*

Offline eldar

  • Apostolo dello SPAM
  • *******
  • 18.916
  • 234
  • Giuda, per essere precisi.
Re:Sistemi elettorali
« Risposta #20 il: 06 Settembre 2015, 23:48:00 »
cosa rimugini shishi?  il doppio post pipponatorio + video era eccessivo?   :lkib:

*

Offline shishimaru

  • ******
  • 8.069
  • 16
  • "Arrivederci."
Re:Sistemi elettorali
« Risposta #21 il: 07 Settembre 2015, 00:53:00 »
No, no. Ho guardato i video, li ho trovati interessanti. Di fatto, era un sistema che non conoscevo.
- "Vernon Roche! Special Forces Commander for the last four years. Servant of the Temerian King. Responsible for the pacification of the Mahakam foothills. Hunter of elves, murderer of women and children. Twice decorated for valor on the field of battle."
- "Iorveth! A regular son of a whore!"

+ "For Freya and Meliteleee!
+ "CANCARO TI E DIOOOOOOOOO!!"

Re:Sistemi elettorali
« Risposta #22 il: 08 Settembre 2015, 16:39:06 »
Conosco i sistemi di voto alternativi (anche se a STV ed AV preferisco di molto il range voting, o voto a punteggio) ma comunque quelli sono sistemi che funzionano per collegi da maggioritario (e quindi sensibili alla divisione geografica che viene operata scientemente, vedi per esempio il gerrymandering) anche se migliorano sicuramente la rappresentatività.
« Ultima modifica: 08 Settembre 2015, 16:40:46 da Staffan De Mistura »

*

Offline eldar

  • Apostolo dello SPAM
  • *******
  • 18.916
  • 234
  • Giuda, per essere precisi.
Re:Sistemi elettorali
« Risposta #23 il: 08 Settembre 2015, 19:13:01 »
Citazione
a STV ed AV preferisco di molto il range voting, o voto a punteggio
io no, ma gusti:
più che altro STV e AV li apprezzo molto perchè semplici da spiegare e da far assimlare a tutti; purtroppo
1) anche gli analfabeti,funzionali e non ,votano e devono capire come
2) se vuoi aver speranza la popolazione appoggi in massa una riforma questa deve essere il più metodologicamente facile e comprensibile possibile*.


Citazione
quelli sono sistemi che funzionano per collegi da maggioritario (e quindi sensibili alla divisione geografica che viene operata scientemente, vedi per esempio il gerrymandering
vero, ma ne riducono fortemente l'impatto e le criticità (e i collegi te li puoi trovare anche in un proporzionale. Il gerrymandering è sempre una rogna se non arginato), come anche quelle del voto di scambio rispetto alla preferenza singola.
il che per me è già oro che cola

Citazione
migliorano sicuramente la rappresentatività.
per me il sunto è che migliorano la rappresentatività preservando governabilità e funzionalità



*se pensi che l'AV era stato proposto in UK (che ha uno dei sistemi più retrogradi,irrapresentativi, ottusi e scorretti possibili con un FPTP purissimo) ed è stato sdegnato e spernacchiato perché percepito come cervellotico ed arzigogolato**

**
e qui allora ti chiedi il senso di parlare di democrazia e rivaluti la sua posizione in merito



« Ultima modifica: 08 Settembre 2015, 19:59:47 da eldar »

Re:Sistemi elettorali
« Risposta #24 il: 08 Settembre 2015, 20:51:51 »
Citazione
a STV ed AV preferisco di molto il range voting, o voto a punteggio
io no, ma gusti:
più che altro STV e AV li apprezzo molto perchè semplici da spiegare e da far assimlare a tutti; purtroppo
1) anche gli analfabeti,funzionali e non ,votano e devono capire come
2) se vuoi aver speranza la popolazione appoggi in massa una riforma questa deve essere il più metodologicamente facile e comprensibile possibile*.


Citazione
quelli sono sistemi che funzionano per collegi da maggioritario (e quindi sensibili alla divisione geografica che viene operata scientemente, vedi per esempio il gerrymandering
vero, ma ne riducono fortemente l'impatto e le criticità (e i collegi te li puoi trovare anche in un proporzionale. Il gerrymandering è sempre una rogna se non arginato), come anche quelle del voto di scambio rispetto alla preferenza singola.
il che per me è già oro che cola

Citazione
migliorano sicuramente la rappresentatività.
per me il sunto è che migliorano la rappresentatività preservando governabilità e funzionalità



*se pensi che l'AV era stato proposto in UK (che ha uno dei sistemi più retrogradi,irrapresentativi, ottusi e scorretti possibili con un FPTP purissimo) ed è stato sdegnato e spernacchiato perché percepito come cervellotico ed arzigogolato**

**
e qui allora ti chiedi il senso di parlare di democrazia e rivaluti la sua posizione in merito


Non credo che "assegna un punteggio a ciascun candidato in base al grado di preferenza" sia più difficile di "metti in ordine di preferenza i candidati". Con il voto a punteggio però è più facile capire cosa succede dopo il voto (ed ha proprietà migliori). Ciò detto, almeno a livello della distribuzione dei seggi per partito sono convinto che il voto debba essere proporzionale puro e a collegio nazionale. Collegi locali per eleggere i candidati mi stanno bene, anche con metodi di voto alternativo, ma solo dopo aver ripartito i seggi (un po' il tipo di separazione che c'è nella legge elettorale tedesca). Si può anche usare un sistema di voto alternativo per i partiti, tuttavia, e a livello nazionale, anche se sono sistemi che vedo più adatti alle votazioni sui candidati.

Re:Sistemi elettorali
« Risposta #25 il: 04 Giugno 2017, 16:14:26 »
La democrazia NON è la dittatura della maggioranza (relativa): aridatece il proporzionale puro (non tagliato) senza soglie di sbarramento e con le preferenze.

ALLORA forse lo stanno facendo davvero. Non ha le preferenze, ha lo sbarramento del 5%, però è proporzionale!

W CRISTO E TUTTI I SANTI

*

Offline Darko

  • Vaginecologo ufficiale del forum
  • *******
  • 16.488
  • 202
  • All work and no spam makes Darko a dull boy
    • Sprazzi di follia
Re:Sistemi elettorali
« Risposta #26 il: 04 Giugno 2017, 17:37:17 »
Sì, ma senza le preferenza, di fatto voti solo il partito
Ritengo di avere diritto alle royalties sull'acronimo BUBS :lki:
Sono scemo di mio :verovero: Tutto a posto | I don’t have a problem with caffeine. I have a problem without caffeine.
Se i nostri cervelli fossero abbastanza semplici da poter essere capiti, allora saremmo così semplici che non capiremmo - Ian Stewart
Fotografia ad mentula

Re:Sistemi elettorali
« Risposta #27 il: 04 Giugno 2017, 17:48:05 »
Sì, ma senza le preferenza, di fatto voti solo il partito

Eh lo so, è una zozzeria da quel punto di vista. Ma è dal 1994 che non ci sono le preferenze e che di fatto i parlamentari sono nominati. È già un grande passo avanti che si siano abbandonati premi di maggioranza, maggioritari ed altri meccanismi distorsivi per la "governabilità" (parola che leverei dal vocabolario) a parte la soglia di sbarramento.

Fa specie che proprio i grillini, un movimento che ha le radici nel V day di 10 anni in cui si chiedevano proprio le preferenze e da sempre alfieri di questa (giusta) battaglia, per puri tatticismi (vedremo poi quanto corretti) abbiano votato contro gli emendamenti per l'introduzione delle preferenze e del voto disgiunto. Almeno stavolta i nomi dei candidati li troveremo scritti sulla scheda, e non "nascosti" in listone lunghissime appese fuori. Anche questo mi pare un (piccolo) passo avanti.

*

Offline Darko

  • Vaginecologo ufficiale del forum
  • *******
  • 16.488
  • 202
  • All work and no spam makes Darko a dull boy
    • Sprazzi di follia
Re:Sistemi elettorali
« Risposta #28 il: 04 Giugno 2017, 22:20:35 »
D'accordissimo, ma uno dei punti di incostituzionalità del'Italicum non era proprio l'assenza delle rpeferenze?
O ricordo male?
Ritengo di avere diritto alle royalties sull'acronimo BUBS :lki:
Sono scemo di mio :verovero: Tutto a posto | I don’t have a problem with caffeine. I have a problem without caffeine.
Se i nostri cervelli fossero abbastanza semplici da poter essere capiti, allora saremmo così semplici che non capiremmo - Ian Stewart
Fotografia ad mentula

*

Offline Buntolo

  • Quello che si ostina ad usare Opera Mobile nonostante gli raddoppi i post
  • ******
  • 9.173
  • 39
Re:Sistemi elettorali
« Risposta #29 il: 05 Giugno 2017, 11:43:08 »
Personalmente sono per fare un qualunque passo in avanti, anche se ci sono mancanze o ingiustizie, questo perché potrebbe portare a una trasformazione politica sufficienet perché tra 1-2 elezioni ci sarà una classe politica rinnovata (con meno parassiti da 20 anni in parlamento) in grado di varare una legge elettorale a modo.

Detto questo, non ho la minima idea di come sia questa legge elettorale.

Re:Sistemi elettorali
« Risposta #30 il: 05 Giugno 2017, 13:27:37 »
D'accordissimo, ma uno dei punti di incostituzionalità del'Italicum non era proprio l'assenza delle rpeferenze?
O ricordo male?
L'italicum le preferenze le aveva (fino a due, di sesso diverso) - insieme anche alle liste bloccate (ma corte). Il porcellum non le aveva e per questo fu giudicato incostituzionale, liste bloccate senza preferenze e troppo lunghe.
Credo che il meccanismo dei finti collegi uninominali serva proprio (nelle intenzioni) a rendere la legge costituzionale, giustificando così la possibilità per gli elettori di scegliere i propri candidati. In effetti, più che al sistema tedesco, per quella parte la legge assomiglia a quella del Senato fino al 1992 - ma in quel caso non c'erano liste bloccate, semplicemente tutti i candidati dell'uninominale venivano messi in liste regionali di partito e i migliori passavano secondo il riparto proporzionale. Ora col fatto che le liste bloccate sono il 60% e che non c'è il voto disgiunto secondo me si può dire che non c'è una vera possibilità di scelta da parte dell'elettore e che andrebbero introdotte le preferenze per la parte proporzionale od almeno il voto disgiunto, ma bisogna vedere se la corte costituzionale la pensa come me. Spero comunque che, se dovesse passare così, qualcuno faccia ricorso in modo da portarla al vaglio della consulta.