ammesso che esista. Sicuramente la stupidità o l'ignoranza (comunque definite - la cosa è problematica) può essere accompagnata ad esternazioni che possiamo considerare semplicistiche, pregiudiziali ecc. ma siamo sicuri che ne sia LA causa? Se queste persone che hanno queste opinioni fossero più intelligenti e/o istruite, quindi, la penserebbero in modo diverso? Dicevo che bisogna operare delle scelte nell'interpretazione della realtà, scelte che non possono essere esaustive - qualcosa rimane fuori. Io per deformazione tendo a non considerare nemmeno visioni che si rifacciano a delle qualità "morali" dei singoli, per questo sentir parlare sempre di "paura dell'altro ecc." mi lascia un po' perplesso, nel senso che io, pur non condividendo questa visione del fenomeno immigrazione, capisco abbastanza bene perché esista questa risposta, e mi pare poco corretto ma da un punto di vista epistemiologico spostare tutto il carico sulla mancanza di qualità morali o di comprensione dei singoli. Oltretutto stiamo parlando di un fenomeno estremamente complesso e che tocca tutta una serie di "nervi scoperti" e che hanno comunque un fondamento nella realtà: la percezione della minaccia di forza lavoro che fa concorrenza al ribasso, la perdita di identità nazionale che è connessa alla perdita di potere democratico nella dimensione nazionale - che voto a fare per dire se poi il governo deve andare a chiedere in ginocchio (come in questi giorni) di poter essere libero di gestire il bilancio come crede? Insomma a me sembra che si voglia negare che non esistano dei problemi reali connessi all'immigrazione. Problemi di cui certamente non sono gli immigrati i colpevoli, ed anzi sono le prime vittime - ma è sempre successo a tutte le latitudini che la tendenza naturale delle masse è quella di prendersela proprio con gli immigrati, soprattutto a giovamento di chi facilmente se ne adopera per mantenere la pace sociale interna. Dopodiché a me da fastidio ogni tentativo di ridurre la democrazia sulla base del fatto che l'elettorato non sarebbe qualificato. Ma certo che non lo è! Allora basterebbe creare una dittatura di tecnici ingegneri e scienzati. Piccolo problema 1: spesso nemmeno tra gli esperti esiste un consenso. Problema 2: nel gestire la vita comune non esiste una sola cosa, corretta per definizione, da fare: dipende da obiettivi che vengono da fuori, da quello che si immagina e si desidera ottenere in base ai propri interessi, interessi che saranno divergenti tra varie fasce della popolazione. E quindi anche l'esperienza e la conoscenza approfondita serve, sì, ma solo se sottomessa a degli obiettivi che sono esterni. Perciò non voglio girarci intorno, ma questo stile di soppressione di una discussione su base "tecnocratica" e fondamentalmente un certo disprezzo "positivista" per la democrazia è alla fine, secondo me, uno dei tanti strumenti culturali che fanno largo e accompagnano quella oligarchizzazione che è in atto nel mondo. Il problema è che anche le nostre categorie di pensiero sono state catturate dagli interessi dominanti. Ed in questo sì che l'analfabetismo funzionale, quello vero e non usato come arma dialettica, è un alleato fondamentale. Però voglio ricordare comunque che il suffragio universale è stato introdotto quando c'era una percentuale significativa di analfabeti VERI.

Tutti noi interagiamo con il mondo operando delle semplificazioni, assolutamente necessarie ad un corpo fisico per poter agire su un piano concreto. Non a caso sentiamo solo una certa gamma di suoni, così come siamo in grado di vedere solamente una ristretta gamma dello spettro elettromagnetico. Questa necessità è inevitabilmente proiettata alla nostra mente, che d'altronde risiede in un corpo fisico e funziona solamente grazie a mere sostanze chimiche. Con questo cosa voglio arrivare a dire? Che esiste un grado accettabile di approssimazione della realtà, ovviamente contingentata anche dal momento storico, dal luogo geografico e, in maniera più prepotente, dall'esperienza soggettiva. Io scomoderei quindi non l'epistemologia, ma la gnoseologia, poichè ciò che mi viene spontaneo chiedermi è se esiste una verità oggettiva (peraltro tema trito e ritrito nella filosofia occidentale). Io rispondo di no. Il tema dei problemi legati all'immigrazione è toccato da questa discussione nel momento in cui si pretende di erigersi a giudici imperituri della verità, e non è mia intenzione fare ciò. Esistono però certi atteggiamenti che ai miei occhi appaiono del tutto contrari allo Ius Gentium e che trovo intollerabili. Sicuramente ci sono nervi scoperti che vengono toccati, così come è vero che in questioni del genere è cruciale ciò che qualcuno definì "subconscio collettivo". Ciò fornisce una spiegazione, ma non la giustificazione per atteggiamenti del tutto contrari al senso di umanità e che arrivano a negare l'evidenza fattuale. A questo si aggiunge l'incapacità di comprendere informazioni anche basilare; ma attenzione, non è un modo per sopprimere l'opinione altrui. Ti faccio un esempio: è interpretabile l'informazione che i rifugiati non ricevono personalmente un soldo ma finiscono in fondi gestiti da enti e/o associazioni? Assolutamente no. Eppure si ha l'impressione che concetti tanto semplici non siano assimilabili, si assiste disarmati a risposte che riescono a trovare la propria ragion d'essere solamente nella propria piccola esperienza personale. Poi ovvio, nessuno tra i presenti è in grado di determinare correttamente l'analfabetismo funzionale altrui,  le nostre valutazioni lasciano il tempo che trovano, stiamo discutendo con post di poche righe su un forum pubblico. Non intendo sopprimere l'opinione di nessuno, purchè argomentata in maniera razionale e civile. Per quanto riguarda il discorso sulla democrazia stai parlando con una persona che non si riconosce nei valori democratici, perlomeno quando estesi a comunità eccessivamente grandi. Ritengo che invece esistano un gran numero di temi per cui è necessario un discreto livello di formazione culturale per poter esprimere opinioni, e che proprio qui stia la fallacia delle grandi democrazie, ree di permettere a persone incompetenti di esprimere un giudizio che non sono in grado di esprimere. Siamo abituati ad attribuire un valore negativo alle parole "oligarchia" e "aristocrazia", ma in realtà l'etimo di queste è un qualcosa di estremamente  lineare. Chi non ambirebbe ad avere un governo di pochi e di migliori (e qui sorrido pensando alla riforma costituzionale appena varata)? Dici assolutamente bene nel far osservare che il suffragio universale è stato introdotto in un momento storico di grandissima diffusione dell'analfabetismo stretto, ma faccio notare allora (semplificando volutamente la discussione) che non molto più tardi hanno trovato la strada aperta personaggi come Hitler e Mussolini nell'Europa democratica. Oggi viviamo il nuovo stadio dell'analfabetismo: è un caso che in questo revival moderno trovino sempre più consenso elementi del calibro di Trump o Salvini? Io credo di no. Sono risposte facili a problemi complessi, esattamente ciò di cui gli analfabeti funzionali hanno bisogno.
Titolo: Re:Immigrazione e Co.
Inserito da: a323109 - 16 Maggio 2016, 06:54:51
Benissimo

Dopo la tesi di laurea che serve a poco se non a prendere la laurea appunto, passiamo alla realta'.

Nel mondo ci sono migliardi di persone che possono dirsi genericamente "in difficolta'", li portiamo tutti in Europa fino ad arrivare alla densita' di 1 immigrante per metro quadro. Mentre se un italiano ha un disagio qualunque se lo tiene.

Se i tuoi oligarchi vogliono la terza guerra mondiale questo e' il sistema perfetto.

Non credo che non abbiano capito che esiste un limite fisico riguardo al numero di accolti/mantenuti dagli Europei.

Andando oltre. questo e' il modo per creare un nuovo Hitler ma hanno pensato gli oligarchi che quando uscira' il nuovo Hitler magari loro saranno i primi a cadere??? Non e' la democrazia che crea il dittatore ma le condizioni sociali.
Titolo: Re:Immigrazione e Co.
Inserito da: Darko - 16 Maggio 2016, 08:54:03
@a323109 tu, del discorso analfabetismo funzionale, non hai capito una mazza.
E lo si vede dagli esempi che fai.
Non c'entra il grado di alfabetizzazione, non c'entra il lavoro svolto.
Ma,  soprattutto, cazzo c'entrano criteri americani e il non essere ben definito?
 :confused: :confused: :confused:
Titolo: Re:Immigrazione e Co.
Inserito da: eldar - 16 Maggio 2016, 09:12:17
Citazione
@a323109 tu, del discorso analfabetismo funzionale, non hai capito una mazza.
^
Titolo: Re:Immigrazione e Co.
Inserito da: sgnablo - 16 Maggio 2016, 09:40:46
per la cronaca, ci son miei colleghi laureati in ingegneria (laurea magistrale, eh) che continuano a confondere li con gli, a dire pultroppo, e altre cose simili.

quindi no, una laurea non comporta capacità di interpretazione dei testi (o almeno, non in senso generale, magari sei bravissimo a leggere un datasheet ma non sei in grado di capire una pagina di testo generica )
Titolo: Re:Immigrazione e Co.
Inserito da: Gabo - 16 Maggio 2016, 12:06:20
@a323109 tu, del discorso analfabetismo funzionale, non hai capito una mazza.
E lo si vede dagli esempi che fai.

Amerikanata!!!!!!!!!!11!!!!!!!1!!!!1
Titolo: Re:Immigrazione e Co.
Inserito da: eldar - 16 Maggio 2016, 12:13:34
Si però anche tu, non far l'ironico troll elitista di sticazzi  :lkof:
Titolo: Re:Immigrazione e Co.
Inserito da: Gabo - 16 Maggio 2016, 12:29:03
Solo lui può trollare? :asd:
Titolo: Re:Immigrazione e Co.
Inserito da: eldar - 16 Maggio 2016, 12:29:47
A lui viene magnificamente
Titolo: Re:Immigrazione e Co.
Inserito da: Gabo - 16 Maggio 2016, 12:30:34
 :verovero:
Titolo: Re:Immigrazione e Co.
Inserito da: Staffan De Mistura - 16 Maggio 2016, 15:01:25
Io parto dal presupposto che TUTTI operiamo delle semplificazioni sulla realtà che osserviamo. È inevitabile, nessuno può avere il tempo, la capacità e la competenza di analizzare ogni cosa partendo dalla fonte originale. E se anche (ipoteticamente) lo si potesse fare, servirebbe ad ogni modo la capacità di navigare quel livello emergente che mette insieme e dà un senso all'interazione di tutte queste cose, ammesso che esista. Sicuramente la stupidità o l'ignoranza (comunque definite - la cosa è problematica) può essere accompagnata ad esternazioni che possiamo considerare semplicistiche, pregiudiziali ecc. ma siamo sicuri che ne sia LA causa? Se queste persone che hanno queste opinioni fossero più intelligenti e/o istruite, quindi, la penserebbero in modo diverso? Dicevo che bisogna operare delle scelte nell'interpretazione della realtà, scelte che non possono essere esaustive - qualcosa rimane fuori. Io per deformazione tendo a non considerare nemmeno visioni che si rifacciano a delle qualità "morali" dei singoli, per questo sentir parlare sempre di "paura dell'altro ecc." mi lascia un po' perplesso, nel senso che io, pur non condividendo questa visione del fenomeno immigrazione, capisco abbastanza bene perché esista questa risposta, e mi pare poco corretto ma da un punto di vista epistemiologico spostare tutto il carico sulla mancanza di qualità morali o di comprensione dei singoli. Oltretutto stiamo parlando di un fenomeno estremamente complesso e che tocca tutta una serie di "nervi scoperti" e che hanno comunque un fondamento nella realtà: la percezione della minaccia di forza lavoro che fa concorrenza al ribasso, la perdita di identità nazionale che è connessa alla perdita di potere democratico nella dimensione nazionale - che voto a fare per dire se poi il governo deve andare a chiedere in ginocchio (come in questi giorni) di poter essere libero di gestire il bilancio come crede? Insomma a me sembra che si voglia negare che non esistano dei problemi reali connessi all'immigrazione. Problemi di cui certamente non sono gli immigrati i colpevoli, ed anzi sono le prime vittime - ma è sempre successo a tutte le latitudini che la tendenza naturale delle masse è quella di prendersela proprio con gli immigrati, soprattutto a giovamento di chi facilmente se ne adopera per mantenere la pace sociale interna. Dopodiché a me da fastidio ogni tentativo di ridurre la democrazia sulla base del fatto che l'elettorato non sarebbe qualificato. Ma certo che non lo è! Allora basterebbe creare una dittatura di tecnici ingegneri e scienzati. Piccolo problema 1: spesso nemmeno tra gli esperti esiste un consenso. Problema 2: nel gestire la vita comune non esiste una sola cosa, corretta per definizione, da fare: dipende da obiettivi che vengono da fuori, da quello che si immagina e si desidera ottenere in base ai propri interessi, interessi che saranno divergenti tra varie fasce della popolazione. E quindi anche l'esperienza e la conoscenza approfondita serve, sì, ma solo se sottomessa a degli obiettivi che sono esterni. Perciò non voglio girarci intorno, ma questo stile di soppressione di una discussione su base "tecnocratica" e fondamentalmente un certo disprezzo "positivista" per la democrazia è alla fine, secondo me, uno dei tanti strumenti culturali che fanno largo e accompagnano quella oligarchizzazione che è in atto nel mondo. Il problema è che anche le nostre categorie di pensiero sono state catturate dagli interessi dominanti. Ed in questo sì che l'analfabetismo funzionale, quello vero e non usato come arma dialettica, è un alleato fondamentale. Però voglio ricordare comunque che il suffragio universale è stato introdotto quando c'era una percentuale significativa di analfabeti VERI.

Tutti noi interagiamo con il mondo operando delle semplificazioni, assolutamente necessarie ad un corpo fisico per poter agire su un piano concreto. Non a caso sentiamo solo una certa gamma di suoni, così come siamo in grado di vedere solamente una ristretta gamma dello spettro elettromagnetico. Questa necessità è inevitabilmente proiettata alla nostra mente, che d'altronde risiede in un corpo fisico e funziona solamente grazie a mere sostanze chimiche. Con questo cosa voglio arrivare a dire? Che esiste un grado accettabile di approssimazione della realtà, ovviamente contingentata anche dal momento storico, dal luogo geografico e, in maniera più prepotente, dall'esperienza soggettiva. Io scomoderei quindi non l'epistemologia, ma la gnoseologia, poichè ciò che mi viene spontaneo chiedermi è se esiste una verità oggettiva (peraltro tema trito e ritrito nella filosofia occidentale). Io rispondo di no. Il tema dei problemi legati all'immigrazione è toccato da questa discussione nel momento in cui si pretende di erigersi a giudici imperituri della verità, e non è mia intenzione fare ciò. Esistono però certi atteggiamenti che ai miei occhi appaiono del tutto contrari allo Ius Gentium e che trovo intollerabili. Sicuramente ci sono nervi scoperti che vengono toccati, così come è vero che in questioni del genere è cruciale ciò che qualcuno definì "subconscio collettivo". Ciò fornisce una spiegazione, ma non la giustificazione per atteggiamenti del tutto contrari al senso di umanità e che arrivano a negare l'evidenza fattuale. A questo si aggiunge l'incapacità di comprendere informazioni anche basilare; ma attenzione, non è un modo per sopprimere l'opinione altrui. Ti faccio un esempio: è interpretabile l'informazione che i rifugiati non ricevono personalmente un soldo ma finiscono in fondi gestiti da enti e/o associazioni? Assolutamente no. Eppure si ha l'impressione che concetti tanto semplici non siano assimilabili, si assiste disarmati a risposte che riescono a trovare la propria ragion d'essere solamente nella propria piccola esperienza personale. Poi ovvio, nessuno tra i presenti è in grado di determinare correttamente l'analfabetismo funzionale altrui,  le nostre valutazioni lasciano il tempo che trovano, stiamo discutendo con post di poche righe su un forum pubblico. Non intendo sopprimere l'opinione di nessuno, purchè argomentata in maniera razionale e civile. Per quanto riguarda il discorso sulla democrazia stai parlando con una persona che non si riconosce nei valori democratici, perlomeno quando estesi a comunità eccessivamente grandi. Ritengo che invece esistano un gran numero di temi per cui è necessario un discreto livello di formazione culturale per poter esprimere opinioni, e che proprio qui stia la fallacia delle grandi democrazie, ree di permettere a persone incompetenti di esprimere un giudizio che non sono in grado di esprimere. Siamo abituati ad attribuire un valore negativo alle parole "oligarchia" e "aristocrazia", ma in realtà l'etimo di queste è un qualcosa di estremamente  lineare. Chi non ambirebbe ad avere un governo di pochi e di migliori (e qui sorrido pensando alla riforma costituzionale appena varata)? Dici assolutamente bene nel far osservare che il suffragio universale è stato introdotto in un momento storico di grandissima diffusione dell'analfabetismo stretto, ma faccio notare allora (semplificando volutamente la discussione) che non molto più tardi hanno trovato la strada aperta personaggi come Hitler e Mussolini nell'Europa democratica. Oggi viviamo il nuovo stadio dell'analfabetismo: è un caso che in questo revival moderno trovino sempre più consenso elementi del calibro di Trump o Salvini? Io credo di no. Sono risposte facili a problemi complessi, esattamente ciò di cui gli analfabeti funzionali hanno bisogno.

40/60 la giuria si ritira
Titolo: Re:Immigrazione e Co.
Inserito da: Gabo - 16 Maggio 2016, 15:04:04
Io parto dal presupposto che TUTTI operiamo delle semplificazioni sulla realtà che osserviamo. È inevitabile, nessuno può avere il tempo, la capacità e la competenza di analizzare ogni cosa partendo dalla fonte originale. E se anche (ipoteticamente) lo si potesse fare, servirebbe ad ogni modo la capacità di navigare quel livello emergente che mette insieme e dà un senso all'interazione di tutte queste cose, ammesso che esista. Sicuramente la stupidità o l'ignoranza (comunque definite - la cosa è problematica) può essere accompagnata ad esternazioni che possiamo considerare semplicistiche, pregiudiziali ecc. ma siamo sicuri che ne sia LA causa? Se queste persone che hanno queste opinioni fossero più intelligenti e/o istruite, quindi, la penserebbero in modo diverso? Dicevo che bisogna operare delle scelte nell'interpretazione della realtà, scelte che non possono essere esaustive - qualcosa rimane fuori. Io per deformazione tendo a non considerare nemmeno visioni che si rifacciano a delle qualità "morali" dei singoli, per questo sentir parlare sempre di "paura dell'altro ecc." mi lascia un po' perplesso, nel senso che io, pur non condividendo questa visione del fenomeno immigrazione, capisco abbastanza bene perché esista questa risposta, e mi pare poco corretto ma da un punto di vista epistemiologico spostare tutto il carico sulla mancanza di qualità morali o di comprensione dei singoli. Oltretutto stiamo parlando di un fenomeno estremamente complesso e che tocca tutta una serie di "nervi scoperti" e che hanno comunque un fondamento nella realtà: la percezione della minaccia di forza lavoro che fa concorrenza al ribasso, la perdita di identità nazionale che è connessa alla perdita di potere democratico nella dimensione nazionale - che voto a fare per dire se poi il governo deve andare a chiedere in ginocchio (come in questi giorni) di poter essere libero di gestire il bilancio come crede? Insomma a me sembra che si voglia negare che non esistano dei problemi reali connessi all'immigrazione. Problemi di cui certamente non sono gli immigrati i colpevoli, ed anzi sono le prime vittime - ma è sempre successo a tutte le latitudini che la tendenza naturale delle masse è quella di prendersela proprio con gli immigrati, soprattutto a giovamento di chi facilmente se ne adopera per mantenere la pace sociale interna. Dopodiché a me da fastidio ogni tentativo di ridurre la democrazia sulla base del fatto che l'elettorato non sarebbe qualificato. Ma certo che non lo è! Allora basterebbe creare una dittatura di tecnici ingegneri e scienzati. Piccolo problema 1: spesso nemmeno tra gli esperti esiste un consenso. Problema 2: nel gestire la vita comune non esiste una sola cosa, corretta per definizione, da fare: dipende da obiettivi che vengono da fuori, da quello che si immagina e si desidera ottenere in base ai propri interessi, interessi che saranno divergenti tra varie fasce della popolazione. E quindi anche l'esperienza e la conoscenza approfondita serve, sì, ma solo se sottomessa a degli obiettivi che sono esterni. Perciò non voglio girarci intorno, ma questo stile di soppressione di una discussione su base "tecnocratica" e fondamentalmente un certo disprezzo "positivista" per la democrazia è alla fine, secondo me, uno dei tanti strumenti culturali che fanno largo e accompagnano quella oligarchizzazione che è in atto nel mondo. Il problema è che anche le nostre categorie di pensiero sono state catturate dagli interessi dominanti. Ed in questo sì che l'analfabetismo funzionale, quello vero e non usato come arma dialettica, è un alleato fondamentale. Però voglio ricordare comunque che il suffragio universale è stato introdotto quando c'era una percentuale significativa di analfabeti VERI.

Tutti noi interagiamo con il mondo operando delle semplificazioni, assolutamente necessarie ad un corpo fisico per poter agire su un piano concreto. Non a caso sentiamo solo una certa gamma di suoni, così come siamo in grado di vedere solamente una ristretta gamma dello spettro elettromagnetico. Questa necessità è inevitabilmente proiettata alla nostra mente, che d'altronde risiede in un corpo fisico e funziona solamente grazie a mere sostanze chimiche. Con questo cosa voglio arrivare a dire? Che esiste un grado accettabile di approssimazione della realtà, ovviamente contingentata anche dal momento storico, dal luogo geografico e, in maniera più prepotente, dall'esperienza soggettiva. Io scomoderei quindi non l'epistemologia, ma la gnoseologia, poichè ciò che mi viene spontaneo chiedermi è se esiste una verità oggettiva (peraltro tema trito e ritrito nella filosofia occidentale). Io rispondo di no. Il tema dei problemi legati all'immigrazione è toccato da questa discussione nel momento in cui si pretende di erigersi a giudici imperituri della verità, e non è mia intenzione fare ciò. Esistono però certi atteggiamenti che ai miei occhi appaiono del tutto contrari allo Ius Gentium e che trovo intollerabili. Sicuramente ci sono nervi scoperti che vengono toccati, così come è vero che in questioni del genere è cruciale ciò che qualcuno definì "subconscio collettivo". Ciò fornisce una spiegazione, ma non la giustificazione per atteggiamenti del tutto contrari al senso di umanità e che arrivano a negare l'evidenza fattuale. A questo si aggiunge l'incapacità di comprendere informazioni anche basilare; ma attenzione, non è un modo per sopprimere l'opinione altrui. Ti faccio un esempio: è interpretabile l'informazione che i rifugiati non ricevono personalmente un soldo ma finiscono in fondi gestiti da enti e/o associazioni? Assolutamente no. Eppure si ha l'impressione che concetti tanto semplici non siano assimilabili, si assiste disarmati a risposte che riescono a trovare la propria ragion d'essere solamente nella propria piccola esperienza personale. Poi ovvio, nessuno tra i presenti è in grado di determinare correttamente l'analfabetismo funzionale altrui,  le nostre valutazioni lasciano il tempo che trovano, stiamo discutendo con post di poche righe su un forum pubblico. Non intendo sopprimere l'opinione di nessuno, purchè argomentata in maniera razionale e civile. Per quanto riguarda il discorso sulla democrazia stai parlando con una persona che non si riconosce nei valori democratici, perlomeno quando estesi a comunità eccessivamente grandi. Ritengo che invece esistano un gran numero di temi per cui è necessario un discreto livello di formazione culturale per poter esprimere opinioni, e che proprio qui stia la fallacia delle grandi democrazie, ree di permettere a persone incompetenti di esprimere un giudizio che non sono in grado di esprimere. Siamo abituati ad attribuire un valore negativo alle parole "oligarchia" e "aristocrazia", ma in realtà l'etimo di queste è un qualcosa di estremamente  lineare. Chi non ambirebbe ad avere un governo di pochi e di migliori (e qui sorrido pensando alla riforma costituzionale appena varata)? Dici assolutamente bene nel far osservare che il suffragio universale è stato introdotto in un momento storico di grandissima diffusione dell'analfabetismo stretto, ma faccio notare allora (semplificando volutamente la discussione) che non molto più tardi hanno trovato la strada aperta personaggi come Hitler e Mussolini nell'Europa democratica. Oggi viviamo il nuovo stadio dell'analfabetismo: è un caso che in questo revival moderno trovino sempre più consenso elementi del calibro di Trump o Salvini? Io credo di no. Sono risposte facili a problemi complessi, esattamente ciò di cui gli analfabeti funzionali hanno bisogno.

40/60 la giuria si ritira

Ma quella non era la commissione d'esame prima della riforma scolastica degli anni '80? :asd:
Titolo: Re:Immigrazione e Co.
Inserito da: eldar - 16 Maggio 2016, 15:07:09
non contraddire staffan  :gtfo:
Titolo: Re:Immigrazione e Co.
Inserito da: Gabo - 16 Maggio 2016, 15:08:29
Dove devo votare per designarlo re del foro? :lki:
Titolo: Re:Immigrazione e Co.
Inserito da: Cire - 16 Maggio 2016, 15:09:46
Può diventare re dello spam spammando.
Titolo: Re:Immigrazione e Co.
Inserito da: Gabo - 16 Maggio 2016, 15:10:48
Va benissimo anche "lite spammer" se lo leggi all'italiana.
Titolo: Re:Immigrazione e Co.
Inserito da: Darko - 16 Maggio 2016, 15:24:34
Se solo si decidesse a presenziare di più.

Tanto lo sanno tutti che il lavoro di diplomatico significa non fare un cazzo :lki:
Titolo: Re:Immigrazione e Co.
Inserito da: a323109 - 16 Maggio 2016, 16:05:33
@a323109 tu, del discorso analfabetismo funzionale, non hai capito una mazza.
E lo si vede dagli esempi che fai.
Non c'entra il grado di alfabetizzazione, non c'entra il lavoro svolto.
Ma,  soprattutto, cazzo c'entrano criteri americani e il non essere ben definito?
 :confused: :confused: :confused:

Frega un cazzo

E con questo vi saluto, un'altra icona da togliere dalla barra dei preferiti.
Titolo: Re:Immigrazione e Co.
Inserito da: Cire - 16 Maggio 2016, 16:20:49
(https://media.giphy.com/media/l41lIeSt9bifxIOPe/giphy.gif)
Titolo: Re:Immigrazione e Co.
Inserito da: eldar - 16 Maggio 2016, 16:36:55
Machedavero?!
Titolo: Re:Immigrazione e Co.
Inserito da: Gabo - 16 Maggio 2016, 16:38:09
(http://ladyclever.com/wp-content/uploads/2015/06/bye-bye-gif.gif)
Titolo: Re:Immigrazione e Co.
Inserito da: a323109 - 16 Maggio 2016, 16:47:46
Anche gay siete???  :clap:

Ultimo login per cambiare password
Titolo: Re:Immigrazione e Co.
Inserito da: madnessmike - 16 Maggio 2016, 16:53:33
A che pro cambiare password? :pipp:
Titolo: Re:Immigrazione e Co.
Inserito da: Gabo - 16 Maggio 2016, 16:56:10
Anche gay siete???  :clap:

Ultimo login per cambiare password

No, tu invece sei anche omofobo? :drd:
Titolo: Re:Immigrazione e Co.
Inserito da: Cire - 16 Maggio 2016, 17:03:19
A che pro cambiare password? :pipp:
Per dimenticarla facile.
Titolo: Re:Immigrazione e Co.
Inserito da: Gabo - 16 Maggio 2016, 17:09:58
Nah, per un analfabeta funzionale è impossibile anche solo decifrare questa definizione.


L'avevo detto, io.
Titolo: Re:Immigrazione e Co.
Inserito da: Cire - 16 Maggio 2016, 17:20:04
:drd:
Titolo: Re:Immigrazione e Co.
Inserito da: sgnablo - 16 Maggio 2016, 23:36:30
Buon viaggio,  e guida con prudenza in mezzo alla neve. Non si sa mai sbuchi fuori un immigrato gay a riasolarti le terga :asd:
Titolo: Re:Immigrazione e Co.
Inserito da: Staffan De Mistura - 17 Maggio 2016, 13:55:45
https://www.youtube.com/watch?v=hJsNo0OZTUg
Titolo: Re:Immigrazione e Co.
Inserito da: Sacco - 18 Maggio 2016, 15:12:57
Che simpaticoni  :clap: :clap:
Titolo: Re:Immigrazione e Co.
Inserito da: sheldon - 19 Maggio 2016, 23:44:57
Non avendo seguito per un po il foro , non per fare lo snob , ma come sapete ho i miei periodi e non posso farci niente , vi ringrazio dell aggiornamento . Mi spiace per a32 che ci lascia ma spero cambi idea .
@Sacco la penso peggio di tè su certe cose ma io inizierei dall alto .  :asd:
E comunque mi fa veramente piacere essere ancora un poco considerato , anche vedendo le mie assense .  :beer:
Titolo: Re:Immigrazione e Co.
Inserito da: Sacco - 20 Maggio 2016, 12:11:07
Non avendo seguito per un po il foro , non per fare lo snob , ma come sapete ho i miei periodi e non posso farci niente , vi ringrazio dell aggiornamento . Mi spiace per a32 che ci lascia ma spero cambi idea .
@Sacco la penso peggio di tè su certe cose ma io inizierei dall alto .  :asd:
E comunque mi fa veramente piacere essere ancora un poco considerato , anche vedendo le mie assense .  :beer:
Torniamo ai tempi delle streghe : Tutti Al Rogo  :rp: :rp:
Titolo: Re:Immigrazione e Co.
Inserito da: Toshio - 20 Maggio 2016, 20:43:41
post breve che vado a magnà
machedavero?
Per una volta che ho fatto il bravo... di solito sono un po' più drastico quando sento certe cose.
si tentava anche di "capirsi".

Retrolampo.
Frega un cazzo
---
Me ne frego! si riferiva a questo?
"un semplice me ne frego! sostituisce vezzosi orpelli con con cui le donnette arricchismo il paese della sterlina."   (da sostituirsi sterlina con euro e donnette con gl'intervenuti) :asd:
Che simpaticoni  :clap: :clap:
Spiritosi oltre che ebrei-negri-comunisti-gay e peggio di tutto usano manjaro e "se la tirano" per questo, si sentono piùmmeglio. :ysy:   

Maddai @Sacco  :gtfo: come dissi nel post precedente se si vuole parlare seriamente dell'argomento ok ma uno straccio d'argomentazione seria non c'è, non è arrivata dalla tua "campana" e da quella di a32 quindi è chiaro che dopo qualche tentativo di parlarne seriamente si finisce per scherzarci sopra.
Senza contare che appare un po' esagerata la decisione di a32, al quale dico ripensaci.
Titolo: Re:Immigrazione e Co.
Inserito da: ciccoale - 20 Maggio 2016, 20:57:34
ragazzi!  :asd: mi avete fatto ricordare i tempi di mcz sul foro di ubuntu...  :rotfl:
Titolo: Re:Immigrazione e Co.
Inserito da: Toshio - 20 Maggio 2016, 21:34:12
debian+amd? zitto tu! sfigato dimmerda! (scherzo eh  ;D)
Seriamente... trovo di difficile anche solo "entrare in partita" se le cose stanno così.  :(
Titolo: Re:Immigrazione e Co.
Inserito da: Staffan De Mistura - 20 Maggio 2016, 21:43:47
Io però con un po' di serietà uno spunto lo voglio (ri)dare e cioè ma come si può anche solo parlare di integrazione se lo stato ha abdicato al suo ruolo di garantire la piena occupazione, ed anzi lo ha reso illecito? Ed anche una nota di metodo: ci intendiamo che dire che l'immigrazione ha anche degli aspetti negativi (il fatto che viene usata per portare ancora più giù la competizione al ribasso su certi tipi di lavori, che esiste la ghettizzazione, che esistono dei pezzi di merda che se ne approfittano per usare i clandestini come schiavi, che spesso esistono anche frizioni per vari motivi (sbrigativamente diremmo "guerra tra poveri" tra la popolazione locale e chi arriva ecc.) non vuol dire di conseguenza arrivare a conclusioni razziste o che scarichino la colpa di ciò ai migranti stessi? Che oltre a non essere razionale è un'infamata? No perché mi girano i coglioni che molti quando parlo di queste cose mi etichettano subito come salviniano o altro: ma perché? Bisogna dire dunque che questi problemi non esistono oppure si è xenofobi automaticamente? Non ho capito.
Titolo: Re:Immigrazione e Co.
Inserito da: ciccoale - 20 Maggio 2016, 23:59:05
debian+amd? zitto tu! sfigato dimmerda! (scherzo eh  ;D)
Seriamente... trovo di difficile anche solo "entrare in partita" se le cose stanno così.  :(
:asd:

Avevo arch un paio di anni fa... (quando ancora avevo tempo di stargli dietro), poi visto che adesso accendo il pc solo la sera, avevo bisogno di qualcosa di più stabile, qualcosa che mi permettesse di non mettermi a pregare ogni volta che c'era un aggiornamento  :asd: adesso sono passato a debian, ma testing  ;D

Io però con un po' di serietà uno spunto lo voglio (ri)dare e cioè ma come si può anche solo parlare di integrazione se lo stato ha abdicato al suo ruolo di garantire la piena occupazione, ed anzi lo ha reso illecito? Ed anche una nota di metodo: ci intendiamo che dire che l'immigrazione ha anche degli aspetti negativi (il fatto che viene usata per portare ancora più giù la competizione al ribasso su certi tipi di lavori, che esiste la ghettizzazione, che esistono dei pezzi di merda che se ne approfittano per usare i clandestini come schiavi, che spesso esistono anche frizioni per vari motivi (sbrigativamente diremmo "guerra tra poveri" tra la popolazione locale e chi arriva ecc.) non vuol dire di conseguenza arrivare a conclusioni razziste o che scarichino la colpa di ciò ai migranti stessi? Che oltre a non essere razionale è un'infamata? No perché mi girano i coglioni che molti quando parlo di queste cose mi etichettano subito come salviniano o altro: ma perché? Bisogna dire dunque che questi problemi non esistono oppure si è xenofobi automaticamente? Non ho capito.

Eh, se nomini lo stato come garante mi spiace, ma non credo siano molto interessati ad una integrazione, in realtà per come siamo messi dubito che siano minimamente interessati anche al benessere dei propri cittadini, ma questa è un'altra cosa.
Le inchieste di Mafia Capitale hanno evidenziato bene come esponenti di estrema sinistra ed estrema destra siano riusciti così bene ad andare d'accordo nello sfruttare questo traffico di persone. Quello che dici poi sulla ghettizzazione e la guerra tra poveri è giustissimo ed aggiungo che la cosa si è aggravata con la situazione di crisi globale

Titolo: Re:Immigrazione e Co.
Inserito da: Gabo - 21 Maggio 2016, 01:15:17
Io però con un po' di serietà uno spunto lo voglio (ri)dare e cioè ma come si può anche solo parlare di integrazione se lo stato ha abdicato al suo ruolo di garantire la piena occupazione, ed anzi lo ha reso illecito? Ed anche una nota di metodo: ci intendiamo che dire che l'immigrazione ha anche degli aspetti negativi (il fatto che viene usata per portare ancora più giù la competizione al ribasso su certi tipi di lavori, che esiste la ghettizzazione, che esistono dei pezzi di merda che se ne approfittano per usare i clandestini come schiavi, che spesso esistono anche frizioni per vari motivi (sbrigativamente diremmo "guerra tra poveri" tra la popolazione locale e chi arriva ecc.) non vuol dire di conseguenza arrivare a conclusioni razziste o che scarichino la colpa di ciò ai migranti stessi? Che oltre a non essere razionale è un'infamata? No perché mi girano i coglioni che molti quando parlo di queste cose mi etichettano subito come salviniano o altro: ma perché? Bisogna dire dunque che questi problemi non esistono oppure si è xenofobi automaticamente? Non ho capito.

Ma questo non è un atteggiamento da salviniano. È da salviniano incolpare automaticamente l'immigrato di una serie di colpe, non capendo appunto che si tratta di una guerra tra poveri.
Titolo: Re:Immigrazione e Co.
Inserito da: Sacco - 21 Maggio 2016, 01:19:18
A dir la verità rispondo con cazzate e scrivo serio se no si bega ( perché siete dei comunisti del cazzo e se non avete ragione voi uno non può dire la sua,quindi mi astengo dal parlare seriamente)
 
Titolo: Re:Immigrazione e Co.
Inserito da: Gabo - 21 Maggio 2016, 01:26:21
Lol ma serio dici "comunisti del cazzo"? Perchè o sei un gran troll o un un gran ignorante.
Titolo: Re:Immigrazione e Co.
Inserito da: zeek - 21 Maggio 2016, 10:22:48
E fidati che gabo lo sa, ha una patente speciale per etichettare chiunque :lkof:
Titolo: Re:Immigrazione e Co.
Inserito da: Sacco - 21 Maggio 2016, 10:43:06
Lol ma serio dici "comunisti del cazzo"? Perchè o sei un gran troll o un un gran ignorante.
se ti vedi come un comunistone del cazzo che deve aver ragione sei quello
se no è un gran bel troll :rp:
Titolo: Re:Immigrazione e Co.
Inserito da: Gabo - 21 Maggio 2016, 10:49:48
E fidati che gabo lo sa, ha una patente speciale per etichettare chiunque :lkof:

Se usate termini a casaccio non è mica colpa mia. :patpat:

Citazione da: Treccani
comunismo s. m. [dal fr. communisme; v. comunista1]. –

1.

a. Dottrina che, sulla base delle formulazioni teoriche di Marx e Engels, propugna un sistema sociale nel quale sia i mezzi di produzione sia i beni di consumo siano sottratti alla proprietà privata e trasformati in proprietà comune, e la gestione e distribuzione di essi venga esercitata collettivamente dall’intera società nell’interesse e con la piena partecipazione di tutti i suoi membri.

b. L’insieme dei movimenti e dei sistemi politici che hanno fatto propria tale dottrina, e delle forze che ne fanno parte: il c. sovietico, il c. cinese, il c. dell’Europa occidentale, il c. mondiale, ecc.

2. In senso ampio, il termine è spesso esteso a indicare tutti quegli atteggiamenti teorici e quelle realizzazioni pratiche che storicamente precedono il comunismo in senso moderno e che possono tuttavia per qualche aspetto ravvicinarsi ad esso ed essere considerati come riprova di un’esigenza sempre presente, che soltanto nel sec. 19° avrebbe peraltro trovato espressione critica e scientifica. Si è così parlato di un c. primitivo, come comunità dei beni che, secondo varie dottrine e ipotesi scientifiche, sarebbe pienamente realizzata nelle società agricole primitive (mentre ciò si riscontra solo in alcuni casi e mai in maniera totale); di un c. antico, che si ritrova tra le antiche civiltà mediterranee come sviluppo di particolari esigenze religiose, sociali o militari; di un c. religioso, collegato soprattutto a un ideale di distacco dai beni terreni da un lato, e alla legge della carità cristiana dall’altro, per cui il principio della proprietà comune dei beni si trova affermato più esplicitamente nel medioevo in varî movimenti religiosi e correnti ereticali.
Titolo: Re:Immigrazione e Co.
Inserito da: zeek - 21 Maggio 2016, 10:55:04
Non generalizzare suvvia :lkof:
Titolo: Re:Immigrazione e Co.
Inserito da: Gabo - 21 Maggio 2016, 10:56:41
Zeek e la forza degli argomenti, parte 2.
Titolo: Re:Immigrazione e Co.
Inserito da: zeek - 21 Maggio 2016, 11:59:27
mah, non credo proprio che le mie argomentazioni siano deboli, riguardo agli immigrati non mi sono espresso per due ragioni: credo che staffan abbia detto e stia dicendo abbastanza, inoltre ho finalmente capito che non mi interessa discutere in questo luogo, e specialmente con te.
il doc, che per esempio è una persona intelligente e con la quale si può parlare, sa perfettamente che le mie idee non sono del tutto strampalate.
Mi piace discutere con persone che la pensano diversamente, ma non con coloro che ti danno del coglione perché non sei d'accordo, non con coloro che ritengono d'avere un'opinione critica mentre sono completamente uniformati, non con coloro che non permettono un contraddittorio insomma.

tu parli di omofobiah e gombloddih poi dai del qualunquista a chi ti capita, ecco.. è evidente che non ti interessa discutere seriamente e a dir la verità... nemmeno a me ;)
Titolo: Re:Immigrazione e Co.
Inserito da: Gabo - 21 Maggio 2016, 12:28:51
mah, non credo proprio che le mie argomentazioni siano deboli, riguardo agli immigrati non mi sono espresso per due ragioni: credo che staffan abbia detto e stia dicendo abbastanza, inoltre ho finalmente capito che non mi interessa discutere in questo luogo, e specialmente con te.
il doc, che per esempio è una persona intelligente e con la quale si può parlare, sa perfettamente che le mie idee non sono del tutto strampalate.
Mi piace discutere con persone che la pensano diversamente, ma non con coloro che ti danno del coglione perché non sei d'accordo, non con coloro che ritengono d'avere un'opinione critica mentre sono completamente uniformati, non con coloro che non permettono un contraddittorio insomma.

tu parli di omofobiah e gombloddih poi dai del qualunquista a chi ti capita, ecco.. è evidente che non ti interessa discutere seriamente e a dir la verità... nemmeno a me ;)


1) Mai dato del coglione
2) Non ho dato del qualunquista a chi mi capita, solamente ad a32xx
3) Curioso che a fronte di questo scenario da te dipinto trovi invece accettabile che si dica "comunisti del cazzo", "negri"o simili (tra l'altro, andando oltre l'insulto, categorizzando le persone)
4) Il significato delle parole è importante

Quindi non capisco che cacchio tu abbia letto.

Titolo: Re:Immigrazione e Co.
Inserito da: zeek - 21 Maggio 2016, 12:34:01
Non mi trovo d'accordo con sacco né con a32, anche se non ho cazzi di mettermici in mezzo.

Mi danno fastidio le tue sparate sulla chiesa, quelle sì ;D

Soprattutto perché giustamente ti batti contro l'intolleranza, e poi ti dimostri intollerante.. a quel punto mi vien voglia di punzecchiarti un po' ;D

A margine di tutto ciò, davvero inizio a trovare un po' pesante l'aspetto blasfemo del forum.. ma quello è un problema mio.. facile che un giorno dovrò fare come a32 :asd:
Titolo: Re:Immigrazione e Co.
Inserito da: Toshio - 21 Maggio 2016, 13:44:20
Non mi trovo d'accordo con sacco né con a32, anche se non ho cazzi di mettermici in mezzo.
L'importante è dirlo. ;)

https://www.youtube.com/watch?v=n54AW31-R1Y comunisti-comunisti-comunisti-comunisti-comunisti-comunisti-comunisti-comunisti- :rotfl: :rotfl:
Io però con un po' di serietà uno spunto lo voglio (ri)dare e ...
Bene :). Ho letto, ora non posso, ma risponderò.


A margine di tutto ciò, davvero inizio a trovare un po' pesante l'aspetto blasfemo del forum.. ma quello è un problema mio.. facile che un giorno dovrò fare come a32 :asd:
vabbeh ma porcodio mica nessuno qui ha detto che i preti sono una manica di omosessuali pedofili paraculi come Sacco (secondo me è anche comunista :drd:). :asdno:
Titolo: Re:Immigrazione e Co.
Inserito da: zeek - 21 Maggio 2016, 13:48:41
capito perché dico che a sentirvi parlare di rispetto poi mi vien da ridere?

no a rifletterci bene non mi aspetto che lo capiate..
Titolo: Re:Immigrazione e Co.
Inserito da: Toshio - 21 Maggio 2016, 13:58:30
Dai su che scherzavo, me l'hai "servita" non potevo evitare ;D E' chiaro che l'ho fatto apposta. Ovviamente non sei obbligato a partecipare ma sarebbe interessante visto che dici non la pensi come loro e probabilmente neanche come me. :verovero:
Edit: Mica volevo offenderti eh, è una battuta che non riuscito a non fare.; nel caso scusami.
Titolo: Re:Immigrazione e Co.
Inserito da: Gabo - 21 Maggio 2016, 14:01:46
vabbeh ma porcodio mica nessuno qui ha detto che i preti sono una manica di omosessuali pedofili paraculi come Sacco (secondo me è anche comunista :drd:). :asdno:


 :rp: :rp: :rp:
Titolo: Re:Immigrazione e Co.
Inserito da: Sacco - 21 Maggio 2016, 14:04:04
ei ei ei primo non mi piaciono i maschietti e nemmeno i bambini come ai preti e @Cire  :rp:

secondo non offendere  (comunista sarai tu)  :rp: :rp: :rp:
Titolo: Re:Immigrazione e Co.
Inserito da: Buntolo - 22 Maggio 2016, 18:00:23
Ma un comunista del cazzo è uno che ritiene che il pene non debba essere proprietà privata ma pubblica?

Voglio incontrare tante comunistE del cazzo. :mki:
Titolo: Re:Immigrazione e Co.
Inserito da: Sacco - 22 Maggio 2016, 18:09:03
Ma un comunista del cazzo è uno che ritiene che il pene non debba essere proprietà privata ma pubblica?

Voglio incontrare tante comunistE del cazzo. :mki:
Magariiii   :rp:
Titolo: Re:Re:LO VOGLIO
Inserito da: none - 22 Maggio 2016, 21:46:47
scannatevi

quoto
Titolo: Re:Immigrazione e Co.
Inserito da: Staffan De Mistura - 22 Maggio 2016, 22:17:45
https://www.youtube.com/watch?v=CmOe916ySV4
Titolo: Re:Re:LO VOGLIO
Inserito da: Gabo - 23 Maggio 2016, 03:17:29
scannatevi

quoto

a32xx, sei proprio tu?

https://www.youtube.com/watch?v=CmOe916ySV4

https://www.youtube.com/watch?v=8T32EyDrMmM
Titolo: Re:Re:LO VOGLIO
Inserito da: madnessmike - 23 Maggio 2016, 08:11:27
scannatevi

quoto

Addio  :patpat:
Titolo: Re:Re:LO VOGLIO
Inserito da: Cire - 23 Maggio 2016, 14:55:18
scannatevi

quoto

Addio  :patpat:
(https://media.giphy.com/media/kIMI0Tj30tGqk/giphy.gif)
Titolo: Re:Immigrazione e Co.
Inserito da: Toshio - 23 Maggio 2016, 18:34:44
Non vedo l'utilità d'attorcigliarci attorno all'espressione analfatetismo funzionale (de hi hi ho.. anal)
S'è già detto più o meno quello che c'era da dire.
Esiste? sì. Forse se ne abusa? Probabilmente sì.
Ho utilizzato un'espressione meno elegante ma più precisa: gente ignorante e/o stupida e/o malata in testa.
Per quel che riguarda la sistemazione degl'immigrati che "vengono trattati come ospiti da hotel a 3 a  stelle a spese nostre" certo qualcuno ci crede pure, ignoranza/stupidità, ma molti lo sanno persino loro che è una minchiata e la ripetono ad altri, più sempliciotti, per convincerli e rappresenta solo un argomentazione ulteriore, "a sostegno", ed un paravento.
Argomentazione a sosteno di cosa e paravento per cosa? 
"Buon" vecchio razzismo vecchio-stile.
A parte il fatto che chiunque creda ad una cazzata del genere sì mi sento di definirlo un analfabeta funzionale. Bisogna essere anche un po' duri di comprendonio, chiamiamo anche le cose con il loro nome, sicuramente gli mancano le informazioni (ignoranza) ma non è che di stupidità non si possa parlare.

@Staffan De Mistura
Citazione
come si può anche solo parlare di integrazione se lo stato ha abdicato al suo ruolo di garantire la piena occupazione, ed anzi lo ha reso illecito?
Ti rispondo con una domanda... quindi se non si può neanche parlare d'integrazione, ha abdicato lo stato figuramiacoci se non dovremmo abdicare noi semplici cittadini, la soluzione quale sarebbe? Battaglia persa, arrendiamoci e costruiamo qualche muro che ci sono quelli più furbi e soprattutto meno gne-gne di noi lo sta già facendo?
(qui non rispondo al tuo post parlo in generale non t'"attribuisco" nulla) E chi s'è visto-s'è visto? Eh... s'è visto anche un tot di bambini e donne incinta abbandonati alla morte in mezzo al mare (oltre che che migliaia-migliaia e migliaia di terroristi e spacciatori/stupratori/venditori di kebab) da parte della civile europa (invece uomini innocenti non è 'sto gran peccato, nooo); è questo che rappresentiamo? è questa la nostra civiltà superiore? Siamo davvero così senza-vergogna? Lo dico perchè sappiamo benissimo che spesso i più intolleranti adducono argomenti come il fatto che comunque la nostra è una civiltà superiore "basta guardare come trattano le donne e le loro leggi nei paesi d'origine."
Cosa vogliamo vedere? Scegliamo di vedere? quella stazione quella piazza "rovinata" in mano agl'immigrati criminali quella zona degrata di una città, per la quale è necessario mettere in pratica una soluzione, mentre il resto di quell'enorme cosa che è il fenomeno migratorio no? Non ci riguarda? Una volta che la microcriminalità (e non la sottovaluto affatto) è risolta e abbiamo risanato quella zona? Bene... Che muoiano pure a frotte tanto cazzo ce ne frega?
E noi cosa saremmo? fighetti che sanno "rutare" uno smartfon ma dei pezzi di merda infiniti che (se ci credessi) nell'aldilà, ci tocca uno dei peggio gironi dell'inferno?
E poi qui sta il punto perchè se li consideriamo non-uomini o sub-uomini la loro morte tragica ed evitabile non ci tange; e se è così evitiamo di considerarci migliori o superiori come civiltà.   
Come se l'immigrazione fosse archiviabile come semplice (tra virgolette) problema di ordine pubblico.
E quindi per favore distinguiamo i problemi dell'ordine pubblico derivanti da quest'ondata migratoria  dal problema ben più ampio dell'immigrazione in generale e la sua gestione.
E' proprio questa confusione, questo non distinguere che causa i maggiori problemi almeno a livello di comunicazione (non solo purtroppo).

Spiace non avere al momento dati sottomano da esibire ma dovunque si dice che anche quest'ondata migratoria l'europa saprebbe gestirla benissimo in termini numerici. Certo con una distribuzione "equa" non mezzo milione in Friuli 1 milione e mezzo in Sicilia e 1000 in tutta la (fanculo-)Scozia.
Citazione
Ed anche una nota di metodo: ci intendiamo che dire che l'immigrazione ha anche degli aspetti negativi (il fatto che viene usata per portare ancora più giù la competizione al ribasso su certi tipi di lavori, che esiste la ghettizzazione, che esistono dei pezzi di merda che se ne approfittano per usare i clandestini come schiavi, che spesso esistono anche frizioni per vari motivi (sbrigativamente diremmo "guerra tra poveri" tra la popolazione locale e chi arriva ecc.) non vuol dire di conseguenza arrivare a conclusioni razziste o che scarichino la colpa di ciò ai migranti stessi?
Non è una nota di metodo ma comunque... lo dici come se qualcuno l'avesse fatto (accusare di razzismo chi dice queste cose) io certamente no e non mi pare nessun altro.

Se vogliamo fare le "caricature" delle posizioni altrui è una cosa se si vuole discuterne pur muovendo da prospettive evidentemente diverse è un'altra.
Mettiamoci d'accordo io non dico che tu ("tu ipotetico" non Staffan) sei un cazzo di ominide puritano, a proposito di roghi", che magari ha pure il suo tornaconto personale  sullo sfruttamento dell'immigrazione clandestina " pauroso e pericolosamente (passivo- quando va bene)aggressivo e paraculo perchè spesso sono parecchio razzisti quelli lucrano sul lavoro-schiavismo
e magari
tu non mi dai della persona che non sa non vede quello che succede nel mondo e nel suo paese una specie di bambinetto buonista che non sa cosa succede fuori dalla soglia di casa sua, quando va bene; altrimenti non "ama" il suo paese e gl'andrebbe bene qualunque scempio della propria terra (perchè cattivo dentro). 
ma pensi che quelli che la pensano come sono deficienti o cosa? secondo te quelli che la pensano come me ritengono che gli immigrati possano entrare tutti preferibilmente quelli che delinquono e stuprano?
Ora a32 si sarà anche offeso per l'analfabeta (de hi hi o... anal) funzionale, mi rendo conto non è bello sentirselo dire,  ma prima da entrambi ho sentito cose per cui mi sarei potuto "offendere" anch'io. Mi dai prima dello stupido e poi dell'immorale perchè non amo il mio paese e sputo nel piatto in cui mangio del "comunista", (come se fosse un'offesa in sè e questo già la dice lunga sulle "competenze" in questa materia, ma nelle intenzioni lo è) e se reagisco bonariamente sarei io che "attacco"?
Altrimenti "facciamo" che io sono il comunista mangia-bambini(e preti; però amante degl'imam mmmhh  :asd:) e tu sei il fratello di Borghezio quello ritardato tra i due. E rimaniamo così, a posto così.
Staffan analogamente (de hi hi o... anal) seppur ad un livello molto diverso, migliore da tutti i punti di vista, ti chiedo di non dare per scontato che il tuo/tuoi interlocutori accusino di razzismo chi fa delle considerazioni così condivisibili e di buon senso e che non "vedano" certe cose. Lo so che non l'hai detto, perchè in forma di domanda "Ci intendiamo..." ma suonava un po' retorica ed implicita.
Quindi sì facciamo una considerazione di metodo, esplicita: vediamo di sottovalutare e di non caricaturare l'interlocutore sennò è difficile (nel senso di impossibile).
(c'era anche una seconda parte di pippone, se la trovo...)
Titolo: Re:Immigrazione e Co.
Inserito da: Toshio - 23 Maggio 2016, 18:36:55
scannatevi

quoto
Vaffanculo? E' una domanda eh...
Titolo: Re:Immigrazione e Co.
Inserito da: Staffan De Mistura - 24 Maggio 2016, 17:28:31


@Staffan De Mistura
Citazione
come si può anche solo parlare di integrazione se lo stato ha abdicato al suo ruolo di garantire la piena occupazione, ed anzi lo ha reso illecito?
Ti rispondo con una domanda... quindi se non si può neanche parlare d'integrazione, ha abdicato lo stato figuramiacoci se non dovremmo abdicare noi semplici cittadini, la soluzione quale sarebbe? Battaglia persa, arrendiamoci e costruiamo qualche muro che ci sono quelli più furbi e soprattutto meno gne-gne di noi lo sta già facendo?
(qui non rispondo al tuo post parlo in generale non t'"attribuisco" nulla) E chi s'è visto-s'è visto?
No, la soluzione (almeno per me) è che lo stato torni ad esercitare il suo ruolo di stabilizzatore del mercato e di garante della piena occupazione di tutte le risorse. Prima di tutto perché è l'unico modo conosciuto per uscire da una crisi come questa, e tra le altre cose perché renderebbe possibile l'accoglienza. Senza, è naturale che si creino soltanto tensioni facili da sfruttare dal salvini di turno. Certo, per far questo bisogna prima ridare al nostro stato gli strumenti per farlo: la possibilità di fare politica monetaria e valutaria, e bisognerebbe anche rimuovere il famigerato pareggio di bilancio dalla costituzione, inserito surrettiziamente nel 2011 nel disinteresse generale. Il tutto quando peraltro la nostra costituzione è di stampo chiaramente keynesiano e garantisce tutta una serie di diritti ai cittadini, diritti che però adesso non sono più assoluti ma subordinati nella loro applicazione al dogma del pareggio di bilancio, e quindi di fatto non più garantiti. Sempre per gli stessi motivi bisognerebbe far carta straccia del trattato di Maastricht, del patto di crescita e stabilità (volevi un esempio di neolingua? eccolo), il six pack ecc. Basta questo per eliminare le tensioni? Certamente no, ma è l'unico modo per evitare che diventino ingestibili e mettano a repentaglio la stabilità sociale.

Ad ogni modo, no era solo per mettere in chiaro subito, perché mi è capitato nella vita reale che alcuni (in genere piddini ma correlazione!=causalità comunque), sentendomi dire che esistono effettivamente dei problemi legati all'immigrazione (problemi che si ripetono pressappoco sempre uguali, anche quando erano (e sono) gli italiani ad emigrare), problemi che certamente si possono e si devono risolvere e gestire con delle politiche socialmente responsabili, ecco questi interlocutori prima di farmi finire hanno tratto delle conclusioni (al posto mio) salviniane giusto per darmi addosso. È un chiaro segno del fatto che la discussione politica non si basa più su una qualche forma di ragionamento ma va semplicemente per associazione e riflessi pavloviani: ti sento dire una cosa che ha detto salvini, quindi sei come lui, hai la stessa visione del mondo e raggiungi le stesse conclusioni. No, esiste anche il fatto che magari per puro caso sono d'accordo con qualche cosa che dice anche salvini, il piccolo problema è che 1) traggo conclusioni diverse (quelle che a me sembrano più logiche, semplicemente) e 2) che si può essere d'accordo su singoli punti pur avendo delle visioni del mondo completamente diverse.

Portando un po' avanti il discorso, mi sembra anche giusto dire che però l'emigrazione in Europa non può e non deve essere una soluzione di lungo termine: bisogna adoperarsi affinché si creino le condizioni perché si possa avere la pace e lo sviluppo economico in quei paesi da cui oggi si fugge. Certamente anche io mi incazzo quando sento ipocritamente dire "bisogna aiutarli a casa loro" ma certamente bisogna lavorare duramente perché si possa farlo, certo non domani. Per esempio già cominciando a non intervenire militarmente a cazzo, o meglio evitare di farlo in primo luogo - adesso per i danni creati da questo interventismo senza scrupoli purtroppo qualche intervento militare potrebbe essere necessario effettivamente. Così come si potrebbe evitare di saccheggiare molti altri paesi delle materie prime senza lasciare nulla in cambio, o evitare di strozzarli con le armi del debito e del cambio fisso. Piuttosto, bisognerebbe implementare una soluzione tipo quella proposta da Keynes a Bretton Woods, cioè con l'esistenza di istituti di compensazione affinché i paesi in surplus di bilancia dei pagamenti siano stimolati a spendere questi disavanzi nei paesi che invece sono in deficit, dando quindi a tutti la possibilità di svilupparsi.
Titolo: Re:Immigrazione e Co.
Inserito da: Sacco - 30 Maggio 2016, 01:22:47
Negri  :rp: :rp:
Titolo: Re:Immigrazione e Co.
Inserito da: Staffan De Mistura - 31 Maggio 2016, 00:23:10
Negri  :rp: :rp:
Ma questo è scemo
Titolo: Re:Immigrazione e Co.
Inserito da: Sacco - 31 Maggio 2016, 00:32:50
Negri  :rp: :rp:
Ma questo è scemo
sento degli insulti gratuiti
Titolo: Re:Immigrazione e Co.
Inserito da: ciccoale - 31 Maggio 2016, 01:23:31
tanto gratuiti non direi visto che Staffan e Toshio stanno cercando di impostare un confronto e buttare giù un discorso con un filo logico se non fosse per:

Negri  :rp: :rp:

 :omb:

...ci sarebbero anche riusciti

Tralasciando il fatto che la parola negro è del tutto offensiva e (in questo caso sì...) gratuita  :bye:
Titolo: Re:Immigrazione e Co.
Inserito da: Sacco - 31 Maggio 2016, 02:12:24
Sta di fatto che non ho offeso nessuno qua dentro.. non girate le regole per come vi fa comodo  8)
Titolo: Re:Immigrazione e Co.
Inserito da: Darko - 31 Maggio 2016, 02:14:09
Non te lo vorrei dire, ma per quanto ne puoi sapere ci potrebbe essere gente di colore qua dentro.
Di due utenti lo sappiamo per certo
Titolo: Re:Immigrazione e Co.
Inserito da: ciccoale - 31 Maggio 2016, 03:11:59
Sta di fatto che non ho offeso nessuno qua dentro.. non girate le regole per come vi fa comodo  8)

già.... il fatto che tu non abbia offeso me direttamente, ma un'intera etnia, mi fa sentire molto meglio....  :facepalm:
Titolo: Re:Immigrazione e Co.
Inserito da: Sacco - 31 Maggio 2016, 08:04:41
Sta di fatto che non ho offeso nessuno qua dentro.. non girate le regole per come vi fa comodo  8)

già.... il fatto che tu non abbia offeso me direttamente, ma un'intera etnia, mi fa sentire molto meglio....  :facepalm:
Sarà forse il primo messaggio che ti vedo scrivere e salti dentro una conversazione dove non c'entri una cippa, ma va bene
Avete ragione voi  ;)
Titolo: Re:Immigrazione e Co.
Inserito da: Cire - 31 Maggio 2016, 08:20:20
Sempre ragione noi, e non vedo perchè dovrebbe essere un problema saltare dentro una conversazione, io lo faccio sempre.

Titolo: Re:Immigrazione e Co.
Inserito da: ciccoale - 31 Maggio 2016, 10:01:25
Sta di fatto che non ho offeso nessuno qua dentro.. non girate le regole per come vi fa comodo  8)

già.... il fatto che tu non abbia offeso me direttamente, ma un'intera etnia, mi fa sentire molto meglio....  :facepalm:
Sarà forse il primo messaggio che ti vedo scrivere e salti dentro una conversazione dove non c'entri una cippa, ma va bene
Avete ragione voi  ;)
É un forum, tutti gli iscritti possono "saltare" nelle discussioni che gli interessano. [emoji6]  infatti stavo seguendo con interesse questa... prima del: "Negri"

Sent from my ME173X struscing my penis on the screen :lki:
Titolo: Re:Immigrazione e Co.
Inserito da: eldar - 31 Maggio 2016, 10:51:40
Vorrei pipponare un po in risposta a staffan ma vediamo appena ho tempo/cazzi. Non son più il pippponatore di una volta
Titolo: Re:Immigrazione e Co.
Inserito da: Cire - 31 Maggio 2016, 11:03:06
Adesso sei un palestrato.
Titolo: Re:Immigrazione e Co.
Inserito da: eldar - 31 Maggio 2016, 11:15:09
Vaffanculo.
Titolo: Re:Immigrazione e Co.
Inserito da: Cire - 31 Maggio 2016, 11:42:33
Grazie.
Titolo: Re:Immigrazione e Co.
Inserito da: Gabo - 31 Maggio 2016, 14:06:02
Sta di fatto che non ho offeso nessuno.

Davvero?


Negri 

mi fanno schifo .
poi sta cosa che vengono qua fan quel cazzo che vogliono nessuno gli dice una sega mi fa girare i coglioni. I gà de turnà a baita sti giargianes de merda prima che sbattano noi fuori dalle nostre case per darle a loro.

Non sono niente ma a me fanno schifo  :-\

Detto anche anti giargia
Titolo: Re:Immigrazione e Co.
Inserito da: Cire - 31 Maggio 2016, 14:12:10
Dai, povero. Basta massacrarlo per il suo razzismo.
Titolo: Re:Immigrazione e Co.
Inserito da: zeek - 31 Maggio 2016, 17:57:17
Sacchi o è vero che sei solo un tipo goliardico?
Titolo: Re:Immigrazione e Co.
Inserito da: Sacco - 31 Maggio 2016, 19:27:26
Comunistiii
Titolo: Re:Immigrazione e Co.
Inserito da: Gabo - 31 Maggio 2016, 20:03:21
 Sei proprio un poveretto :patpat:
Titolo: Re:Immigrazione e Co.
Inserito da: Sacco - 31 Maggio 2016, 21:30:36
Sei proprio un poveretto :patpat:
E se avessi più soldi di te? :rp:
Titolo: Re:Immigrazione e Co.
Inserito da: eldar - 31 Maggio 2016, 22:05:24
passamene un po in caso..
Titolo: Re:Immigrazione e Co.
Inserito da: Cire - 01 Giugno 2016, 08:27:40
passamene un po in caso..
Mi metto in fila per la distribuzione

(http://www.sinergyattrezzature.it/wordpress/wp-content/uploads/2011/04/DISTRIBUTORE-IN-PLASTICA-DI-SCONTRINI-A-CODA-DI-RONDINE-300x300.jpg)
Titolo: Re:Immigrazione e Co.
Inserito da: eldar - 01 Giugno 2016, 09:19:31
(http://entilocali.usb.it/uploads/pics/cappello_7_euro_03.jpg)
Titolo: Re:Immigrazione e Co.
Inserito da: sgnablo - 01 Giugno 2016, 20:13:04
Ci sono cose che non si possono comprare*.  Per tutto il resto,  c'è Mastercard.




















*un cervello funzionante,  ad esempio.
Titolo: Re:Immigrazione e Co.
Inserito da: Staffan De Mistura - 01 Giugno 2016, 23:40:45
Sei proprio un poveretto :patpat:
E se avessi più soldi di te? :rp:
https://www.youtube.com/watch?v=Zn2biTPdi8E
Titolo: Re:Immigrazione e Co.
Inserito da: Gabo - 02 Giugno 2016, 00:19:24
 :rp:
Titolo: Re:Immigrazione e Co.
Inserito da: Sacco - 02 Giugno 2016, 00:20:22
Sei proprio un poveretto :patpat:
E se avessi più soldi di te? :rp:
https://www.youtube.com/watch?v=Zn2biTPdi8E
se mi chiedono i soldi gli dico di tornare a casa
thug life lv. Salvini   :rp: :rp:
Titolo: Re:Immigrazione e Co.
Inserito da: a323109 - 02 Giugno 2016, 11:47:58
Sei proprio un poveretto :patpat:
E se avessi più soldi di te? :rp:

gabo; sei patetico  :patpat:

[Adesso appena legge scrive una tesi di laurea sui immigrati funzionali al sistema politico filosofico attuale nonche' alle ripercussioni socioeconomiche del fenomeno letto in chiave analitica senza dimenticare le implicazioni umane del substrato endogeno...]
Titolo: Re:Immigrazione e Co.
Inserito da: Gabo - 02 Giugno 2016, 16:10:22
Ah ma sei ancora tra di noi? Allora ti mancavo! :-*
Titolo: Re:Immigrazione e Co.
Inserito da: a323109 - 02 Giugno 2016, 16:50:56
Ah ma sei ancora tra di noi? Allora ti mancavo! :-*

Non sei tu la causa del ritorno  :falsofalso:

Ho ricevuto un messaggio privato e si vede nella mail anche senza loggarsi, poi mi sono detto: Ma si..tanto...
Titolo: Re:Immigrazione e Co.
Inserito da: Gabo - 02 Giugno 2016, 16:56:13
Ah ma sei ancora tra di noi? Allora ti mancavo! :-*

Non sei tu la causa del ritorno  :falsofalso:

Ho ricevuto un messaggio privato e si vede nella mail anche senza loggarsi, poi mi sono detto: Ma si..tanto...

E quindi hai postato. Lo vedi che sono irresistibile? :love:
Titolo: Re:Immigrazione e Co.
Inserito da: Buntolo - 03 Giugno 2016, 01:09:36
Io considero più razzista "di colore" che negro.  :pipp:

Tra l'altro dico praticamente sempre negro e non sono razzista verso i negri, ho buoni rapporti, anche stretti, con persone "così".   :ysy:

A me generalmente fa storcere il naso il buonismo e l'uso di termini "edulcorati" per definire qualcosa. Non è dicendo "people of color" che negli USA risolvono il problema del razzismo. Inoltre il nero è l'assenza di colore.
Titolo: Re:Immigrazione e Co.
Inserito da: Gabo - 03 Giugno 2016, 01:31:45
Negli Stati Uniti hanno iniziato a usare il termine "black man" quando negli anni '60 gli afroamericani hanno iniziato la loro battaglia per i diritti civili. La loro lotta passava anche sul piano del lessico, rifiutavano infatti di essere definiti "negro" ("nigro" letto all'inglese, ovviamente) o "colored"; entrambi i termini nell'inglese americano del tempo avevano chiare connotazioni razziste. Dalla fine degli anni '70 l'usanza è stata importata in Italia, e si è smesso di usare il termine "negro" poichè considerato politicamente scorretto. È però una grandissima cazzata, da noi il termine non aveva affatto una connotazione razzista. Noterete che in spagnolo "nero" si dice "negro" punto e basta, o che difficilmente sentirete una persona anziana dire "nero". Altrettanto è nel nostro dialetto, si usa infatti indistintamente "negher" come termine che indica il colore o la persona di colore senza alcun razzismo recondito.
Titolo: Re:Immigrazione e Co.
Inserito da: Buntolo - 03 Giugno 2016, 01:34:07
Da noi deriva dal latino. Poi qualcuno mi deve spiegare la differenza tra colored e person of color.

E ribadisco: una "person of color" di che colore ha la pelle? Nera, marrone, gialla, rossa o cosa?

Mi sembra un termine razzista per non dire bianco (che poi a parte quelli del nord europa, la maggior parte dei bianchi ha la pelle rosa).
Titolo: Re:Immigrazione e Co.
Inserito da: Gabo - 03 Giugno 2016, 01:36:27
Anche per l'inglese deriva dal latino, solo che la parola ha subito un'evoluzione semantica  diversa. Poi mi trovi d'accordo, la soluzione "colored" è assolutamente idiota e probabilmente peggiore rispetto al termine originale.
Titolo: Re:Immigrazione e Co.
Inserito da: Gabo - 03 Giugno 2016, 01:37:59
Diciamo che l'unico termine idoneo sarebbe "afroamericani". O "afroitaliani" nel nostro caso.
Titolo: Re:Immigrazione e Co.
Inserito da: a323109 - 03 Giugno 2016, 13:08:33
Succedono anche cose inaspettate...

Qui' siamo in un paese di 350 abitanti, dei quali molti sono Arabi che sono arrivati 15 / 20 anni fa'.
L'anno scorso in un piccolo albergo abbandonato hanno avuto la grande idea di metterci dei negretti.

Io notavo che questi stavano sempre barricati dentro, vedevo solo gli occhi bianchi che sbirciavano fuori. Mentre gli Arabi sfrecciavano avanti e indietro sulle loro vecchie e grosse Mercedes.

Quest'anno i negretti sono stati deportati da un'altra parte.

Praticamente parlando con gli Arabi sono venuto a sapere che i neri non sono ben accetti in una enclave di Arabi.

Quindi???

Io mi limito a guardare coi pop corn  :pop: in mano.

Titolo: Re:Immigrazione e Co.
Inserito da: eldar - 03 Giugno 2016, 13:37:00
Citazione
Praticamente parlando con gli Arabi sono venuto a sapere che i neri non sono ben accetti in una enclave di Arabi.
Arabi e neri africani non c'entrano nulla ed è noto il razzismo dei primi verso i secondi. Di durata e radici secolari fra l'altro visto che la tratta schiavista dei neri verso magreb e mashreq è stata continuativa ben prima e ben dopo quella europea verso le americhe.
Titolo: Re:Immigrazione e Co.
Inserito da: a323109 - 03 Giugno 2016, 17:11:26
Citazione
Praticamente parlando con gli Arabi sono venuto a sapere che i neri non sono ben accetti in una enclave di Arabi.
Arabi e neri africani non c'entrano nulla ed è noto il razzismo dei primi verso i secondi. Di durata e radici secolari fra l'altro visto che la tratta schiavista dei neri verso magreb e mashreq è stata continuativa ben prima e ben dopo quella europea verso le americhe.

(click to show/hide)
Titolo: Re:Immigrazione e Co.
Inserito da: Toshio - 04 Giugno 2016, 20:23:29
...
Quindi???

MA QUINDI COSA?
Citazione
Praticamente parlando con gli Arabi sono venuto a sapere che i neri non sono ben accetti in una enclave di Arabi.
Arabi e neri africani non c'entrano nulla ed è noto il razzismo dei primi verso i secondi. Di durata e radici secolari fra l'altro visto che la tratta schiavista dei neri verso magreb e mashreq è stata continuativa ben prima e ben dopo quella europea verso le americhe.
Infatti... Cos'è sei venuto a conoscenza solo ora alla tua bella età che esistono non-bianchi razzisti?
Vedi un po' cosa pensano moltissimi giapponesi dei non-giapponesi :asd: 
Titolo: Re:Immigrazione e Co.
Inserito da: a323109 - 04 Giugno 2016, 20:38:17
...
Quindi???

MA QUINDI COSA?
Citazione
Praticamente parlando con gli Arabi sono venuto a sapere che i neri non sono ben accetti in una enclave di Arabi.
Arabi e neri africani non c'entrano nulla ed è noto il razzismo dei primi verso i secondi. Di durata e radici secolari fra l'altro visto che la tratta schiavista dei neri verso magreb e mashreq è stata continuativa ben prima e ben dopo quella europea verso le americhe.
Infatti... Cos'è sei venuto a conoscenza solo ora alla tua bella età che esistono non-bianchi razzisti?
Vedi un po' cosa pensano moltissimi giapponesi dei non-giapponesi :asd:

Quindi....accogliamo anche i razzisti? o no?

E se non accogliamo i razzisti siamo razzisti?

"Quindi?" E" una domanda. Non devo rispondere io. Se sapessi la risposta non farei la domanda, non credi?
Titolo: Re:Immigrazione e Co.
Inserito da: Toshio - 04 Giugno 2016, 20:53:34
?
Intanto cominciamo col dire che il razzismo (parola che utilizzo anch'io) è impropria. Le "razze" in senso scientifico per l'essere umano NON esistono.
Esistono varie forme di discriminazione tra le quali c'è quella su base etnica.

E la discrimazione su base etnica va scoraggiata punto e basta. Sempre e dovunque.
Se dell'immmigrati di qualsiasi provenienza discriminano altri popoli... cazzi loro e della loro scarsa intelligenza/cultura.
Per quello che riguarda noi "coloro che accolgono" ovviamente dobbiamo scoraggiare (nel senso che se è il caso d'impedire) i comportamenti che derivano da queste forme discriminatorie.   
Però forse non ho capito la domanda. 
Titolo: Re:Immigrazione e Co.
Inserito da: a323109 - 04 Giugno 2016, 22:24:29
?
Intanto cominciamo col dire che il razzismo (parola che utilizzo anch'io) è impropria. Le "razze" in senso scientifico per l'essere umano NON esistono.
Esistono varie forme di discriminazione tra le quali c'è quella su base etnica.

E la discrimazione su base etnica va scoraggiata punto e basta. Sempre e dovunque.
Se dell'immmigrati di qualsiasi provenienza discriminano altri popoli... cazzi loro e della loro scarsa intelligenza/cultura.
Per quello che riguarda noi "coloro che accolgono" ovviamente dobbiamo scoraggiare (nel senso che se è il caso d'impedire) i comportamenti che derivano da queste forme discriminatorie.   
Però forse non ho capito la domanda.

E' che purtroppo i numeri sono ancora piccoli, io credo che dovremmo continuare a importare popoli che si odiano profondamente tra di loro. Quando saranno in numero sufficente cominceranno a combattersi tra loro e noi ci godremmo lo spettacolo  :happy:

Non vedo l'ora.

E inoltre

Scontri razziali = Aumento del PIL = Posti di lavoro per: Poliziotti, infermieri, avvocati, giudici, celerini, medici, pronto soccorso...

posti di lavoro nell'industria delle armi...

quello che rompono va' ricomprato -> quindi altro PIL

Una manna! Questi sono una risorsa, altroche'!
Titolo: Re:Immigrazione e Co.
Inserito da: Toshio - 05 Giugno 2016, 01:14:15
Inutile provocazione la tua. Avete tutto lo spazio di esprimere le opinioni.
Invece fate "quelli che" non li lasciano parlare e poverini li trattano male. 
Bovere viddime, Saggo e A-drendadueeccedera.
E vedi non sottovalutare i tuoi interlocutori perchè non hai dimostrato fin'ora di fare discorsi seri.
Se l'intenzione è "buttarla in vacca", beh... che vuoi l'applauso?
"Tenta" pure di prendere in giro verrai ingnorato e... chissà fino a che punto hai colto le prese per il culo precedenti.
Se invece ti va da esprire la tua opinione per quanto diversa e dissonante non c'è problema.  :verovero:

E comunque stai scherzando col fuoco: a proposito di "colore"... sappi che io sono un "men in blek", se mi fai girare i coglioni ibrido te e tutta la famiglia con i "grigi"  :asd: e vi deporto a Roswell. Poi voglio vedere a chiedergli una grappa in dialetto veneto al marine del Montana che vi fa da secondino...
Titolo: Re:Immigrazione e Co.
Inserito da: a323109 - 05 Giugno 2016, 02:04:29


E comunque stai scherzando col fuoco: a proposito di "colore"... sappi che io sono un "men in blek", se mi fai girare i coglioni ibrido te e tutta la famiglia con i "grigi"  :asd: e vi deporto a Roswell. Poi voglio vedere a chiedergli una grappa in dialetto veneto al marine del Montana che vi fa da secondino...

Almeno io non faccio minacce, anche se sembra che stai scherzando sempre scherzando io ti dico che ti pianto una pallottola in testa se ti fai vedere qui' in giro.
Che ne dici?
Cosi', tanto per scherzare  ;D

Lo sai vero che reagisci cosi' perche' in fondo sai che ho ragione anche se non lo ammetti nemmeno a te stesso???
Hai una rimozione in atto in senso psicoanalitico.

Il bello e' che mi dai ragione senza nemmeno rendertene conto:


E la discrimazione su base etnica va scoraggiata punto e basta. Sempre e dovunque.
Se dell'immmigrati di qualsiasi provenienza discriminano altri popoli... cazzi loro e della loro scarsa intelligenza/cultura.


Appunto! cazzi loro! Piu' chiaro di cosi'!
Titolo: Re:Immigrazione e Co.
Inserito da: Toshio - 05 Giugno 2016, 02:55:43
... anche se sembra che stai scherzando sempre scherzando io ti dico che ti pianto una pallottola in testa se ti fai vedere qui' in giro.
Che ne dici?

Se certo, secondo te scherzavo? Guarda fuori dalla finestra.
Sono immune alle pallottole, sono vulnerabile solo alle frecce (di balestra quelle d'arco no...ops mi sa che non dovevo dirlo :asdno:) e alle stronzate volanti (sono la mia criptostronzite).
Sei tu che nel post precedente hai detto cazzate inutilmente provocatorie ma è così difficile  parlare dell'argomento senza
1) sparare minchiate
2) voler provocare?
Dì "la tua" tranquillamente, come inquadri il fenomeno immigrazione spiega cosa intendi, come secondo te bisogna agire eccetera 

Ultimo tentativo per quanto mi riguarda.
Citazione
Lo sai vero che reagisci cosi' perche' in fondo sai che ho ragione anche se non lo ammetti nemmeno a te stesso???
Ragione su CHE? ragione su COSA? Guarda che io sono quello che sta cercando di farti capire che anche se la si pensa diversamente ci si può confrontare comunque tranquillamente.
Altrimenti preferisco @Sacco con i suoi "negri" "comunisti": fa il deficiente e tale lo considero, non c'è bisogno d'impegnarsi tanto in chissà che trollate.       
Non considero nessuno deficiente per partito preso ma se uno dice cose da deficiente nella maniera di un deficiente dopo un po'... e come lo devo considerare?  :-\
Rileggi con calma le pagine scorse ti rendi conto che vi siete "chiusi a riccio" subito?
E' "uno così" è  "gente che la pensa così" e subito ad etichettare con la reazione automatica.
Come detto ultimo tentativo: se si vuole parlare da persone adulte e razionali bene altrimenti facciamo la gara a chi prende per il culo meglio e non ho dubbi che penserai (e anche sacco) che l'avete vinta voi, e io come altri penserò lo stesso e staremo bene così. Oppure magari ogni tanto capita che parlando con persone che la pensano diversamente si scoprono delle cose.
Almeno io non faccio minacce...
E io invece sì?  :(
Titolo: Re:Immigrazione e Co.
Inserito da: a323109 - 05 Giugno 2016, 08:09:27
Ma perche' non passi il tuo tempo a installare ubuntu 16.10 come tutti i ragazzini normali? Invece che rischiare pallottole in testa???


E comunque stai scherzando col fuoco: a proposito di "colore"... sappi che io sono un "men in blek"

Quindi sei un richiedente asilo di colore?
Titolo: Re:Immigrazione e Co.
Inserito da: sgnablo - 05 Giugno 2016, 14:12:20
Da quando i ragazzini normali passano il tempo a installare Ubuntu? Che ragazzini normali conosci?

Ps: se ti fa tanto piacere vedere gente "diversa da te" scannarsi a causa dell'ignoranza, sei una persona ancora più piccola di quanto immaginassi.
Titolo: Re:Immigrazione e Co.
Inserito da: a323109 - 05 Giugno 2016, 15:32:59
Da quando i ragazzini normali passano il tempo a installare Ubuntu? Che ragazzini normali conosci?

Ps: se ti fa tanto piacere vedere gente "diversa da te" scannarsi a causa dell'ignoranza, sei una persona ancora più piccola di quanto immaginassi.

MA quanti anni hai???
Almeno sai leggere tra le righe???
O non sai nemmeno che significa???

"Installare ubuntu" non e' da prendere alla lettera. Se dicevo: "Giocare alla ps3" oppure "Stare tutto il giorno su facebook" era la stessa cosa.

Sei piu' bambino di quello che pensavo :pipp:
Titolo: Re:Immigrazione e Co.
Inserito da: eldar - 05 Giugno 2016, 15:41:12
(https://static4.fjcdn.com/thumbnails/comments/Swamp+bending+sand+bending+lighting+sound+wave+bending+and+combustion+_02f69c54f114dc7df32d3f02c841cb7e.gif)
Titolo: Re:Immigrazione e Co.
Inserito da: a323109 - 05 Giugno 2016, 15:47:14
(https://static4.fjcdn.com/thumbnails/comments/Swamp+bending+sand+bending+lighting+sound+wave+bending+and+combustion+_02f69c54f114dc7df32d3f02c841cb7e.gif)

MA manco per idea :)

Gli sto dando dei onsigli...

Pensa che bello: ti fai un profilo facebook e  ci stai tutto il giorno....non devi nemmeno sforzarti di pensare.

Basta che metti mi piace e poi condividi...fatto!

E ci sono anche tante immagini tutte colorate!

E puoi mettere "mi piace" a tutte!!!
E poi le condividi coi tuoi amichetti!!!

E' bellissimo.
Titolo: Re:Immigrazione e Co.
Inserito da: noi3 - 05 Giugno 2016, 16:09:39
A32, dai, per favore, devo andare a votare e tu mi aumenti la misantropia. Non é condizione bella per dare fiducia a un futuro sindaco.
Titolo: Re:Immigrazione e Co.
Inserito da: Sacco - 05 Giugno 2016, 17:01:10
Partono insulti woo
@Toshio  non parlo con le teste di cazzo e penso di poter pensare quello che mi pare, voi fate i comunisti che non é un problema mio, pensate quello che volete senza rompermi i coglioni
Titolo: Re:Immigrazione e Co.
Inserito da: Toshio - 05 Giugno 2016, 17:04:13
Il tuo modo di parlare e di porti va benissimo per il talk-show televisivi con ospiti "politici".
C'è una quantità di gente, per fortuna, e me compreso, che invece quando gli capita di guardarli gli viene la nausea. Vuoi trascinare la discussione a quel "livello".
Sono tra quelli che, e sono tanti, che quando guarda pensa non solo che "sappiamo essere" ma "siamo" meglio di così ("noi" come popolo). Meglio di quella classe dirigente che ci rappresenta sia per come si comporta che per come  parla (in maniera stupida e pericolosamente irresponsabile).
Tu sembra proprio che hai imparato bene la lezioncina.
La cosa non m'interessa.
Vai in tv o l'equivalente sul web, vedrai che un po' di seguito ce l'avrai (se poi "ci butti" un po' di alieni "che però gl'antichi egizi..." così a cazzo mentre parli d'immigrazione vedrai che successone :asd:).     

Ps: se ti fa tanto piacere vedere gente "diversa da te" scannarsi a causa dell'ignoranza, sei una persona ancora più piccola di quanto immaginassi.
   
Ma io infatti non ho "raccolto" e l'ho definita provocazione perooò... qui c'e da dubitare che certe cose le pensi veramente . :omg:
(https://static4.fjcdn.com/thumbnails/comments/Swamp+bending+sand+bending+lighting+sound+wave+bending+and+combustion+_02f69c54f114dc7df32d3f02c841cb7e.gif)
Naaa  :asdno: sono uno che si stanca subito in questi frangenti.

Come dicevo era ultimo tentativo il che vuol dire che non risponderò non mi rivolgerò più a te, però un'ultimo paio di considerazioni: intanto te la stai prendendo con quello che più volte ha cercato di  invitare al dialogo te e Sacco. Secondo, dai se anche devi insultare un po' più di fantasia o insulti più personalizzatie e cioè: 1) ho una certa età 2) neanche ci sono su fessobuk (per la serie che quando qualcuno ne parla io non so che dire e poi "ma tu non t'intendi di informatica? "sì un po' sì ma :-[...è che proporio non ho idea di come funziona") Cioè sembra che volevi insultare qualcun'altro, mi sarei aspettato pensavo almeno di essermi meritato un insulto personalizzato invece una cosa così in generale detta a cazzo "vai installa ubuntu vai su fessobuk gioca alla playstescion." Maahh :uff mi sono offenduto.   

A32, dai, per favore, devo andare a votare e tu mi aumenti la misantropia. Non é condizione bella per dare fiducia a un futuro sindaco.
No dai prova a vederla al contrario :) che ti sia da "sprone" nel dovere di cittadinanza
Titolo: Re:Immigrazione e Co.
Inserito da: Toshio - 05 Giugno 2016, 17:56:12
Partono insulti woo
@Toshio  non parlo con le teste di cazzo e penso di poter pensare quello che mi pare, voi fate i comunisti che non é un problema mio, pensate quello che volete senza rompermi i coglioni
Partono? Adesso? Non so chi cerchi d'incantare, tecnica dialettica vecchia come il mondo (ci fai). E' tutta la discussione che dai delle teste di cazzo a chi non la pensa come te. Guarda che sei tu e a32 che avete insultato per primi è lì da leggere :ysy:. e se per caso qualcuno vi risponde e vi restituisce il favore ve la prendete anche?
cosa pretendi? che insulti la gente e se per caso reagisce tu di rimando "rispetta la mia opionione"?
Il dubbio se ci fai o ci sei un po' viene. Magari sei addirittura genuinamente convinto che tu non hai insultato nessuno e che è qualcun'altro ad averlo fatto. Se è questo il caso beh... rileggi con calma quelle che hai scritto tu, evidentemente sei talmente abituato a pensare e dire certe cose che non ti sembrano un attacco o offensive quando invece lo sono eccome entrambe le cose. Questo tuo fraintendere la comunicazione di base non è un problema mio.   

Max due post di flame (non troppo soddisfacente tra l'altro) :lkof:.
Titolo: Re:Immigrazione e Co.
Inserito da: sgnablo - 05 Giugno 2016, 18:05:25
Concordo con Toshio. Non sono più un ragazzino e non ho un account Facebook :asd:

Leggere tra le righe? E che c'era da leggere? Sembri uno di quelli che insultano gli altri,  e quando quelli,  giustamente, reagiscono, se ne escono con "dai ma stavo scherzando!"

A meno che per leggere tra le righe di quello che scrivi tu serva una chiave di lettura che solo tu hai... ;)
Titolo: Re:Immigrazione e Co.
Inserito da: noi3 - 05 Giugno 2016, 18:44:37
Chi non la pensa come me é un pirla e come la penso lo so solo io. Se la pensi come me sei OK altrimenti sei un pirla. Si, cose già sentite all'asilo, parlo del 1969. Vi ricordate quel l'anno?
Titolo: Re:Immigrazione e Co.
Inserito da: sgnablo - 05 Giugno 2016, 18:50:08
Non ero neanche in cantiere :asd:
Titolo: Re:Immigrazione e Co.
Inserito da: noi3 - 05 Giugno 2016, 18:51:38
Pensa tu quanto é vecchia la questione e risale a molto prima di me :asd:
Titolo: Re:Immigrazione e Co.
Inserito da: a323109 - 05 Giugno 2016, 19:23:53
Concordo con Toshio. Non sono più un ragazzino e non ho un account Facebook :asd:

Leggere tra le righe? E che c'era da leggere? Sembri uno di quelli che insultano gli altri,  e quando quelli,  giustamente, reagiscono, se ne escono con "dai ma stavo scherzando!"

A meno che per leggere tra le righe di quello che scrivi tu serva una chiave di lettura che solo tu hai... ;)

Senti amico se non lo sai io non ho insultato nessuno. Ne' dal punto di vista giuridico, ne sotto altri punti di vista.

Se ti senti insultato per facebook e' un problema tuo....Facebook non e' offesa.

Se ti avessi dato del coglione allora si che sarebbe stata un offesa.

---------------------------------

Come l'altro discorso: Se dei coglioni si scannano non per colpa mia e io non centro niente non commetto nessun reato se rido o piango o vado a cagare.

Informati da un avvocato, te lo consiglio
Titolo: Re:Immigrazione e Co.
Inserito da: noi3 - 05 Giugno 2016, 19:30:14
Tra le righe l'hai fatto, o no?
Titolo: Re:Immigrazione e Co.
Inserito da: a323109 - 05 Giugno 2016, 19:36:44
Tra le righe l'hai fatto, o no?

Per loro stessa ammissione non sanno leggere tra le righe ergo non l'ho fatto.

Comunque non sarebbe penalmente rilevante in ogni caso.

Titolo: Re:Immigrazione e Co.
Inserito da: noi3 - 05 Giugno 2016, 20:08:49
No star ciorme par el cueo a mi vecio
Titolo: Re:Immigrazione e Co.
Inserito da: Sacco - 05 Giugno 2016, 20:28:59
A dir la verità se tornate a inizio conversazione siete voi a voler cambiare la mia idea... io a voi non ho detto proprio una sega  :asdno:
Titolo: Re:Immigrazione e Co.
Inserito da: noi3 - 05 Giugno 2016, 20:32:47
Nel voi ci sono pure io? Se vogliamo fare le pulci meglio chiarire.
Titolo: Re:Immigrazione e Co.
Inserito da: zeek - 05 Giugno 2016, 21:32:48
 :bee:
Titolo: Re:Immigrazione e Co.
Inserito da: Buntolo - 05 Giugno 2016, 21:33:46
Riassunto che ho saltato post?
Titolo: Re:Immigrazione e Co.
Inserito da: noi3 - 05 Giugno 2016, 21:39:10
Neri gnegnegne
Cazzo dici?
Komunysty
Cazzo dici?
Gnegnegne.

Circa.
Titolo: Re:Immigrazione e Co.
Inserito da: Toshio - 05 Giugno 2016, 22:19:51
Riassunto che ho saltato post?
Da sovrapporre al riassunto precedente.

-Sei un coglione deficiente
-Cosaa? Perchè non te ne vai affanculo?
-Guarda che io non ti ho insultato. Leggi tra le righe (tra coglione e deficiente).
-E io visto che sono buono ti risparmio la fatica di leggere tre le righe Segui il labiale. V-a-a-f-f-a-n-c-u-l-o.
Alto livello. :asd:
(adesso all'ultimo" si" cercava di prendere per il culo noi3 visto che ha capito che con altri "non attacca" c'ha provato pure con lui. tentar non nuoce...  però che tristezza)


Titolo: Re:Immigrazione e Co.
Inserito da: noi3 - 05 Giugno 2016, 22:37:35
Guarda, ti racconto l'ultima di oggi al ponte: Sono sul lato ciclabile che tolgo i fermi in attesa della barca e un tizio a cavallo del suo destriero catenato mi sfiora. Omo, cicli a mano, xe tanto de segnaletica. Quando vedo il comandante dei vigili andare a piedi vado anche io. Omo, se il comandante si butta in canale lo segui? E ma il comandant... Non sono il comandante e metti in pericolo me, se mi tocchi io divento il tuo pericolo. Gnegnegne comandante. Toccami. Gnegnegne. Ciao e buon viaggio.

Tu pensi che una perculata mi smonti? Ho a che fare con personaggi peggiori e li metto tutti in riga, tutti.
Titolo: Re:Immigrazione e Co.
Inserito da: Toshio - 05 Giugno 2016, 22:50:06
Guarda, ti racconto l'ultima di oggi al ponte...

:asd:

Tu pensi che una perculata mi smonti? ...
No, e mi sarei stupito del contrario.  :verovero: Stessa cosa per me ovviamente; dopo un po'... si cerca d'aver pazienza ma... eh, guarda il risultato! Poi neanche certe cose certe  allusioni vengono colte, non c'e neanche gusto. :yno: 
Titolo: Re:Immigrazione e Co.
Inserito da: noi3 - 05 Giugno 2016, 22:59:31
Così é, pazientiamo :verovero:
Titolo: Re:Immigrazione e Co.
Inserito da: sgnablo - 05 Giugno 2016, 23:01:48
Concordo con Toshio. Non sono più un ragazzino e non ho un account Facebook :asd:

Leggere tra le righe? E che c'era da leggere? Sembri uno di quelli che insultano gli altri,  e quando quelli,  giustamente, reagiscono, se ne escono con "dai ma stavo scherzando!"

A meno che per leggere tra le righe di quello che scrivi tu serva una chiave di lettura che solo tu hai... ;)

Senti amico se non lo sai io non ho insultato nessuno. Ne' dal punto di vista giuridico, ne sotto altri punti di vista.

Se ti senti insultato per facebook e' un problema tuo....Facebook non e' offesa.

Se ti avessi dato del coglione allora si che sarebbe stata un offesa.

---------------------------------

Come l'altro discorso: Se dei coglioni si scannano non per colpa mia e io non centro niente non commetto nessun reato se rido o piango o vado a cagare.

Informati da un avvocato, te lo consiglio
io non saprò leggere tra le righe,  ma tu forse non sai leggere neanche le righe...  Ho forse scritto da qualche parte che mi hai insultato? Ho scritto che mi sembri uno di quelli che insultano e quando si rendono conto della cazzata  fatta la buttano sul ridere e sullo "stavo scherzando".
Offeso per Facebook? Ma lol.  La questione, come ha fatto notare Toshio, è che hai sparato a zero genericamente, pensando forse che fossimo sedicenni pleistescion feisbook, e ti abbiamo semplicemente fatto notare che non siamo sedicenni da parecchio,  e nessuno dei due ha un account Facebook, pertanto non possiamo essere parte di quella "sottocultura" di cui parlavi.

E ripararsi dietro un "non è reato" non basta a giustificare comportamenti di cattivo gusto,  almeno a mio parere. Anche i parlamentari si cuccano stipendi elevati in modo totalmente legale...

Per me la questione è chiusa,  quel che volevo dire l'ho detto.
Titolo: Re:Immigrazione e Co.
Inserito da: a323109 - 05 Giugno 2016, 23:10:23
Concordo con Toshio. Non sono più un ragazzino e non ho un account Facebook :asd:

Leggere tra le righe? E che c'era da leggere? Sembri uno di quelli che insultano gli altri,  e quando quelli,  giustamente, reagiscono, se ne escono con "dai ma stavo scherzando!"

A meno che per leggere tra le righe di quello che scrivi tu serva una chiave di lettura che solo tu hai... ;)

Senti amico se non lo sai io non ho insultato nessuno. Ne' dal punto di vista giuridico, ne sotto altri punti di vista.

Se ti senti insultato per facebook e' un problema tuo....Facebook non e' offesa.

Se ti avessi dato del coglione allora si che sarebbe stata un offesa.

---------------------------------

Come l'altro discorso: Se dei coglioni si scannano non per colpa mia e io non centro niente non commetto nessun reato se rido o piango o vado a cagare.

Informati da un avvocato, te lo consiglio
io non saprò leggere tra le righe,  ma tu forse non sai leggere neanche le righe...  Ho forse scritto da qualche parte che mi hai insultato? Ho scritto che mi sembri uno di quelli che insultano e quando si rendono conto della cazzata  fatta la buttano sul ridere e sullo "stavo scherzando".
Offeso per Facebook? Ma lol.  La questione, come ha fatto notare Toshio, è che hai sparato a zero genericamente, pensando forse che fossimo sedicenni pleistescion feisbook, e ti abbiamo semplicemente fatto notare che non siamo sedicenni da parecchio,  e nessuno dei due ha un account Facebook, pertanto non possiamo essere parte di quella "sottocultura" di cui parlavi.

E ripararsi dietro un "non è reato" non basta a giustificare comportamenti di cattivo gusto,  almeno a mio parere. Anche i parlamentari si cuccano stipendi elevati in modo totalmente legale...

Per me la questione è chiusa,  quel che volevo dire l'ho detto.

ANCORA!!!

"mi hai insultato....non ho detto che mi hai insultato ma insulti....insulti tra le righe...sotto-sotto..."

Adesso mi avete rotto i coglioni

Andate a fare in culo tutti

Capito BENE???

Andate a fare in culo tutti

Sicuri di aver capito??? c'e' una riga sola stavolta  :asd:
Titolo: Re:Immigrazione e Co.
Inserito da: Darko - 05 Giugno 2016, 23:11:00
Ciao
Titolo: Re:Immigrazione e Co.
Inserito da: sgnablo - 05 Giugno 2016, 23:13:14
L'unico ad aver tirano in ballo il leggere tra le righe non sono stato io,  ma vabbè :asd:
Titolo: Re:Immigrazione e Co.
Inserito da: ciccoale - 05 Giugno 2016, 23:15:27
Ai vecchi tempi con MCZ sul vecchio foro, potevamo dire che almeno lui portava dei contenuti (giusti o sbagliati...), ma almeno li portava!  :rp:
Titolo: Re:Immigrazione e Co.
Inserito da: sgnablo - 05 Giugno 2016, 23:17:25
Ma li portava tra le colonne,  ecco perché lo capivano :rp:
Titolo: Re:Immigrazione e Co.
Inserito da: Darko - 05 Giugno 2016, 23:20:15
In questo forum sono state bannate pochissime persone e di discussioni, anche parecchio animate, ce ne sono state parecchie.
@zeek ne è testimone, proprio col sottoscritto, che qui si cerca la discussione, anche se scomoda.
È un forum di cazzeggio, ma ci sono dei limiti che non vanno superati. per esempio perculare maliziosamente convinto che gli altri non lo capiscano.
E faccio notare che si tollera praticamente di tutto e di più.
Ma, cazzo, la mancanza di buon senso no.
Se non si fosse capito ho bannato aNumeriacaso. Per quanto, non so. Magari domani lo sblocco, magari mai.
Magari potevate leggere tra le righe :asd:
Titolo: Re:Immigrazione e Co.
Inserito da: ciccoale - 05 Giugno 2016, 23:24:55
effettivamente la discussione aveva preso un'orma abbastanza infantile
Titolo: Re:Immigrazione e Co.
Inserito da: sgnablo - 05 Giugno 2016, 23:25:31
Più che altro,  unsuccessful troll is unsuccessful
Titolo: Re:Immigrazione e Co.
Inserito da: Darko - 05 Giugno 2016, 23:28:19
Ho editato il post sopra.
Orrori ortografici da nuova tastiera per il cellulare.
Mi manca fleksy  :bye:
Titolo: Re:Immigrazione e Co.
Inserito da: sgnablo - 05 Giugno 2016, 23:29:39
Non noto differenze rispetto a prima :pipp:
Titolo: Re:Immigrazione e Co.
Inserito da: noi3 - 05 Giugno 2016, 23:30:38
E Sgnappo ha messo il punto alla questione :lkib:

Dai doc, una lettera dietro l'altra e ce la fai. Metti la swift e vivi felice :lkib:
Titolo: Re:Immigrazione e Co.
Inserito da: Darko - 05 Giugno 2016, 23:31:56
Avevo la swift, ma non mi ha mai soddisfatto del tutto.
Rimesso la Google.
Titolo: Re:Immigrazione e Co.
Inserito da: Staffan De Mistura - 05 Giugno 2016, 23:32:27
https://www.youtube.com/watch?v=-twcHq8Blz4
Titolo: Re:Immigrazione e Co.
Inserito da: ciccoale - 05 Giugno 2016, 23:32:40
E Sgnappo ha messo il punto alla questione :lkib:

Dai doc, una lettera dietro l'altra e ce la fai. Metti la swift e vivi felice :lkib:

 :tnz:
Titolo: Re:Immigrazione e Co.
Inserito da: sgnablo - 05 Giugno 2016, 23:34:08
La Swift tende a diventare pesante. A me,  tra l'altro,  fa una cosa strana: su Chrome, ogni tanto non compare proprio. Credo dipenda dal numero di app aperte, perché se son poche non lo fa. Ram libera,  forse?
Titolo: Re:Immigrazione e Co.
Inserito da: ciccoale - 05 Giugno 2016, 23:37:31
La Swift tende a diventare pesante. A me,  tra l'altro,  fa una cosa strana: su Chrome, ogni tanto non compare proprio. Credo dipenda dal numero di app aperte, perché se son poche non lo fa. Ram libera,  forse?

Sì quello è vero lo fa anche a me a volte, ma non pensavo potesse dipendere dalla swift... devo provare a cambiare così mi tolgo il dubbio
Titolo: Re:Immigrazione e Co.
Inserito da: noi3 - 05 Giugno 2016, 23:38:13
Io giornalmete do una pulita a cache e cazzi vari e non ho problemi. Non é il massimo, ma aiuta.
Titolo: Re:Immigrazione e Co.
Inserito da: Darko - 05 Giugno 2016, 23:39:51
A me fa crashare il browser miui, a volte.
E credo dipenda dal numero di app aperte :ysy:
Peccato, perché è comunque una delle migliori alternative alla tastiera google

Io giornalmete do una pulita a cache e cazzi vari e non ho problemi. Non é il massimo, ma aiuta.

Se dovessi riprovare farò così :ysy:
Titolo: Re:Immigrazione e Co.
Inserito da: zeek - 06 Giugno 2016, 00:05:32
In questo forum sono state bannate pochissime persone e di discussioni, anche parecchio animate, ce ne sono state parecchie.
@zeek ne è testimone, proprio col sottoscritto, che qui si cerca la discussione, anche se scomoda.
È un forum di cazzeggio, ma ci sono dei limiti che non vanno superati. per esempio perculare maliziosamente convinto che gli altri non lo capiscano.
E faccio notare che si tollera praticamente di tutto e di più.
Ma, cazzo, la mancanza di buon senso no.
Se non si fosse capito ho bannato aNumeriacaso. Per quanto, non so. Magari domani lo sblocco, magari mai.
Magari potevate leggere tra le righe :asd:
@Darko :love:

(no homo  :lkib:)
Titolo: Re:Immigrazione e Co.
Inserito da: Sacco - 06 Giugno 2016, 00:53:00
Se tu seguissi le regole @Darko  saremmo fuori in un pochettino
Titolo: Re:Immigrazione e Co.
Inserito da: Gabo - 06 Giugno 2016, 03:35:25
In questo forum sono state bannate pochissime persone e di discussioni, anche parecchio animate, ce ne sono state parecchie.
@zeek ne è testimone, proprio col sottoscritto, che qui si cerca la discussione, anche se scomoda.
È un forum di cazzeggio, ma ci sono dei limiti che non vanno superati. per esempio perculare maliziosamente convinto che gli altri non lo capiscano.
E faccio notare che si tollera praticamente di tutto e di più.
Ma, cazzo, la mancanza di buon senso no.
Se non si fosse capito ho bannato aNumeriacaso. Per quanto, non so. Magari domani lo sblocco, magari mai.
Magari potevate leggere tra le righe :asd:

Deo gratia, aveva proprio rotto i maroni.
Titolo: Re:Immigrazione e Co.
Inserito da: Cire - 06 Giugno 2016, 08:35:49
La Swift tende a diventare pesante. A me,  tra l'altro,  fa una cosa strana: su Chrome, ogni tanto non compare proprio. Credo dipenda dal numero di app aperte, perché se son poche non lo fa. Ram libera,  forse?
Mi interessa sto discorso, valide alternative? (la tastiera google non mi esalta).
Titolo: Re:Immigrazione e Co.
Inserito da: Darko - 06 Giugno 2016, 09:43:13
Se tu seguissi le regole @Darko  saremmo fuori in un pochettino
Le regole ci sono, e vanno seguite.
Anche se siamo parecchio elastici nell'applicarle.
Non ti banno se mi insulti nell'impeto della discussione, se si va fuori dalle righe. Lo facciamo tutti.
Non pretendo che in un forum di minchioni tutti debbano per forza partecipare con argomentazioni di alto profilo, sarebbe stupido.

Ma se vieni qui solo per fracassare la minchia al prossimo, pensando pure di essere furbetto, allora possiamo fare a meno di te.
Con molta tranquillità
Titolo: Re:Immigrazione e Co.
Inserito da: Cire - 06 Giugno 2016, 10:02:35
Darko è uno spaccaminchia quando fa l'admin, ma ci vogliono anche quelli in un foro  :lkof:

Senza diventa pericoloso.

Poi dai, il titolo se l'è guadagnato partendo da utente normale (l'è è corretto, ho un lapsus).

Titolo: Re:Immigrazione e Co.
Inserito da: eldar - 06 Giugno 2016, 10:22:30
Lol...un han nel bubs. Penso di averla viste tutte.
Titolo: Re:Immigrazione e Co.
Inserito da: noi3 - 06 Giugno 2016, 10:41:29
Dimetichi K
Titolo: Re:Immigrazione e Co.
Inserito da: Darko - 06 Giugno 2016, 10:45:38
Lol...un han nel bubs. Penso di averla viste tutte.
Cazzo, qui c'è gente che rompe i coglioni almeno dal 2010, tra UBS e BUBS.
Avremo bannato 3 persone in tutto.
Io personalmente ho avuto discussioni un po' con tutti su tutti i temi possibili e immaginabili e mai mi sono sognato di cacciare qualcuno perché non la pensa come me o perché ci siamo mandati a fare in culo. Fotte meno di nulla.

Darko è uno spaccaminchia quando fa l'admin, ma ci vogliono anche quelli in un foro  :lkof:
E non mi conosci nella vita reale :lkof:
Titolo: Re:Immigrazione e Co.
Inserito da: Cire - 06 Giugno 2016, 10:50:39
Nemmeno tu  :asd:
Titolo: Re:Immigrazione e Co.
Inserito da: Darko - 06 Giugno 2016, 10:52:04
io so chi sei tu: una fatina alcolizzata :lki:
Titolo: Re:Immigrazione e Co.
Inserito da: sgnablo - 06 Giugno 2016, 10:54:29
Se tu seguissi le regole @Darko  saremmo fuori in un pochettino
quali, quelle che tu stesso hai ammesso di non aver letto perchè era troppo faticoso? :asd:
Titolo: Re:Immigrazione e Co.
Inserito da: Sacco - 06 Giugno 2016, 11:17:32
Se tu seguissi le regole @Darko  saremmo fuori in un pochettino
quali, quelle che tu stesso hai ammesso di non aver letto perchè era troppo faticoso? :asd:
si sgna io ne ho solo sentito parlare  :rp: :rp:
Titolo: Re:Immigrazione e Co.
Inserito da: Cire - 06 Giugno 2016, 12:13:50
io so chi sei tu: una fatina alcolizzata :lki:
È il mio angelo custode.
Titolo: Re:Immigrazione e Co.
Inserito da: Gabo - 06 Giugno 2016, 13:12:24
Ho già detto che mi scappa la cacca?
Titolo: Re:Immigrazione e Co.
Inserito da: Cire - 06 Giugno 2016, 14:12:16
Lo davamo per scontato.
Titolo: Re:Immigrazione e Co.
Inserito da: Buntolo - 14 Giugno 2016, 21:16:24
Ai vecchi tempi con MCZ sul vecchio foro, potevamo dire che almeno lui portava dei contenuti (giusti o sbagliati...), ma almeno li portava!  :rp:

Chi?  :???:
Titolo: Re:Immigrazione e Co.
Inserito da: ciccoale - 14 Giugno 2016, 21:27:21
Ai vecchi tempi con MCZ sul vecchio foro, potevamo dire che almeno lui portava dei contenuti (giusti o sbagliati...), ma almeno li portava!  :rp:

Chi?  :???:

Ti cito una delle discussioni aperte da lui in cui il flame è partito alla grande:

http://forum.ubuntu-it.org/viewtopic.php?f=13&t=303652

Ps: Lo devo mettere sotto spoiler il link?
Titolo: Re:Immigrazione e Co.
Inserito da: Buntolo - 14 Giugno 2016, 21:39:14
Ai vecchi tempi con MCZ sul vecchio foro, potevamo dire che almeno lui portava dei contenuti (giusti o sbagliati...), ma almeno li portava!  :rp:

Chi?  :???:

Ti cito una delle discussioni aperte da lui in cui il flame è partito alla grande:

http://forum.ubuntu-it.org/viewtopic.php?f=13&t=303652

Ps: Lo devo mettere sotto spoiler il link?

Dopo due righe ho smesso di leggere. Noia e fatica.
Titolo: Re:Immigrazione e Co.
Inserito da: ciccoale - 14 Giugno 2016, 21:46:28
Ai vecchi tempi con MCZ sul vecchio foro, potevamo dire che almeno lui portava dei contenuti (giusti o sbagliati...), ma almeno li portava!  :rp:

Chi?  :???:

Ti cito una delle discussioni aperte da lui in cui il flame è partito alla grande:

http://forum.ubuntu-it.org/viewtopic.php?f=13&t=303652

Ps: Lo devo mettere sotto spoiler il link?

Dopo due righe ho smesso di leggere. Noia e fatica.

E lo so discussione moooolto lunga, se vuoi leggiti questo intervento completamente dedicato a me:

http://forum.ubuntu-it.org/viewtopic.php?f=13&t=303652&start=80#p2255239

 :love: :love: :love: